Colleferro, la Stanzani (PD) dice No agli ex della maggioranza e si appella a Sanna per l'unità del centrosinistra

"Non siamo il rifugio di chi ha tradito. Perché quanto si tradisce una volta si tradisce sempre. Inoltre, faccio un appello a Sanna (presente in sala ndr) per l’unità del centrosinistra". Questo in sintesi quanto affermato da Diana Stanzani...

"Non siamo il rifugio di chi ha tradito. Perché quanto si tradisce una volta si tradisce sempre. Inoltre, faccio un appello a Sanna (presente in sala ndr) per l’unità del centrosinistra". Questo in sintesi quanto affermato da Diana Stanzani, candidata alle primarie del PD di Colleferro, durante l'incontro con i cittadini di sabato 31 gennaio al Palaolimpic.

Con la Stanzani il Sindaco di Carpineto Romano Matteo Battisti, rappresentanti del PD di Artena, il Cons. Regionale Simone Lupi, e soprattutto l’On. Renzo Carella che ha respinto la "paternità politica" della Stanzani.

Ma vediamo come sono andate le cose. E’ stata la giovane segretaria di Sezione Gloria De Luca ad aprire l'incontro rifacendo la storia dal PD del 2011 quando il partito usci con le ossa rotte alle amministrative dopo che furono presentate ben cinque liste solo tra la sinistra.

"Ma l’operazione di coinvolgimento di Stendardo negli affari comunali - ha proseguito la segretaria - ci ha spinto a ripartire per cercare di rimettere in sesto il tutto. Adesso vogliamo dimostrare che anche a Colleferro c’è un nuovo modo di fare politica e per questo abbiamo lanciato la Stanzani, persona, onesta, seria, capace e preparata per fare il Sindaco”.

Poi è stata la volta di Matteo Battisti, Sindaco di Carpineto Romano, che ha rimarcato come in passato non ci sia stata un grande sinergia con l'amministrazione Cacciotti nonostante le attuali leggi impongano la condivisione di molti servizi ed obiettivi.

L’On. Renzo Carella ha ringraziato Renzi per aver fatto eleggere Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica, poi ha chiarito che; “non sono il padrino di nessuno e mai come oggi abbiamo la possibilità, il 17 maggio prossimo, di chiudere una brutta pagina politica, perché chi ha tradito una volta tradisce sempre”. Diana è una persona seria, onesta ed ha capacità politica di guidare il paese, ed ha invitato chiunque a candidarsi alla primarie perché c’è tempo fino al 7 Febbraio".

Diana Stanzani ha chiuso l'incontro con un richiamo ai veri valori della politica: “Noi non facciamo politica sui social. Vogliamo stare tra la gente come stiamo facendo adesso ed è la gente che va sollecitata, perché Colleferro è diventata una città grigia. La città deve essere riorganizzata per il lavoro in quanto è una città industriale. L’AVIO ci sta dando tante soddisfazioni e da qui si deve ripartire, magari aderendo al bando Europeo HORIZON 2020 per la ricerca. Cacciotti non c'è più e la raccolta differenziata non è mai partita con il piede giusto, ora da questa bisogna questa creare nuovi posti di lavoro. Insomma cambiare verso anche in questo senso. Le associazioni sportive e culturali vanno aiutate in maniera seria con la creazione di una casa della cultura, perché Colleferro ha tanti talenti che devono essere valorizzati a tutti i livelli: musica, arte, scrittura. Per quanto riguarda la sanità la nostra posizione - ha aggiunto Stanzani- è netta e chiara. Pediatria deve restare a Colleferro. In questo settore, che conosciamo molto bene, c’è davvero molto da fare. Infine, il sociale, un settore al quale il PD è molto attento e non è vero che a Colleferro sono tutti belli e ricci. C’è anche gente che ha bisogno di aiuto, che ha bisogno di sostegno in sinergia con tutti gli altri comuni del comprensorio".

La Stanzani ha poi chiuso il tutto con un duro monito contro i 4 ex consiglieri della maggioranza Cacciotti. "Noi non ci intendiamo con coloro che hanno fatto cadere il sindaco, noi trattiamo con partiti e con associazioni. Sarà importante restare uniti anche dopo le primarie quindi chiedo a Sanna (l'altro candidato alle primarie appoggiato dal gruppo di Astorre e Leodori e dall'IDV di Colleferro ndr) di lavorare insieme per l'unità del centrosinistra in vista delle prossime elezioni"

Ringrazio Ferruccio Maggi e Ugo Calvano e lancio il mio slogan: “Io mi impegno per una città che guarda al futuro”.

Giancarlo Flavi

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Colleferro, al via le assunzioni a Leroy Merlin. Ecco come fare a candidarsi

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

  • Precipita in un crepaccio durante l'addestramento, muore giovane finanziere

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento