Frosinone, truffa sulle ore di CIG, la senatrice Spilabotte plaude alle indagini della Finanza

La Senatrice Maria Spilabotte commenta la vicenda della truffa in merito alla Cassa Integrazione venuta alla luce nei giorni scorsi: “Bene il lavoro della Guardia di Finanza di Frosinone alla guida del Colonnello Piccinini.

La senatrice Maria Spilabotte firma per l’introduzione del delitto di tortura

La Senatrice Maria Spilabotte commenta la vicenda della truffa in merito alla Cassa Integrazione venuta alla luce nei giorni scorsi: “Bene il lavoro della Guardia di Finanza di Frosinone alla guida del Colonnello Piccinini. In qualità di vicepresidente della commissione lavoro in Senato sono fortemente rammaricata che uno strumento così importante di sostegno al reddito in momenti di crisi possa essere utilizzato per far cassa o aggirare il problema del costo del lavoro.

Nove milioni di ore Cio e Cigs rappresentano il segno di una grave crisi economica e produttiva che ha colpito la nostra provincia. Sapere però che c’è chi ci marcia succhiando risorse a chi invece ne avrebbe bisogno per tutelare e salvaguardare i livelli produttivi ed occupazionali è intollerabile. Questo è un comportamento immorale. Spero che il lavoro del colonnello smascheri i soliti furbetti costringendoli a restituire il maltolto e consentendo di ridistribuire queste importanti risorse a chi ne ha veramente bisogno. Dal canto mio scriverò una comunicazione al Ministro affinché avvii una indagine conoscitiva verso l'Inps per verificare che sia stato fatto tutto il possibile dagli uffici e dagli organi competenti per evitare l’uso improprio di queste risorse. Inoltre, al fine di evitare un uso distorto di questo strumento, valutare se non sia il caso di rafforzare il ruolo degli ispettori dotandoli di maggiore strumenti di controllo”.

MALTEMPO, LA SENATRICE SPILABOTTE PRESENTA UNA INTERPELLANZA PER LA SOSPENSIONE DEGLI ADEMPIMENTI FISCALI. CONDIVISA ANCHE DA SCALIA ED ALTRI

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Senatrice Maria Spilabotte ha presentato una interpellanza con procedimento abbreviato al Presidente del Consiglio e al Ministero dell'economia e delle finanze per chiedere al Governo di Francesco Scalia, dai senatori del Partito Democratico. Spiega la Senatrice Maria Spilabotte: "Il forte maltempo dei giorni scorsi ha messo in ginocchio diverse zone del Lazio, tra cui la nostra provincia. Basti pensare che sia la Regione Lazio che la Provincia di Frosinone, oltre che numerosi comuni, stanno avanzando la richiesta di stato di calamità naturale. Le esondazioni dei fiumi ed i violenti nubifragi hanno danneggiato diverse infrastrutture pubbliche, il patrimonio edilizio privato (costringendo in molti casi anche le famiglie ad abbandonare la propria abitazione) e molte attività economiche e realtà produttive del territorio. Visto che nei prossimi giorni incombono scadenze fiscali a cui le imprese ed i cittadini situate nelle zone colpite dal maltempo non potranno materialmente far fronte, abbiamo chiesto la sospensione di ogni ordine fiscale e burocratico. Nel contempo, valutare l'ipotesi di derogare al patto di stabilità per i comuni colpiti dal maltempo per consentire agli stessi di redigere con urgenza un piano di manutenzione straordinaria per fronteggiare i danni. Ringrazio i colleghi senatori, a partire dal Senatore Scalia, che hanno sottoscritto la mia interpellanza convidendone le motivazioni e le necessità di urgenza". Il Senatore Francesco Scalia, firmatario dell'interpellanza, dichiara: "I disastri provocati dal maltempo delle ultime settimane impongono interventi urgenti e l'attivazione di misure a sostegno delle attività produttive danneggiate. Per questo ho deciso di sottoscrivere l'interpellanza della collega Spilabotte. La Regione Lazio ha già fatto la richiesta di stato di calamità per i danni causati, ora con l'interpellanza presentata chiediamo al Governo di sospendere tutti gli adempimenti fiscali e valutare l'ipotesi di derogare al patto di stabilità consentendo ai Comuni di usare le risorse per un piano di manutenzione straordinaria". Sospendere immediatamente ogni adempimento fiscale, contributivo e assicurativo relativo a persone fisiche e giuridiche, nonché i mutui, per i centri della Regione Lazio interessati dall'alluvione, almeno fino a quando non sarà ripristinata una condizione di accettabile normalità per le famiglie e le imprese. L'interpellanza è stata sottoscritta, oltre che dal collega frusinate

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento