Frosinone, il consigliere comunale Flora Ferazzoli rassegna le dimissioni per incompatibilità con l’attività professionale

Questo il saluto del consigliere Flora Ferazzoli ai colleghi del consiglio e ai cittadini: “L’attuale legge sulla incompatibilità ed il tempestivo esposto della Fials,

Frosinone, botta e risposta tra Ottaviani e De Angelis sull’utilizzo del palazzetto dello sport

Questo il saluto del consigliere Flora Ferazzoli ai colleghi del consiglio e ai cittadini: “L’attuale legge sulla incompatibilità ed il tempestivo esposto della Fials, (a cui sono iscritti alcuni miei colleghi di reparto), mi hanno costretta all’opzione fra consigliere comunale e responsabile dell’ U.O.C. di nefrologia e dialisi. Ho scelto la professione, nonostante tale incarico sia a tempo limitato, e con rammarico ho dato le dimissioni da consigliere comunale. Ringrazio tutti coloro che mi hanno votata, certa che capiranno che la scelta è stata sofferta.

Un ringraziamento ad Alessandra Mandarelli che ha creduto in me e nel mio progetto sulla Dialisi Peritoneale, dandomi l’opportunità di candidarmi. Un saluto a tutti i componenti del consiglio comunale e sopratutto a coloro con cui si era creato un bel rapporto di collaborazione. Speravo di portare a termine il mandato, per poter dare un contributo, con la commissione sanità , alle persone malate e bisognose di cure e di rispetto, coniugando politica e sanità nella correttezza e nel rispetto dei cittadini. Io agirò in tal senso, come sempre e sopratutto nel mio nuovo ruolo ospedaliero. Infine un saluto particolare al Sindaco Nicola Ottaviani, uomo che opera con dedizione ed entusiasmo trascinante. E' stata comunque una bella esperienza”.

Ombretta Ceccarelli: “ dove stava la Kovari quando governava Marini”?

Il consigliere Ombretta Ceccarelli risponde agli attacchi della responsabile di Sel Marina Kovari, evidenziando come “la politica del centrosinistra basata sulle formalità e sulle apparenze mediatiche non è accettabile, per principio non sono solita contraddire una donna – afferma la Ceccarelli – ma sono basita per le dichiarazioni della signora Kovari, che solo adesso è così laboriosa a criticare. Tutti noi amministratori abbiamo responsabilità sul futuro dei lavoratori della Multiservizi, ma è fondamentale però conoscere bene la situazione per fare chiarezza sull’intero quadro ricordando sempre che la regione Lazio ha la maggioranza nella società (ha il 49%) per cui deve assolutamente farsi carico dei debiti. Chi vuole visibilità politica deve conquistarsela non solo con attacchi strumentali, ma con fatti e proposte concrete. Dove era la Kovari quando 3 anni fa io e il consigliere Danilo Magliocchetti ci siamo confrontati con alcune delegazioni della Multiservizi? Abbiamo presentato mozioni ed interrogazioni, sindaco Marini, ma senza risultati, chiusura totale del centrosinistra incluso il Sel e i suoi componenti. Non si può continuare a speculare su questa grave situazione dei lavoratori, perché la Kovari non si chiede a chi è dovuta la delicata situazione di predissesto al comune di Frosinone e come risolvere la mancanza dei trasferimenti da parte della Regione Lazio? Sono sicura però che la rabbia della Kovari è dovuta a ben altri fatti, al fervore artistico culturale di Frosinone che ha finalmente raggiunto con il centrodestra il ruolo di capoluogo di provincia che aveva perso negli ultimi anni, gli eventi di spessore di questi mesi estivi hanno infatti finalmente riscattato il capoluogo dopo anni di immobilismo. Rammento inoltre che il Pdl è sempre stato il primo partito (incluso le ultime regionali dove Storace ha prevalso). Inoltre tutti i consigli comunali si sono svolti in prima convocazione senza la seconda come eravamo abituati in altri tempi. Quale è lo scollamento e lo sbando del centrodestra di cui parla la Kovari? Per intervenire sui problemi del capoluogo bisogna sempre informarsi e documentarsi approfonditamente, ricordando che per l’amministrazione Ottaviani la solidarietà è uno dei punti cardine, basti pensare al progetto Solidiamo. Tutti noi del centrodestra siamo comunque sempre pronti a confrontarci con proposte e risoluzioni fattive, per il bene della cittadinanza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Si innamora di una donna, lei lo incastra con delle foto intime e si fa dare quasi 20 mila euro

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Cassinate, scontro mortale lungo la superstrada, muore una donna di 46 anni

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento