Frosinone, un importante segnale di attenzione alle piccole e medie imprese ossatura del sistema economico della Regione Lazio

Federlazio Frosinone esprime soddisfazione per l’approvazione, ieri, in Commissione Bilancio regionale, presieduta dal consigliere Mauro Buschini, della proposta di deliberazione consiliare “Piano degli obiettivi prioritari, criteri e modalità...

Alessandro Casinelli

Federlazio Frosinone esprime soddisfazione per l’approvazione, ieri, in Commissione Bilancio regionale, presieduta dal consigliere Mauro Buschini, della proposta di deliberazione consiliare “Piano degli obiettivi prioritari, criteri e modalità operative per l'utilizzo del Fondo regionale per le piccole e medie imprese, nonché relativa ripartizione delle risorse ex art. 68 della legge regionale 28 dicembre 2006, n. 27”.

Stanziare 155 milioni di euro a sostegno delle Pmi, ripartiti in sei macroaree, significa riconoscere il valore delle piccole e medie imprese e il loro contributo, specie in un momento storico come quello attuale, nella difficile sfida per uscire dal tunnel della crisi, da portare avanti insieme con la pubblica amministrazione. In particolare, decidere di destinare 30 milioni per il rafforzamento delle garanzie e altri 30 per l’accesso al credito e il microcredito, significa cercare di porre rimedio a due dei principali problemi da sempre evidenziati dagli imprenditori associati a Federlazio, problemi che emergono anche dalle nostre periodiche indagini congiunturali. Ma anche i quaranta milioni destinati a interventi per le infrastrutture a servizio dello sviluppo economico e i 12 per l’internazionalizzazione spingono su quei binari che da tempoFederlazio ha individuato come prioritari per risolvere l’impasse che da troppo tempo frena l’economia provinciale e regionale. Non a caso l’associazione delle pmi di Frosinone ha organizzato, per il prossimo 19 febbraio, un importante convegno alle Terme Pompeo di Ferentino su mobilità e sviluppo. Un convegno che vedrà la presenza, oltre che del ministro alle infrastrutture Maurizio Lupi e dell’ad di Rfi Maurizio Gentile, anche della Regione Lazio, con l’assessore alla mobilità Michele Civita. L’auspicio ora è che il testo della proposta di deliberazione consiliare venga fatta propria nel più breve tempo possibile anche dalla massima Assise regionale in modo da concretizzare immediatamente sul territorio quei benefici che, siamo certi, con questa legge sono garantiti. Insomma, questa legge non sarà la soluzione a tutti i mali, ma di certo è un primo passo verso quelle politiche di sviluppo tanto annunciate ma finora poco praticate.

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

  • Città in lutto per la morte dell'ex vice comandante dei vigili urbani Vincenzo Belfiore

  • Patrica, puzza insopportabile, il sindaco passa all'azione e ordina la chiusura di un'azienda

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Muore dopo un volo di oltre 15 metri all'ospedale. Identificato l'uomo

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento