Frosinone, sventato furto nel centralissimo Bar di Via Aldo Moro

A Frosinone i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, nel corso dispecifico servizio teso a reprimere i reati, hanno tratto in arresto in flagranza di reato due 28enni del luogo, già censiti, resisi responsabili di tentato furto aggravato in...

A Frosinone i Carabinieri del NORM della locale Compagnia, nel corso dispecifico servizio teso a reprimere i reati, hanno tratto in arresto in flagranza di reato due 28enni del luogo, già censiti, resisi responsabili di tentato furto aggravato in concorso. I predetti sono stati sorpresi dai militati operanti mentre tentavano di forzare con l’ausilio di arnesi da scasso la porta di ingresso del Bar denominato “La Brasileira” ubicato in questa via A. Moro.

Gli arnesi da scasso sono stati sottoposti a sequestro mentre gli arrestati, espletate le formalità di rito, sono stati associati alla Casa di reclusione di Frosinone;

- mattinata odierna in Frosinone i Carabinieri della Stazione Principale unitamente a quelli del NORM della locale Compagnia, hanno denunciato in stato di libertà un 44enne titolare di una società con sede in Roma e due 57enni di Roma per il reato di furto aggravato continuato e concorso in ricettazione di materiali e componenti in rame.

A seguito di denuncia sporta dall’amministratore di una società con sede in Frosinone circa ingenti ammanchi di componenti in rame per circuiti elettrici, precedentemente inviati per il trattamento alla suindicata società di Roma, si accertava che da aprile fino a settembre c.a., il 44enne utilizzando la tecnica del trafugamento in piccole quantità si impossessava di materiali e componenti in rame che attraverso falsa documentazione rivendeva successivamente in blocco agli altri due 57enni ritenuti responsabili di ricettazione. Il materiale interamente rinvenuto è stato recuperato e restituito all’avente diritto.

COMPAGNIA DI CASSINO

A Villa Santa Lucia i militari della Stazione di Piedimonte San Germano nel corso di predisposti servizi per il controllo del territorio, hanno deferito in stato di libertà due meretrici di nazionalità Bulgara resesi responsabili di combustione illecita di rifiuti in quanto sorprese a dare fuoco ad alcuni pneumatici di autovetture al fine di riscaldarsi a causa della bassa temperatura.

Sul posto veniva richiesto l’ausilio di personale dei Vigili del Fuoco che provvedeva allo spegnimento delle fiamme.

Le predette, ricorrendo i presupposti di legge sono state altresì proposte per l’irrogazione

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

della misura di prevenzione del F.V.O..

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Ceccano, è Marcello Pisa il morto trovato nel carrello. Nuovi dettagli raccapriccianti

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Scandalo alla Croce Rossa, il presidente denuncia ammanchi per 300 mila euro

  • Amazon a Colleferro, al via la selezione per i magazzinieri. Ecco come fare per candidarsi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento