Frosinone, Abbruzzese (FI) visita casa circondariale. “occorre personale e pronto soccorso nuovo padiglione”

Il Consigliere regionale di Forza Italia, Mario Abbruzzese ha visitato la Casa Circondariale di Frosinone insieme ai rappresentanti sindacali del FNS Cisl della provincia di Frosinone, Mauro Perilli, segretario Generale, Nico Mastronardi...

Il Consigliere regionale di Forza Italia, Mario Abbruzzese ha visitato la Casa Circondariale di Frosinone insieme ai rappresentanti sindacali del FNS Cisl della provincia di Frosinone, Mauro Perilli, segretario Generale, Nico Mastronardi, Coordinatore provinciale VVF e Giancarlo Cinelli, per conoscere le principali criticità che affliggono la strutturale e le relative problematiche del personale impiegato.

“Ringrazio la direttrice della Casa Circondariale, Luisa Pesante, il comandante, Rocco Elio Mare ed il capo ispettore Giorgio Tatangelo per la loro disponibilità a concretizzare questo incontro e discutere insieme alla FNS CISL dello stato in cui versa la struttura carceraria. Purtroppo sono emerse alcune criticità, una su tutte, il rapporto tra numero di detenuti e unità di personale. Infatti, secondo una stima fatta sia dai sindacati che dalla direzione servirebbero almeno altre 70 unità per riuscire a gestire la CC, senza che gli agenti impiegati siano costretti a turni massacranti, tra le 10 e le 12 ore, come succede quotidianamente. Tale stato di cose è dovuto all’apertura del nuovo padiglione, in cui, per forza di cose, si sono creati decine di nuovi posti di servizio. La situazione attuale, oltre a non poter garantire i basilari diritti del personale, mette in gravissimo rischio l’ordine e la sicurezza sia all’interno del medesimo Istituto che all’esterno. Per sei giorni a settimana la parte bassa del Capoluogo Frusinate e il circondario del carcere è invaso da centinaia di familiari in visita ai reclusi. I detenuti rispondono di gravissimi reati di stampo mafioso e camorristico e sono in regime di alta sicurezza. Un altro aspetto molto grave su cui mi riserverò mettere a conoscenza il commissario della Asl di Frosinone, Macchitella, è che nella nuova ala della casa circondariale non è attivo il pronto soccorso. La struttura ospita all’incirca 300 detenuti e non è sicuramente nelle vicinanze dell’unica postazione medica attiva, che si trova nel vecchio padiglione. Secondo il personale medico e la dirigenza qualora si verificasse un emergenza all’interno del nuovo stabile, sarebbe impossibile agire tempestivamente, considerando che il tempo di percorrenza da e per l’unica infermeria attiva è di 20 minuti circa. Infine, il personale lamenta la presenza di circa trenta detenuti che dovrebbero essere affidati alle Rems, perché soggetti con disturbi psichici e non di certo detenuti in un penitenziario.

Alla luce di questa situazione scriverò alle dovute sedi per riuscire a richiamare l’attenzione dell’amministrazione penitenziaria sulle problematiche interne al carcere di Frosinone”. Ha concluso Abbruzzese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento