Colleferro, si tinge di giallo la scomparsa del giovane pastore artenese Marco Lanna

Si tinge di giallo la scomparsa del giovane pastore Marco Lanna, 32 anni di Artena, alla dipendenze del pastore sardo Biancu, residente a Colleferro.

Si tinge di giallo la scomparsa del giovane pastore Marco Lanna, 32 anni di Artena, alla dipendenze del pastore sardo Biancu, residente a Colleferro.

Questa mattina, un forte spiegamento di forze pubbliche a cominciare dall’Elicottero dei Vigili del Fuoco, che si sono presentati anche con il gruppo cinofilo due labrador Nanà e Lara, che da subito hanno trovato una giacca a vento, un coltello a serramanico serramanico e un paio di scarpe messe in fila, proprio a ridosso della Palianese Sud, poco prima del cancello dei Doria. Sarebbe stato accertato che sono del fratello del pastore, il quale ogni tanto li adoperava Marco. Infatti, i cani molecolari si fermano proprio a ridosso della strada e questo farebbe sorgere l’ipotesi che abbia preso qualche autovettura di amici. Sembra inoltre che il telefono del ragazzo squilla sul posto di lavoro, ma Marco era molto sbadato con il telefono lo lasciava ovunque, e proprio su questo si sta lavorando. A dare man forte alla ricerca, è arrivato anche Giove, il cane Bloudhound del Centro Cinofili Carabinieri di Firenze .

Insieme ai Carabinieri della Stazione e della Compagnia di Colleferro gli uomini della Polizia di Stato la Protezione Civile di Colleferro, Artena, Anagni e Valmontone. L’associazione Nazionale dei Carabinieri in congedo, i Vigili del Fuoco con il loro camion Regia, e anche il Club del Moto Cross di Colleferro, tutti coordinati dal comandante la Stazione di Colleferro Maresciallo Paolo Bernabei, sotto l'attenra regia del Cap. Emanuele Meleleo.

Questa mattina, sono state fatte ben quattro squadre intorno alle ore 10,30 che si sono divise la zona e sono partiti anche i due cani, per trovare il pastorello che aveva iniziato a lavorare 3 mesi fa e che a giorni sarebbe stato assunto. Il titolare Biancu ci ha detto. “ Il ragazzo dormiva in un mio piccolo appartamento a Colleferro e venivo tutte le mattine a portarlo, come ho fatto venerdì mattina. Poi quando sono tornato la sera, non l’ho più trovato, allora con la sorella abbiamo pensato di andare sabato pomeriggio a fare la denuncia di smarrimento ai carabinieri di Colleferro, poi si è scatenato tutto quello che vedi”.

La sorella, arrivata assieme all’altro fratello che aveva lavorato nella Protezione Civile di Colleferro, ci ha raccontato che il ragazzo era molto scontroso e chiuso e che aveva fatto lavori saltuari ed era contento di stare con Biancu, perché oltre a dargli la casa, lo stava per sistemare definitivamente. La sorella ci ha poi raccontano che il fratello Marco era difficile che avesse problemi con chichessia.

Con il passare delle ore le speranze di trovarlo in vita si fanno sempre più marginali.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Servizio e Foto Giancarlo Flavi (vietata la riproduzione senza previa autorizzazione)

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

  • Cassino, a rischio chiusura reparti fondamentali dell’ospedale Santa Scolastica

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento