Colleferro, Carella (Pd): Gaia troppo spendacciona e non applica la spending review

Mentre ovunque si contengono le spese, si fanno sacrifici e si taglia, la società Gaia, che ha difficoltà a pagare gli stipendi ai lavoratori, spende e spande per il superfluo.  Farò un’interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico- Scrive...

Mentre ovunque si contengono le spese, si fanno sacrifici e si taglia, la società Gaia, che ha difficoltà a pagare gli stipendi ai lavoratori, spende e spande per il superfluo. Farò un’interrogazione al Ministro dello Sviluppo Economico- Scrive l’on. Renzo Carella.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La crisi attuale impone a tutti la modifica delle proprie spese, soprattutto di quelle superflue e quelle non riconducibili ad un comportamento sobrio, se poi si tratta di società che operano nel pubblico a maggior ragione le parole Spending Review diventano imperative” così l’on.Renzo Carella, deputato del Pd “Parliamo di Gaia società che ogni anno chiude con oltre 3 milioni di passivo: il concetto di spending review e la sua applicazione non è passato nelle alte sfere della società. Qui non ci si fa mancare proprio nulla, si acquistano 3 auto di cui una per il Direttore Generale che a luglio non sarà più a Gaia che passerà a Lazio Ambiente ma nella Bad Company, si pagano rimborsi per ristoranti, parcheggi, alberghi e ogni ridicoleria. Sono oltre cinque anni che si pagano 1500 euro al mese per l’affitto di un appartamento a Roma per il Commissario che a Colleferro, dove è la sede di Gaia, viene forse una volta a settimana”, continua l’on. Carella “Lasciano perplessi le nuove gare di appalto, basta ricordare l’ultima sulle manutenzioni, quattro lotti e per ogni lotto un solo partecipante con ribassi che non superano il 2-3 % segno che la concorrenza non esiste o forse c’è qualche accondiscendenza di troppo; una volta i ribassi arrivavano anche al 30-35 % e significavano risparmi per l’ente. Inoltre dalla raccolta differenziata che Gaia fa e porta nei centri di trattamento di Colleferro, devono ancora arrivare circa un milione di euro. La società Gaia ogni mese trova difficoltà nel pagare gli stipendi ai propri dipendenti, forse una gestione più attenta farebbe bene e magari si troverebbe qualche euro in più. Tutto questo senza il controllo da parte di nessuno! Farò una interrogazione al Ministero dello sviluppo economico ( Gaia opera in regime della legge Marzano) su questa gestione allegra – conclude l’on. Carella - Il commissario in tutti questi anni insieme al suo staff di consulenti e avvocati è costato circa 11 milioni di euro e di fatto non ha messo mano proprio a nulla, un commissariamento inconcludente per la società”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento