Forte Colleferro, Il derby e’ alle porte. Dario Pisani: ”Stagione comunque da incorniciare. Siamo un grande gruppo!”

Conto alla rovescia per il Derby di Colleferro, tornata, dopo anni di oblio, la Scala del Futsal laziale di C2, con due squadre nelle prime tre posizioni che, a quattro giornate dalla fine, vogliono dimostrare di avere i numeri per puntare ad un...

dario

Conto alla rovescia per il Derby di Colleferro, tornata, dopo anni di oblio, la Scala del Futsal laziale di C2, con due squadre nelle prime tre posizioni che, a quattro giornate dalla fine, vogliono dimostrare di avere i numeri per puntare ad un clamoroso doppio passaggio di categoria.

Dario Pisani, veterano di tante battaglie sulla panchina di Via degli Atleti, è oggi il preparatore atletico della Forte Colleferro, l’uomo in grado di trasformare i “ragazzini terribili” di Paolo Forte in autentiche macchine da futsal.

Mister Pisani, è arrivato il giorno del Derby

“Già, una partita importante che può dare un senso al Campionato di entrambe le formazioni. Loro puntano alla vittoria del girone e noi siamo in corsa per i Play Off. Entrambi abbiamo le dirette inseguitrici ad un punto. Sarà sicuramente una gara difficile e tutta da giocare. Io mi auguro, come sempre, di vedere in campo prima di tutto correttezza e Fair Play.”

Chi vince?

“Loro sono primi in classifica e giocano in casa. Noi siamo la squadra che subisce meno gol e che, a detta di molti addetti ai lavori, siamo tra le squadre di C2 che praticano il miglior futsal. I due allenatori sono tra i migliori del panorama regionale e hanno esperienza e mestiere da vendere. Credo che nessuna delle due squadre parta con il risultato in tasca. Dico solo che ho visto i miei ragazzi motivati e carichi al punto giusto. Sarà una bella sfida e cuore e testa conteranno più dei piedi.”

Soddisfatto del Campionato dei suoi ragazzi?

“Dire soddisfatto è poco. Dopo quattro giornate eravamo in piena zona retrocessione con tre partite perse su quattro giocate. Adesso siamo terzi e non perdiamo in Campionato da Ottobre. Una cavalcata straordinaria che nessuno avrebbe mai ipotizzato e il cui merito va a tutto il gruppo.”

C’è un giocatore che l’ha particolarmente impressionata?

“Come dicevo la forza di questa squadra è il gruppo. E quando parlo di gruppo, mi riferisco all’insieme di dirigenti, tecnici e atleti. E poi, abbiamo un allenatore che fa la differenza.

Un allenatore esigente, Mister Forte?

“Quando ho accettato di collaborare con Paolo (Forte ndr), sapevo che andavo ad inserirmi in un progetto serio e ambizioso. Strutture importanti, persone competenti e preparate, un programma di lavoro duro e intenso. E, soprattutto, il sogno di portare tanti ragazzi giovanissimi ad amare questo sport. Ho trovato ragazzi motivati, pronti a sacrificarsi e coscienti che con noi si lavora tanto e bene. I risultati sono sotto gli occhi di tutti.”

Se non si dovessero centrare i Play Off, si parlerebbe di stagione deludente?

“Assolutamente no! Indipendentemente dal piazzamento, è stata, ed è, una stagione entusiasmante. Il nostro obiettivo era quello di far crescere un gruppo di ragazzi molto giovani, provenienti tutti dalla Serie D e credo che l’abbiamo centrato in pieno. Tra l’altro, i due/tre giocatori con più esperienza che dovevano, nei piani, fare da “chioccia” al gruppo, ci hanno lasciato per vari motivi e, a tale proposito voglio inviare un abbraccio e un grandissimo augurio di pronta guarigione a Andrea Colaceci. Con lui in campo avremmo avuto ulteriori soluzioni a livello realizzativo. Lo aspettiamo a Agosto per la preparazione alla nuova stagione. Comunque credo che, indipendentemente dal risultato di sabato, la corsa alle primissime posizioni si giocherà sino all’ultimo minuto dell’ultima gara e il gioco degli scontri diretti non mette al sicuro nessuno. E chi sarà più bravo riceverà gli applausi dagli altri. E’ questo lo sport: bellissimo, ma allo stesso tempo crudele.

Allora, Mister, in bocca al lupo!

“Crepi. Abbiamo le carte in regola per fare bene e sono certo che raggiungeremo grandi traguardi. Questa è una squadra nata per guardare oltre l’orizzonte ed è contornata da persone serie, preparate e che credono in questa visione del calcio a cinque. Non me ne voglia nessuno, ma voglio ricordare l’ottimo lavoro di Alessandro Ercoli, il nostro Angelo custode, e lo straordinario impegno del nostro Direttore Generale Enrico Segantini. Due persone che spesso lavorano nell’ombra con umiltà e passione, ma che sono tra quelle che rappresentano un valore aggiunto per questa squadra e questa società. Qualunque risultato raggiungeremo, porterà anche la loro firma.”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

M.Giustinelli

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento