Ceprano, il Cardinale Saraiva: "abbiamo iniziato la pratica di santificazione di Giovanni Paolo II"

E’ sempre più un centro culturale di alto livello il Villaggio Corsetti  a Ceprano dove il Cardinale Josè Saraiva Martins, Prefetto emerito della Congregazione per le Cause dei Santi, dopo aver celebrato la Santa Messa ad una cinquantina di ospiti...

Ceprano Festa Villaggio Corsetti 20

E’ sempre più un centro culturale di alto livello il Villaggio Corsetti a Ceprano dove il Cardinale Josè Saraiva Martins, Prefetto emerito della Congregazione per le Cause dei Santi, dopo aver celebrato la Santa Messa ad una cinquantina di ospiti, ha tenuto una dotta relazione su San Karol Wojtyla.

Affiancato da Padre Gianfranco Grieco, che ha regalato alla cappella un reliquia contenete un frammento di capello di Giovanni Paolo II, consacrando così la Cappella a San Karol. Padre Gianfranco ha raccontato quando nel lontano 1982 ha raccolto i capelli di Sua Santità, dopo il taglio del suo barbiere personale, e li ha tenuti gelosamente nascosti perché per lui Giovanni Paolo II era già Santo in vita. Poi ha ricordato che si è a Ceprano per festeggiare il 31esimo anno insieme del Gen. Carlo Felice Corsetti e la Sig.ra Emanuela, accompagnati dalla figlia Simona che ha portato con se il fidanzato ed i genitori. E’ stata anche festeggiata la pensione della Dott.ssa Maria Cordova che è stata 50 anni in Magistratura. La Messa è stato anche il momento per quanti hanno partecipato di ricordo per i propri cari. A fatto seguito, in una sala del bellissimo villaggio Corsetti, un'illuminante conferenza di Sua Eminenza Josè Saraiva Martins sul valore della santità che è di tutti: “ Tutti sono chiamati ad essere Santi perché la Santità non è un lusso. La Santità appartiene al DNA della chiesa. Non a caso la gente crede ai Santi ed ecco perché il Diavolo ha paura della Santità poiché questa rende partecipe. La Santità è un dovere struggente di tutti ed è la meta dei Cristiani”. Presenti i giornalisti Giancarlo Flavi - La Notiziah24.com, Maurizio Ajò - Il Tempo e Roberto Simon (stampa Estera) coordinati da Padre Gianfranco Grieco (capo Ufficio del Pontificio Consiglio per la Famiglia) introdotti dal Gen. Carlo Felice Corsetti si è sviluppato un interessante dibattito e diverse domande sono state poste a Sua Eminenza a cominciare da quella di Padre Grieco che ha chiesto se era vero che durante il conclave per l’elezione di Benedetto XVI era stata fatta una lettera da alcuni Cardinali che volevano accorciare l’iter di Santificazione di Giovanni Paolo II. E’ vero la lettera c’è stata, ha confermato Sua Eminenza Saraiva Martins, è stato proprio lui a far ragionare i Cardinali, perché la santificazione di una persona, deve avere il percorso cristallino dall’inizio alla fine, cioè si deve passare prima per la beatificazione poi per la Santificazione, poiché è un processo burocratico molto lento di comparazioni scientifiche e teologiche molto approfondite. Poi ha confermato che è stato lui stesso dopo 30 giorni dalla morte di Giovanni Paolo II a dare il via per la pratica di Beatificazione. Ma cosa lo ha colpito di Giovanni Paolo II? “E’ stato veramente un Santo uomo - ha risposto il cardinale Saraiva- Noi eravamo come due fratelli. Aveva una profonda umanità cristiana è stato l’uomo perfetto. Ha prevalso sempre la sua semplicità e la sua fede profonda. Il Papa si inginocchiava nella cappella antistante per non meno di 15 minuti ed è come se cadeva in estasi, tanta la sua fede cristiana”. Poi sono ci sono stati altri interessanti discorsi ed è seguita la conviviale per i festeggiamenti dei 31esimo anno di matrimonio del Gen. Carlo Felice Corsetti, perfetto padrone di casa con la Signora Emanuela. Da ottobre prossimo, sarà fatto un intelligente programma affinché questo centro che ospita due reliquie di San Pio e San Karol, diventi un centro propulsivo di cultura, non solo religiosa, ma che possa arricchire chi lo frequenta. Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto. Dopo la paura ecco le ordinanze di chiusura delle scuole

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Piglio-Anagni, rifiuti e mazzette. Gare vinte grazie a soldi ed auto a noleggio al tecnico comunale

  • Omicidio Mollicone, la famiglia Mottola rompe il silenzio: "Innocenti, possiamo dimostrarlo"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento