Frosinone, inaugurata a Selva Piana la nuova scuola con la benedizione del Vescovo Spreafico

Ha avuto luogo questa mattina (sabato 13 settembre 2014) l’inaugurazione della nuova scuola nel quartiere Selva Piana. Il plesso scolastico, che ha avuto la benedizione del Vescovo di Frosinone, Mons. Ambrogio Spreafico, sarà denominato “La...

Lavori alle scuole

Ha avuto luogo questa mattina (sabato 13 settembre 2014) l’inaugurazione della nuova scuola nel quartiere Selva Piana. Il plesso scolastico, che ha avuto la benedizione del Vescovo di Frosinone, Mons. Ambrogio Spreafico, sarà denominato “La Rinascita”.

“Rinascita perché – ha spiegato il Sindaco Nicola Ottaviani – nasce in un quartiere che presenta delle criticità e questa struttura, con quella che sarà la sua vitalità, potrà essere il centro propulsore per il miglioramento degli standard di vivibilità di tutta la zona. Rinascita, poi, perché quello che abbiamo fatto è un investimento sulle nuove generazioni. In un momento di grande sofferenza economica del Paese abbiamo voluto lanciare un segnale di fiducia, un messaggio di speranza per un futuro migliore. Questa è la seconda scuola che inauguriamo in appena due anni e a breve completeremo i lavori per un terzo plesso scolastico, a conferma di come la nostra amministrazione creda fortemente nella cultura, nella didattica e nell’educazione come strumenti per una nuova stagione di crescita e di miglioramento della nostra città e della nostra comunità.La realizzazione di nuove scuole è uno dei segnali più importanti del progresso civile di una società. Trovare un luogo idoneo in cui i bambini possono prepararsi alla vita, sapere che attraverso la guida degli insegnanti potranno esprimere tutte loro potenzialità, talenti, attitudini, in ogni campo, è la vera ricchezza per il futuro, il più grande regalo a tutta la comunità frusinate. Oggi Frosinone, grazie ad un’opera incessante, costante e programmata di intervento sull’edilizia scolastica è all’avanguardia a livello nazionale, circostanza confermata anche dalle varie classifiche di settore su scala interregionale. Ridisegnare l’ambiente di apprendimento significa considerare molteplici direttrici che, nel loro complesso, influenzano la dimensione spazio-temporale dell’apprendere. Un contesto gradevole ed armonioso, sotto il punto di vista dell’architettura e dell’arredo, non può che favorire lo sviluppo delle capacità di apprendimento dei nostri figli. Con la costruzione della nuova scuola di Selva Piana abbiamo offerto ai nostri ragazzi la possibilità di potersi esprimere al meglio, nella speranza che un giorno potranno diventare la classe dirigente della nostra città. Voglio rivolgere un sentito ringraziamento all’assessore ai lavori pubblici Fabio Tagliaferri, al dirigente del settore lavori pubblici Francesco Acanfora e alla struttura comunale per l’importante risultato conseguito”.

“C’è grande soddisfazione per il risultato che si è riusciti ad ottenere” ha commentato l’assessore Fabio Tagliaferri. “All’atto del nostro insediamento – ha proseguito Tagliaferri – i lavori erano fermi da tempo a causa di una serie di problematiche amministrative ed economiche che, come nel caso dei lavori per la Monti Lepini, siamo riusciti a risolvere grazie all’impegno e alla credibilità dell’Amministrazione Ottaviani. Costruire una scuola significa investire nei giovani e nella loro formazione, significa investire nel futuro, nella qualità della vita dei nostri quartieri e dei cittadini. Questa moderna e spaziosa struttura sarà un ambiente di apprendimento stimolante e ricco di opportunità formative per i nostri giovani. È un altro importante tassello che si aggiunge al grande lavoro ed alla grande attenzione che stiamo dando all'edilizia scolastica ed alla sicurezza dei nostri ragazzi. In questo senso non va, infatti, dimenticato il grosso sforzo sulla manutenzione degli edifici scolastici che abbiamo portato avanti da quando ci siamo insediati, che ha consentito alle scuole di aprire sempre con regolarità e senza problemi a differenza di quanto accadeva negli anni passati. Ringrazio al dirigente del settore lavori pubblici, Arch. Francesco Acanfora, è alla struttura comunale per il notevole impegno profuso”.

“La costruzione di questa nuova scuola – ha detto l’assessore alla pubblica istruzione Claudio Caparrelli – è il segnale concreto dell’impegno dell’Amministrazione Ottaviani per migliorare l’offerta dal punto di vista delle strutture scolastiche per i ragazzi della nostra città. Ciò, in termini concreti, significa ambienti sicuri e sani e certamente più funzionali alla migliore esplicazione delle capacità e delle attitudini degli alunni che frequentano le scuole della nostra città”.

La nuova scuola, che assorbirà 8 classi dell’ex Opera Pia Kambo e 5 della “Lombardo Radice”, potrà ospitare 375 alunni divisi in quindici classi. Il costo dell’intervento è rimasto invariato rispetto alle previsioni, con un investimento di € 4.327.050 articolato in due lotti ed il secondo di € 2.335.951,20, cofinanziati da Comune di Frosinone e Regione Lazio. Le aule hanno una superficie di 50 metri quadrati l’una, con spazi interciclo fra gli ambienti ed una grande sala per le attività integrative e parascolastiche. Sono presenti, poi, una palestra ed un’ampia mensa, in conformità alle vigenti norme in materia di edilizia scolastica. Il corpo principale consta di due piani, delle dimensioni in pianta di circa 19 per 53 metri, ed ospita le aule, i servizi e le attività integrative e di interciclo, mentre un secondo corpo di un solo piano, delle dimensioni in pianta di circa 19 metri per 43, collegato al primo da un corridoio chiuso e coperto, ospita la palestra e la mensa con cucina ed i relativi servizi. La superficie del lotto interessato è di circa 8.000 metri quadrati, e le aree esterne sono state sistemate con parcheggi ed ampie zone di verde organizzate per il gioco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Morolo, scontro tra auto e bus, Ivan De Santis di 27 anni non ce l'ha fatta

  • Omicidio Mollicone, Lavorino alle Iene: "Serena uccisa dal brigadiere Santino Tuzi"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento