Regione, Consiglio Lazio ha eletto difensore civico garanti detenuti e infanzia

Il Consiglio regionale del Lazio ha eletto oggi, a scrutinio segreto, il nuovo garante dei detenuti, il nuovo difensore civico e il nuovo garante dell’infanzia e dell’adolescenza. Come garante delle persone sottoposte a misure restrittive della...

aula-consiglio-regionale-del-lazio3

Il Consiglio regionale del Lazio ha eletto oggi, a scrutinio segreto, il nuovo garante dei detenuti, il nuovo difensore civico e il nuovo garante dell’infanzia e dell’adolescenza. Come garante delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale, questa la denominazione ufficiale di quello dei detenuti, è stato individuato con 39 voti Stefano Anastasia.

Quindici i candidati che aspiravano all’incarico. Durerà in carica cinque anni. Eletti anche due suoi coadiutori (Mauro Lombardo e Sandro Compagnoni).

L’Aula della Pisana ha inoltre eletto difensore civico del Lazio Alessandro Licheri, con 42 voti. I candidati erano 13 e l’incarico è della durata di cinque anni. Stesso mandato quinquennale per il garante dell’infanzia e dell’adolescenza. A questa carica è stata eletto Jacopo Marzetti, scelto alla prima votazione tra 24 candidati, con 39 voti. A inizio seduta è stato rispettato un minuto di silenzio in memoria di Potito Salatto, già vicepresidente della Regione e parlamentare europeo, scomparso il 13 giugno scorso. REGIONE LAZIO: SMERIGLIO, ‘ANASTASIA GARANTE DETENUTI OTTIMA SCELTA’ "La nomina di Stefano Anastasia a garante dei detenuti del Lazio mi sembra un'ottima scelta. Si tratta di un profilo di grande competenza in materia di diritti e di detenzione, materie a cui ha dedicato molti anni della sua vita e che saprà affrontare con competenza e determinazione. La Regione Lazio si dota oggi di una figura che andrà a svolgere una funzione di primaria importanza. A Stefano Anastasia i miei migliori auguri di buon lavoro." Lo dichiara in una nota Massimiliano Smeriglio, vicepresidente della Regione Lazio. PIERO PETRASSI (CONSIGLIERE REGIONALE DEL LAZIO): “MOLTO SODDISFATTO PER LE NUOVE NOMINE DEL DIFENSORE CIVICO, DEL GARANTE DEI DETENUTI E DEL GARANTE DELL’INFANZIA E DELL’ADOLESCENZA”. Oggi il Consiglio regionale del Lazio ha rinnovato le cariche di alcune sue importanti istituzioni. “Sono molto soddisfatto – ha dichiarato il consigliere regionale Petrassi - che finalmente siano state rinnovate figure di garanzia per i cittadini del Lazio come il Difensore Civico e punti di riferimento fondamentali per problematiche particolarmente sensibili e delicate come il Garante dei detenuti e il Garante dell’infanzia e dell’adolescenza. Sono state elette persone di grande qualità, con esperienza e curriculum di spessore. Rivolgo quindi i miei migliori auguri di buon lavoro al nuovo Garante dei detenuti Prof. Stefano Anastasia, ai suoi due coadiutori Sandro Compagnoni e Mauro Lombardo, al nuovo Garante dall’infanzia e dell’adolescenza Avv. Jacopo Marzetti e al nuovo Difensore Civico Avv. Alessandro Licheri.” CONSIGLIO APPROVA MOZIONI SU TRALICCI TV, IMPIANTI A BIOMASSA E KOBANE Il Consiglio regionale del Lazio, in conclusione della seduta di oggi, ha approvato questa sera tre mozioni. Si tratta di atti di indirizzo dell’Assemblea, diretti al presidente della Regione e alla giunta regionale, che hanno avuto per oggetto differenti argomenti. La prima mozione che ha ricevuto il via libera dall’Aula (n. 397) riguarda l’installazione di una struttura di comunicazione elettronica, un traliccio a torre di 80 metri d’altezza per le trasmissioni radiotelevisive, in località Montagnola nel comune di Monte Compatri, in provincia di Roma. Rispetto a tale impianto il Consiglio ha impegnato il presidente e la giunta regionale a verificare se nella scelta del sito si sia tenuto conto del possibile impatto sulla salute dei cittadini, dell’impatto ambientale e paesaggistico, vista l’ubicazione interna al parco sulla cima della collina, e della correttezza dell’iter amministrativo. Con l’atto di indirizzo si chiede, infine, che vengano poste in essere “tutte le misure utili alla tutela e salvaguardia del paesaggio, dell’ambiente naturale e della salute dei cittadini”. Con la seconda mozione (n. 142), votata per parti separate, il Consiglio regionale ha impegnato la giunta affinché la programmazione degli impianti a digestione anaerobica di biomassa nel Lazio avvenga all’interno di un piano energetico regionale. Dovranno inoltre essere esonerate dalla realizzazione di questo tipo di impianti le aree con produzioni certificare (Doc, Docg, Dop, Igt, Igp eccetera), come avvenuto in Emilia Romagna per la filiera del parmigiano reggiano, in base al principio di precauzione. Bocciata, invece, la proposta formulata nella versione originale della mozione di stop a tutte le autorizzazioni in corso per impianti che prevedano in ingresso la frazione organica del rifiuto solido urbano. Respinta anche l’iniziativa di rendere obbligatoria la valutazione di impatto ambientale (Via), escludendola dal principio di assoggettabilità di responsabilità regionale, per gli impianti da fonti rinnovabili di potenza nominale complessiva superiore ai 0,25 MW. Approvata infine, con la mozione n. 315, la promozione di un protocollo di intesa non oneroso con il cantone di Kobane, città curda a nord della Siria e devastata dall’Isis. Lo scopo è avviare una collaborazione in ambito formativo e di tutela sanitaria della popolazione. Inoltre il governo regionale è stato impegnato a sostenere e promuovere gemellaggi tra le scuole della regione e quelle del cantone di Kobane per diffondere i valori e i principi delle regioni autonome democratiche curde fondati sulla parità di genere, il multiculturalismo, l’integrazione tra popoli e religioni diverse. ROMA: REGIONE, CAR INDISPENSABILE PER SETTORE AGRICOLO ASSESSORI FABIANI E HAUSMANN INCONTRANO DELEGAZIONE SINDACI E ASS. CATEGIORIA E PRODUTTORI “Il sistema agricolo regionale ha bisogno di uno spazio organizzato per la concentrazione dei prodotti verso il grande mercato di Roma. Il CAR è un luogo simbolico e centrale in tal senso, un punto di snodo importante tra produzione e consumo, con un ruolo strategico nella conservazione di un aspetto assolutamente originale e unico di Roma: la disponibilità quotidiana di prodotti ortofrutticoli dalla sicura freschezza e qualità. La Regione Lazio è da sempre impegnata nella tutela dei produttori, credendo fortemente nella conservazione dell’agricoltura di prossimità, specialmente nella Capitale, dove senza tale prospettiva il mercato finirebbe sempre nelle mani del più forte. Il dibattito sull’orario, che comprendiamo, è però solo l’ultimo anello del ragionamento, che deve partire dall’ottimizzazione e valorizzazione delle presenze, dall’analisi delle funzioni e delle esigenze del sistema produttivo e del sistema distributivo, valutandone un miglioramento e trovando il giusto punto di equilibrio e di sintesi tra le diverse posizioni. Come Regione, auspichiamo che il confronto tra le parti prosegua, in attesa che il nuovo Sindaco di Roma possa sedere al tavolo, nell’ottica del rispetto e della tutela di tutti, a garanzia e salvaguardia del consumatore finale”. Lo dichiarano in una nota congiunta l’Assessore alle Attività Produttive,Guido Fabiani, e l’Assessore all’Agricoltura, Caccia e Pesca, Carlo Hausmann, a margine dell’incontro con la delegazione di sindaci, associazioni di categoria e produttori ricevuta in Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Anagni, 15enne muore durante l' elitrasporto al Bambino Gesù

  • Sora, muore a soli 35 anni l'autotrasportatore Gianluca Caschera

  • Villa Santa Lucia, va da un concessionario per acquistare una nuova auto e muore

  • Cassino, raccapricciante scritta nei confronti del segretario della Lega giovani

  • Incidente alla stazione di Ceccano, una persona finisce sotto al treno

  • Fiuggi, spaccio tra i vicoli del centro anche a minorenni. Ecco chi sono i quattro arrestati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento