Frosinone, Pompeo incontra il comitato dei disoccupati: la provincia convocherà un tavolo interistituzionale permanente per l’emergenza lavoro

Il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo, insieme con il consigliere provinciale Domenico Alfieri, hanno incontrato i componenti del “Comitato promotore per la vertenza frusinate contro la disoccupazione e la precarietà”, composto...

incontro disoccupati

Il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo, insieme con il consigliere provinciale Domenico Alfieri, hanno incontrato i componenti del “Comitato promotore per la vertenza frusinate contro la disoccupazione e la precarietà”, composto dai rappresentanti dei lavoratori di diverse realtà produttive in crisi del territorio.

Oltre ad affrontare le problematiche che interessano le vertenze in corso e che vanno dalla Marangoni alla ex Vdc, dai precari della giustizia agli ex Mersen, ex Ilva ed ex Conad, durante l’incontro i componenti del Comitato hanno chiesto al Presidente Pompeo di farsi promotore della costituzione di un Tavolo di lavoro istituzionale permanente per affrontare le emergenze occupazionali.

Al tavolo - hanno richiesto i lavoratori – devono essere invitati a farne parte i rappresentanti locali in Parlamento, i consiglieri regionali, i sindacati, le organizzazioni datoriali, i consorzi industriali e tutti gli attori che hanno contribuito alla stesura dell’Accordo di Programma, modello operativo che ha dato risultati in passato.

“La Provincia di Frosinone – ha spiegato il Presidente Pompeo - accogliendo le richiesta del “Comitato promotore per la vertenza frusinate contro la disoccupazione e la precarietà” intende avviare il percorso per la costituzione di un tavolo di lavoro aperto a tutti gli attori istituzionali e produttivi del territorio e che possa essere utile a superare l’emergenza occupazionale in atto, con tutte le conseguenze che ne derivano”.

“Sarà la Provincia, - conclude Pompeo - in qualità di Ente rappresentativo delle istanze di un intero territorio a promuovere la convocazione del tavolo, già per la prossima settimana, auspicando la più ampia e convinta partecipazione”.

PROTESTA DIPENDENTI PROVINCE, POMPEO: “SOLIDARIETA’ AI LAVORATORI. IMPEGNATI A TUTELARLI”

“Esprimo vicinanza e solidarietà ai lavoratori della Provincia di Frosinone che oggi hanno manifestato, come in tutte le altre province d’Italia, per chiedere la tutela del posto di lavoro. La riforma degli enti locali, seppur necessaria, deve servire a garantire un efficace e funzionale ammodernamento della macchina amministrativa e dei servizi che le pubbliche amministrazioni erogano ai cittadini, il tutto salvaguardando, anzi valorizzando, il capitale umano e le professionalità rappresentate dai dipendenti”.

Lo dichiara il Presidente della Provincia di Frosinone Antonio Pompeo.

“La riforma Delrio è condivisibile in linea di principio, ma sta incontrando rallentamenti in sede di applicazione, in particolare scontando i ritardi per ciò che concerne la ricollocazione delle funzioni e la certezza dei finanziamenti. Va da sé che proprio in questo stallo si inserisce la problematica del personale”.

“La Provincia di Frosinone – argomenta Pompeo - ha assolto agli obblighi richiesti, in particolare sulla ricognizione dei dipendenti e della spesa. Ora attendiamo che si dia seguito ai decreti attuativi e che la Regione definisca le competenze che intende riprendersi e quali lasciarci. Così come attendiamo tutti gli ulteriori passaggi normativi che servano a chiarire la vicenda. Da parte mia, mi sento di garantire ai dipendenti che sono al loro fianco, per tutelarli. Così come dimostra la presenza e la partecipazione a tutti i tavoli e osservatori governativi e regionali fino ad oggi istituiti”.

“E’ interesse comune – conclude il Presidente Pompeo - che questa problematica venga superata, così come venga superato il nodo delle competenze e delle risorse. Solo in questo modo la riforma delle Province potrà essere utile alla comunità”.

PROVINCIA, UN INTERESSANTE SEMINARIO “EXPÒ QUALITÀ ALIMENTARE: IL CONTRIBUTO DEI PERITI AGRARI”

Presso la Sala del Consiglio della Provincia di Frosinone si è svolto un interessante seminario sul ruolo e le funzioni dei periti agrari diplomati di Frosinone, in concomitanza con l’importante appuntamento dell’Expò.

“Expò qualità alimentare: il contributo dei periti agrari”, il titolo del seminario che ha inteso accendere i riflettori su una professionalità in continua crescita e necessaria rispetto ad un comparto produttivo come il settore agroalimentare che ha bisogno di figure specializzate, spesso mancati sul mercato del lavoro, dunque una specializzazione con ottime possibilità di impiego.

Hanno partecipato all’iniziativa organizzata dal Collegio Provinciale dei Periti agrari della provincia di Frosinone, la presidente del collegio provinciale Natascia Sambucci, il presidente di Aspera Andrea Bottaro, il vicepresidente della Provincia Andrea Amata che ha presieduto l’evento, il consigliere provinciale con delega all’agricoltura Danilo Magliocchetti e il sindaco di Alvito Duilio Martini.

“Ringrazio l’Ordine dei Periti agrari della Provincia di Frosinone, in particolare il presidente Sambucci – ha dichiarato il vicepresidente Amata – per l’interessante seminario di oggi”.

“Il comparto agricolo può essere considerato strategico per rilanciare l’economia italiana, vantando una straordinaria tradizione e un variegata gamma di tipicità, che caratterizza ogni angolo del nostro territorio”.

“Ma per attrezzare questo settore al meglio e renderlo protagonista rispetto ad un mercato globale e globalizzato – ha argomentato il vicepresidente della Provincia - occorre investire soprattutto in professionalità. Professionalità che i periti agrari interpretano al meglio, strumenti indispensabili per accompagnare, passo dopo passo, il processo di crescita e rilancio. A tal fine, stiamo lavorando per dotare il nostro territorio, in particolare attraverso la presenza di un Istituto agrario ad Alvito, di un importante polo formativo nel settore agroalimentare, attraverso la sinergia con l’Università di Cassino”.

“A tale azione – ha concluso Amata – va accompagnato un’azione importante per intercettare le opportunità offerte da Expò e lanciare definitivamente le nostre produzioni, aprendo le aziende ai mercati internazionali. Su questo aspetto va fatta squadra”.

“I periti agrari svolgono una importante funzione di valorizzazione e sviluppo per l’economia agroalimentare – ha aggiunto il consigliere Magliocchetti – figure indispensabili e di sopporto per un comparto che garantisce al nostro territorio in particolare, importanti occasioni di sviluppo”.

“Voglio ringraziare il vicepresidente della Provincia Andrea Amata – ha dichiarato Duilio Martini, sindaco di Alvito – per l’attenzione e l’impegno con il quale sta lavorando per favorire la crescita e lo sviluppo della Valcomino. Se riusciremo a realizzare il progetto del polo formativo agroalimentare avremo dato una notevole opportunità al territorio”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

peritiagrari2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Manette troppo strette: due agenti di Polizia penitenziaria a processo per lesioni contro un recluso

  • Ciclista ciociaro muore lungo la strada per Forca d'Acero

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento