Colleferro, LazioAmbiente On. Renzo Carella (Pd): il finto concorso mortifica e sconforta tanti laureati

L’on. Renzo Carella torna sul tema assunzioni LazioAmbiente, assunzioni fatte tramite un bando pubblico a luglio, conosciuto da pochi intimi, a cui non è stata data la giusta visibilità perché costruito su figure specifiche poi di fatto...

L’on. Renzo Carella torna sul tema assunzioni LazioAmbiente, assunzioni fatte tramite un bando pubblico a luglio, conosciuto da pochi intimi, a cui non è stata data la giusta visibilità perché costruito su figure specifiche poi di fatto effettivamente assunte: “ Mentre ci sono 30 lavoratori in cassa integrazione, il Commissario Conte, voluto dalla Polverini e con un passato politico nella Pdl, ha assunto 6 nuove persone, 4 quadri, un direttore generale e un direttore amministrativo –afferma l’on. Carella - I 4 quadri sono esattamente le 4 persone che in maniera clientelare aveva già individuato, realizzando per loro un bando di assunzione personalizzato. Visto il suo passato politico ha ritenuto opportuno inserire anche il nipote di un sindaco di centro-destra. Nel ruolo dei direttori, per uno si tratta di nuovo di un ex carabiniere e fermo restando la mia massima stima per l’arma, non capisco che tipo di professionalità si può spendere a differenza di altri curriculum presentati visto che LazioAmbiente si occupa di gestione e smaltimento dei rifiuti. I due nuovi direttori più i quattro quadri costerebbero all’agenzia regionale 500 mila euro l’anno. La mancanza di trasparenza, il clientelismo, l’opacità nella gestione di LazioAmbiente non possono essere più tollerate, le assunzioni fatte hanno mortificato i tanti laureati che avrebbero voluto partecipare e ovviamente gettato sconforto e sfiducia. Per questo presenterò un’Interrogazione Parlamentare per conoscere tutte le procedure adottate, numero di curriculum presentati, la composizione della commissione esaminatrice, e soprattutto i criteri di selezione utilizzati che hanno portato alla scelta dei 6 nuovi assunti”. Mi auguro che da parte della Regione Lazio ci sia la volontà di porre fine a questo modo di fare.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

  • Dopo 36 anni, niente rinnovo del passaporto per una multa da 50 mila lire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento