Frosinone, Democratici per Pompeo: nessuna preoccupazione per assegnazione deleghe

In merito alle reiterate notizie di stampa che riguardano l’assegnazione delle deleghe ai Consiglieri Provinciali teniamo a precisare che il gruppo Democratici per Pompeo è preoccupato da tanti e tanti problemi che ogni giorno il nostro ente deve...

Palazzo Provinciale

In merito alle reiterate notizie di stampa che riguardano l’assegnazione delle deleghe ai Consiglieri Provinciali teniamo a precisare che il gruppo Democratici per Pompeo è preoccupato da tanti e tanti problemi che ogni giorno il nostro ente deve affrontare e certamente non dall’assegnazione di compiti per i quali, tra l’altro, non c’è ancora chiarezza a livello regionale. Quello che evidentemente si stenta a capire è che la Provincia è ora un ente diverso da prima, in fase di profonda trasformazione non ancora terminata, e che necessariamente sconta una fase organizzativa per nulla semplice che il Presidente Pompeo sta guidando con impegno notevole.

Comprendiamo che il dibattito politico possa risultare più affascinante di noiose questioni intrise di cavilli burocratici e interpretazioni delle norme, ma la realtà è attualmente una sola: si è dovuto fare un nuovo statuto che ha bisogno dei suoi tempi e che molte altre province d’Italia non hanno ancora varato; si deve fare i conti con i capitolati ormai vuoti dovuti ai tagli della legge di stabilità intervenuta solo un mese fa; si devono affrontare questioni gravissime e annose, come quella della Multiservizi, dell’Agenzia di Formazione, dei lavoratori Lsu, dei rapporti col gestore idrico e via di seguito che certamente non abbiamo creato noi ma non per questo utilizziamo per accusare i nostri predecessori. Lavoriamo per fronteggiarle, senza risorse a disposizione e con tanti problemi aggiuntivi. Questo è un Ente che ha tutti i problemi di prima ma quasi nessuno degli strumenti precedenti per affrontarli, se li deve ricreare tenendo conto di quanto viene deciso altrove, dal Governo e dalla Regione. I consiglieri che hanno voglia di lavorare lo stanno già facendo e riteniamo che non ci voglia una particolare arguzia per comprendere che le deleghe devono essere assegnate a ragion veduta in base ai compiti e alle esigenze di un Ente completamente nuovo”.

Germano Caperna – Capogruppo Democratici per Pompeo Provincia di Frosinone

IL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA ANTONIO POMPEO INCONTRA I SEGRETARI PROVINCIALI DELLA CGIL, CISL E UIL

Al centro della riunione, le vicenda dei conguagli Acea e la riorganizzazione del settore Ambiente

Il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo ha incontrato, a Palazzo Iacobucci, il segretario provinciale della CISL, Pietro Maceroni, della UIL, Gabriele Stamegna e della CGIL, Guido Tomasso, accompagnato da Silvio Campoli della FILCEM.

Al centro del colloquio, oltre che una panoramica globale sulle strategie e le progettualità di rilancio del territorio, il Presidente Pompeo e i segretari delle sigle sindacali hanno affrontato la questione Acea, in particolare le problematiche legate ai conguagli 2006-2011 richiesti dal gestore idrico e la questione della riorganizzazione del Settore Ambiente, anche a fronte delle cronicità e delle problematiche accumulate nel corso degli anni.

Proprio il tema della riorganizzazione dell’Ufficio Ambiente è stato centrale nella discussione, al fine di renderlo più funzionale rispetto alle esigenze produttive delle aziende locali e nel contempo assicurare una maggiore azione di tutela del territorio.

Il Presidente Pompeo ha manifestato piena disponibilità, ribadendo che la riorganizzazione del settore Ambiente costituisce una priorità dell’azione amministrativa e sulla quale già sta operando, in quanto la Provincia vuole essere strumento a fianco delle aziende e della produzione e nel contempo esercitare una funzione “forte” di controllo del territorio.

Si è stabilito, una volta completata la riorganizzazione, di programmare un incontro tra la Provincia, le sigle sindacali e le organizzazioni datoriali per presentare la nuova struttura del Settore Ambiente e le linee di azione rispetto alle competenze, avviando un dialogo diretto e un confronto continuo con gli attori del mondo produttivo locale.

“Un incontro proficuo, in un clima di collaborazione e condivisione, tutto teso a risolvere alcune emergenze che vive questa nostra provincia – hanno dichiarato al termine della riunione il Presidente Pompeo, insieme con i segretari Maceroni, Stamegna e Tomasso – deve essere questo il modello di confronto tra le Istituzioni e i rappresentanti sindacali: da entrambe le parti, l’attenzione e l’impegno nel promuovere il Bene comune”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

incontro3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Ceprano-Frosinone, maxi tamponamento tra due camion in A1. Diversi i feriti

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

  • Cade in una buca di scarico con la figlioletta di 18 mesi, la piccola trasferita a Roma

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento