Frosinone, Scuole, Sanità e acqua pubblica intervento di De Santis, Ceccarelli e Tagliaferri

Nella giornata odierna sono stati effettuati lavori di risistemazione e disinfestazione di uno spazio all’interno della scuola Giovanni XXIII°. Gli interventi prontamente predisposti dagli assessorati alle Manutenzioni e all’Ambiente

Nella giornata odierna sono stati effettuati lavori di risistemazione e disinfestazione di uno spazio all’interno della scuola Giovanni XXIII°. Gli interventi prontamente predisposti dagli assessorati alle Manutenzioni e all’Ambiente si sono resi necessari dopo che è stata notata la presenza di ratti in un’area interna, dove inizialmente era prevista la collocazione di un ascensore. L’area prontamente ripulita da materiale di risulta è stata poi oggetto di disinfestazione, derattizzazione e messa in sicurezza.

“Di fronte all’emergenza – ha dichiarato il vicesindaco e assessore all’Ambiente Fulvio De Santis – ci siamo subito attivati per garantire la massima sicurezza degli alunni e di tutti gli operatori del plesso scolastico”. “A giorni – ha aggiunto l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Fabio Tagliaferri – riprenderemo i lavori per la collocazione dell’ascensore nell’area in oggetto e per garantire quindi la massima funzionalità dell’istituto scolastico”.

SCUOLE FROSINONE, GIUNTA CHIEDE FONDI ALLA REGIONE

La Giunta Ottaviani, nella seduta odierna (sabato 14 settembre 2013), ha approvato una delibera con cui chiede alla Regione Lazio l’erogazione di contributi per la messa in sicurezza, per la ristrutturazione e per la manutenzione straordinaria degli edifici scolastici di propria competenza.

La Pisana, tramite l’assessorato alle infrastrutture, alle politiche abitative e all’ambiente, infatti, con un bando in scadenza il 15 settembre 2013, ha messo a disposizione 14 milioni, provenienti dal cosiddetto Decreto del Fare licenziato nei mesi scorsi dal Governo nazionale, per progetti esecutivi approvati e immediatamente cantierabili finalizzati alla realizzazione di interventi urgenti di riqualificazione e messa in sicurezza degli istituti scolastici.

L’amministrazione Ottaviani, che già aveva lavorato per la predisposizione di alcune progettazioni, fino ad oggi rimaste senza copertura finanziaria, richiamandosi al programma triennale delle opere 2013-2015, ha chiesto di poter ottenere contributi per 8 scuole, che necessitano di manutenzione straordinaria, per un ammontare complessivo di circa 3 milioni di euro. Per la tipologia delle opere si passa, ad esempio, dagli interventi sugli impianti elettrici a quelli antincendio e alla realizzazione di ascensori, mentre per la scuola “Maiuri” è stato chiesto un finanziamento per la demolizione e la ricostruzione della palestra, rimasta gravemente danneggiata dalla eccezionale nevicata del 2012.

“Grazie ad un’attenta opera di programmazione – ha detto il Sindaco Nicola Ottaviani – stiamo tentando di veicolare sul capoluogo le nuove opportunità finanziarie che provengono dagli enti sovraordinati. Le risorse stanziate dal Governo, tramite la Regione Lazio, non possono bypassare le esigenze delle scuole del capoluogo, su cui insistono anche una serie di famiglie non residenti a Frosinone e, quindi, meritevoli di un’attenzione superiore, oltreché di un proporzionato impegno economico”.

L’assegnazione dei fondi sarà fatta dal Ministero dell’Istruzione, dell’università e della ricerca, entro il 30 ottobre, sulla base delle graduatorie presentate dalle Regioni entro il 15 ottobre.

SCUOLE E SANITÀ PREDISPOSTI SERVIZI STRAORDINARI DALL’ASSESSORE DE SANTIS

Nell’imminenza dell’inizio dell’anno scolastico, l’Assessore all’Ambiente e Vice Sindaco Fulvio De Santis ha predisposto, per quanto di propria competenza, interventi straordinari di manutenzione e pulizia del verde scolastico con il taglio dell’erba delle aiuole e la potatura delle siepi i cui servizi sono affidati alla cooperativa Nexus all’uopo incaricata.

Nel contempo, è stata individuata la necessità d’intervenire anche per una preventiva disinfezione e derattizzazione dei 27 plessi scolastici comunali.

Si sottolinea la particolare importanza del servizio di disinfezione a tutela dell’igiene e della salute della popolazione scolastica in quanto con gli interventi realizzati vengono annullate le sorgenti di batteri patogeni mediante prodotti battericidi, batterio statici e deodoranti. I singoli interventi verranno svolti in tutti i plessi scolastici comunali con l’uso di prodotti registrati presso il Ministero della Sanità.

Di notevole importanza sono anche gli interventi di derattizzazione, che sono stati svolti anch’essi in tutti i plessi scolastici comunali. Anche in questo caso per i singoli interventi, svolti in tutti i plessi scolastici comunali, si farà uso di prodotti registrati presso il Ministero della Sanità.

“Esprimo grande soddisfazione per la tempestività dell’attività poste in essere con grande professionalità dal settore Ambiente del Comune di Frosinone cui va un ringraziamento sentito” ha detto il Vice Sindaco Fulvio De Santis. “Le scuole – ha continuato De Santis – sono il punto di riferimento qualificante dell’Amministrazione, e a queste saranno dedicate le attenzioni necessarie, in particolar modo per la fruibilità degli ambienti esterni come luogo didattico e di svago dei più piccini. L’Amministrazione Ottaviani, sin dal proprio insediamento è impegnata in una attività importante di valorizzazione e riqualificazione dei plessi scolastici per offrire agli alunni e al personale docente e non docente ambienti sani e funzionali alle attività da svolgere”.

Scuole che rispettano l’ambiente e che sono autonome dal punto di vista energetico. E’ stata ultimata, infatti, la realizzazione di un impianto fotovoltaico e di un impianto solare termico nella Scuola Elementare di Via Verdi.

L’opera, nel suo complesso, è molto importante e rientra nella politica di tutela ambientale e di risparmio energetico, che l’Amministrazione Ottaviani, sotto la forte spinta propositiva in ottica ambientale del Settore di riferimento e del Vice Sindaco Fulvio De Santis, sta portando avanti con impegno e serietà e che garantirà il fabbisogno energetico dell’intera Scuola.

I lavori sono stati ultimati nel corso del mese di Luglio 2013, mentre l’impianto solare termico e l’impianto fotovoltaico sono stati ufficialmente messi in esercizio nei primi giorni del mese di settembre 2013.

In particolare, l’impianto fotovoltaico è stato regolarmente allacciato alla rete di distribuzione elettrica locale da parte dei tecnici di Enel Distribuzione S.p.A. – Zona di Frosinone ed ha iniziato a produrre energia elettrica direttamente dal Sole, con notevoli benefici economici ed ambientali.

L’impianto è in grado di assicurare una produzione media annua di energia elettrica pari a circa 52.000 kWh di cui circa 8.600 kWh/anno sono autoconsumati dall’edificio scolastico all’atto della sua produzione. Ciò significa che dal punto di vista del fabbisogno elettrico, la Scuola di Via Verdi potrà praticamente ritenersi autosufficiente, potendo contare, di fatto, sull’azzeramento del suo prelievo diretto dalla rete elettrica locale.

Tale sistema permette di garantire un ricavo economico annuale da Contributo in Conto Scambio e Contributo residuo in Conto Scambio annuale di circa € 2.600,00.

Ovviamente, come già anticipato in precedenza, i benefici dell’utilizzo dell’impianto fotovoltaico della Scuola di Via Verdi non sono solo di natura economica. Il sistema fotovoltaico, infatti, installato permette di ottenere notevoli benefici ambientali, in quanto l’energia elettrica prodotta ed utilizzata dall’utenza garantisce il mancato prelievo dalla rete di distribuzione elettrica locale, con forti ripercussione sulle emissioni evitate in atmosfera.

“La realizzazione di tali interventi – ha detto il Vice Sindaco ed assessore all’Ambiente Fulvio De Santis - va nella direzione indicata negli obiettivi fissati dall’Amministrazione Ottaviani, nell’ambito del programma della politica ambientale, che finalizza anche le iniziative in campo ambientale già in itinere al fine di assicurare la massima tutela dell’ambiente e il contemporaneo risparmio energetico, con la consapevolezza che questa sia la strada maestra da seguire per il nostro futuro e per quello delle nuove generazioni, senza ledere la possibilità per i nostri figli di poter soddisfare i propri fabbisogni”.

È stata firmata nella giornata odierna, venerdì 13 settembre 2013, la convenzione tra il Comune di Frosinone e l’Azienda Sanitaria Locale per la regolamentazione della circolazione veicolare, della sosta dei veicoli, e per l’elevazione di eventuali sanzioni amministrative, all’interno delle aree di pubblico transito dell’ospedale “Fabrizio Spaziani”.

In base al documento il Comune di Frosinone si impegna:

. ad adottare, tramite il settore di polizia locale, i provvedimenti e le prescrizioni sull’apposizione della segnaletica orizzontale e verticale e sulla realizzazione della toponomastica interna;

· a garantire passaggi giornalieri, variabili quotidianamente, di massima tra le 9 e le 19, all’interno dell’area dell’ospedale “Fabrizio Spaziani”, al fine di controllare la regolarità del rispetto della segnaletica in materia di circolazione stradale, e, più specificamente, il rispetto dei divieti di sosta ed il parcheggio nelle aree autorizzate, elevando, in caso di infrazione, le sanzioni previste dal codice della strada;

· al di fuori dei passaggi giornalieri, il Comune garantirà l’intervento, compatibilmente con le altre esigenze di servizio, in caso di problematiche alla circolazione comportanti gravissime ricadute sulle prestazioni sanitarie (come, ad esempio, l’impossibilità per le autoambulanze di accedere al pronto soccorso);

· a fornire consulenza tecnica all’Azienda sanitaria al fine di ottimizzare la qualità del servizio oggetto della convenzione.

L’Azienda Sanitaria Locale si impegna a garantire la perfetta efficienza della segnaletica, sia verticale, sia orizzontale, che dovrà essere conforme all’ordinanza comunale, in attuazione di quanto disposto dal codice della strada e dal regolamento di esecuzione dello stesso. In particolare, la Asl provvederà all’interno dell’area dell’ospedale a definire, ed eventualmente aggiornare, la toponomastica delle aree in cui effettuare gli interventi.

La rimozione degli autoveicoli verrà affidata, con oneri a carico dell’Asl, a una ditta in possesso dei requisiti previsti dalla normativa vigente. Non potranno essere rimossi quei veicoli che non siano stati sanzionati dagli operatori della polizia locale o da altre Forze di Polizia. La convenzione ha durata biennale e potrà essere rinnovata.

INTERVENTO DEL CONSIGLIERE OMBRETTA CECCARELLI SULLA SANITÀ

“Ciò che sta succedendo nella sanità è alquanto assurdo e paradossale - afferma la presidente della commissione consiliare Servizi Sociali e Sanità, Ombretta Ceccarelli, - condivido pienamente gli interventi del consigliere regionale Mario Abruzzese e dei sindaci della provincia sull’atteggiamento provocatorio del manager della Asl di Frosinone riguardo il fallimento dell’atto aziendale e delle linee guida generali organizzative. La nuova sfida del rinnovamento del sistema integrato di interventi e servizi sanitari, tanto osannata in campagna elettorale da Zingaretti, è mancata sin dall’inizio. Il vero cambiamento – prosegue la Ceccarelli – è nella capacità di mettersi a disposizione e trovare le soluzioni perseguibili in collaborazione con istituzioni, associazioni di categoria e comitati di cittadini che conoscono in modo approfondito le criticità del territorio. Purtroppo, dalla nomina del nuovo manager della Asl, è mancata la concertazione necessaria per un vero progetto di crescita in piena condivisione, in quanto le problematiche sanitarie sono aumentate proprio dall’insediamento del centrosinistra alla Regione nel nosocomio del capoluogo e di tutta la provincia. Pronto Soccorso al collasso, disservizi tecnici-gestionali, posti letto insufficienti rispetto alla normativa vigente, personale medico e paramedico sotto organico, tempi lunghi anche per prenotazioni urgenti e ricorsi di cittadini, in crescente aumento, al Tribunale del malato. In questa situazione di allarmismo e di tensione generale evidenziata da più parti, anche da rappresentanti del centrosinistra, il manager Suppa è deciso ad andare avanti da solo senza ascoltare sindaci e rappresentanti locali, riproponendo alla Regione un atto aziendale contestato e bocciato da tutti. Persino il ricorso accolto dal Consiglio di Stato, dell’attuale primario del reparto cardiologico di Sora, evidenzia che il criterio utilizzato sulle nomine dell’ex articolo 18 potrebbe essere a rischio, perché illegittimo. Quale oscura ragione spinge Suppa ad accettare queste decisioni? In virtù della trasparenza e della competenza penso che sia giunta l’ora di nominare, tramite l’AGENAF, una commissione composta da membri qualificati, non politici, che valutino i nuovi manager, non solo in base ai curricula presentati, ma anche sulla conoscenza del territorio. A tal proposito contatterò il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, per discutere e approfondire, attraverso un tavolo di concertazione, questa drammatica situazione sanitaria che sta fortemente penalizzando il nostro territorio”.

L’ASSESSORE FABIO TAGLIAFERRI INCONTRA I VERTICI DI ACEA

Si è tenuto nei giorni scorsi, nei locali dell’Acea Ato 5 in viale Roma a Frosinone, un importante incontro tra l’assessore ai Lavori Pubblici e Manutenzioni Fabio Tagliaferri e i vertici della società che gestisce il servizio idrico. All’incontro hanno partecipato per l’azienda Acea Ato 5 il presidente il dottor Ranieri Mamalchi, il neo amministratore delegato l’ingegner Paolo Saccani e il membro del Consiglio di amministrazione l’avvocato Lucia Pitzurra. Scopo dell’incontro proprio quello di conoscere il nuovo amministratore delegato da poco insediatosi nel suo incarico. L’assessore Tagliaferri per l’occasione ha voluto rappresentare una esigenza particolarmente grave in città, come quella del sistema fognario di Piazza Fiume. “Sono estremamente soddisfatto – ha dichiarato l’assessore Tagliaferri al termine dell’incontro – per l’accoglienza, la cordialità e la disponibilità con cui i vertici di Acea hanno accolto la mia persona in rappresentanza di tutta la città. Colgo quindi l’occasione per esprimere l’auspicio che possa nascere una proficua collaborazione tra l’amministrazione comunale e l’ente gestore del servizio idrico in città, al fine di poter risolvere i tanti problemi relativi a manutenzioni e investimenti da fare sul sistema idrico integrato del capoluogo”.

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

  • Cassino, 700 persone usano l’acqua pubblica ma non la pagano

  • Città in lutto per la morte dell'ex vice comandante dei vigili urbani Vincenzo Belfiore

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Muore dopo un volo di oltre 15 metri all'ospedale. Identificato l'uomo

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento