Rocca Priora, Colle Di Fuori ancora protagonista con la sagra del fungo porcino dal 4 al 6 settembre e dall'11 al 13 settembre

Dopo il successo della 45esima Sagra dell'Agnello, è ancora Colle di Fuori la protagonista dell'estate roccapriorese che si sta chiudendo.

61 porcino

Dopo il successo della 45esima Sagra dell'Agnello, è ancora Colle di Fuori la protagonista dell'estate roccapriorese che si sta chiudendo.

Nei due prossimi fine settimana, dal 4 al 6 e dall'11 al 13 settembre, infatti, si terrà la Sagra del Fungo Porcino, giunta quest'anno alla sua 23esima edizione.

La sagra ha però radici ben più profonde, che vanno cercate nella tradizione contadina della frazione, dove, fin dagli inizi del secolo scorso, uno dei lavori svolti dai suoi abitanti era proprio quello di "raccoglitore di funghi".

Nei due week-end ci saranno stand enogastronomici soprattutto per gustare il re dei funghi in tutte le varianti, sui primi piatti, sulla pizza, accompagnato da polenta o cotto direttamente alla brace. Non mancheranno i vini e i dolci locali. I tavoli sono al coperto, l'apertura degli stand è prevista dalle 12,30 per il pranzo e dalle 18,30 per la cena.

Numerosi gli eventi all'interno della sagra: una mostra micologica; una mostra fotografica dal titolo "Come eravamo"; una mostra di pittura; stand artigianali e commerciali. Domenica 13 settembre, giornata conclusiva della sagra, è previsto il 2° raduno ciclistico "Bici e Porcini". Tutte le sere musica dal vivo e ballo in pista.

La sagra è stata organizzata dall'associazione "Pietro Pericoli", per tutti le altre informazioni si può consultare il sitowww.sagradelfungoporcino.com.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La sagra del fungo porcino– ha detto il sindaco, Damiano Pucci – è una delle più importanti per il nostro paese perché valorizza un fungo pregiatissimo che è un vanto dei nostri boschi. Un ringraziamento particolare all'associazione "Pietro Pericoli" - ha concluso il sindaco - e a quelli che si sono spesi e si stanno spendendo per la riuscita di tutti gli eventi che stanno chiudendo un'estate davvero ricchissima".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Centraline per auto contraffatte, azienda ciociara nei guai: 29 denunciati

  • Maxi operazione anticamorra, un arresto in provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento