Frosinone, Unindustria Stirpe : “un quadro di riferimento certo per lo sviluppo delle imprese”. Papa : “subito il potenziamento del settore ambiente”

“Occorre fare tesoro di quanto accaduto per le autorizzazioni per i depuratori e sarà necessaria, da parte di tutti gli Enti ed Istituzioni coinvolti, l’unanime consapevolezza dell’esigenza da parte del sistema delle imprese di confrontarsi con un...

Maurizio Stirpe

“Occorre fare tesoro di quanto accaduto per le autorizzazioni per i depuratori e sarà necessaria, da parte di tutti gli Enti ed Istituzioni coinvolti, l’unanime consapevolezza dell’esigenza da parte del sistema delle imprese di confrontarsi con un appartato amministrativo efficiente e con un quadro di rifermento certo”.

Ad intervenire è il Presidente di Unindustria Maurizio Stirpe in seguito alla scongiurata revoca delle autorizzazioni per i depuratori del territorio della Provincia di Frosinone.

“Soltantocon la certezza dei tempi e quella fluidità di attuazione degli iter autorizzativi ritenuti imprescindibili – continua Stirpe - sarà possibile consentire agli investitori presenti e futuri una pianificazione consapevole delle proprie politiche di sviluppo.

In questa vicenda specifica – conclude il Presidente di Unindustria – vorrei ringraziareil Vice Presidente di Confindustria, Gaetano Maccaferri, che ha formalmente richiesto al Ministro Galletti un intervento del Governo capace di risolvere la criticità, ma soprattutto al Ministro ed al Governo per avere raccolto tempestivamente le motivate sollecitazioni rappresentate dal sistema confederale”.

Per quanto riguarda nello specifico le problematiche legate al settore ambiente della Provincia di Frosinone, interviene Davide Papa, Presidente di Unindustria Frosinone e del Comitato Ambiente di Unindustria:“Le numerose criticità riscontrate nel settore ambiente della Provincia di Frosinone sono state sollevate da Unindustria da diverso tempo, tanto che verso la fine dello scorso anno tenemmo anche una conferenza stampa sull’argomento. Abbiamo inoltre inviato una nota circostanziata direttamente al Presidente Pompeo, evidenziando come siano strategici, per la sopravvivenza delle aziende e per l’attrattività del territorio della Provincia di Frosinone, gli iter autorizzativi in campo ambientale.

Alla luce dei fatti non possiamo più attendere e torniamo a chiedere ai responsabili della pubblica amministrazione competente il potenziamento del settore ambiente della Provincia di Frosinone. Riteniamo inoltre che sia giunto il momento di individuare un percorso che a breve risolva tutte le criticità esistenti, al fine di salvaguardare l’attuale tessuto produttivoe cercare di creare i presupposti per attrarre nuovi investimenti, affinché il nostro territorio possa considerarsi attrattivo per le imprese”.

UNINDUSTRIA PAPA: “BENE I FONDI A SUPPORTO DELLO STABILIMENTO FCA ORA MONITORIAMO CHE LE OPERE VENGANO REALIZZATE AL PIÙ PRESTO”

“Plaudiamo allo stanziamento di quasi cinque milioni di euro da parte della Regione Lazio e della Provincia di Frosinone per la realizzazione di infrastrutture a supporto dello stabilimento FCA di Piedimonte San Germano, che Unindustria aveva da tempo sollecitato partecipando attivamente ai lavori preparatori”.

Ad intervenire è Davide Papa, Presidente di Unindustria Frosinone, che aggiunge: “L’impegno della Regione Lazio che con tre milioni e mezzo di euro ha provveduto al rifinanziamento della legge 46, potrà così consentire ulteriori opere infrastrutturali a supporto dello stabilimento, assieme a quelli da destinare alle aziende dell’indotto”.

A queste risorse si vanno ad aggiungere circa un milione e duecentomila euro messi a disposizione dalla Provincia di Frosinone derivanti dalle economie della precedente programmazione della legge 46/2002.

E’ stato già individuato il percorso per le approvazioni delle progettazioni necessarie ed individuato il mese di ottobre per consentire alla Provincia di Frosinone di emanare il bando per l’assegnazione dei lavori.

“Sosteniamo anche – continua Papa – l’iniziativa della Provincia di Frosinone riguardo alla costituzione di un Tavolo ad hoc tra le Istituzioni interessate e il management della FCA, volto a seguire specificatamente le esigenze infrastrutturali e logistiche dello stabilimento di Piedimonte San Germano, in vista del programma di rilancio già in atto per questo sito produttivo.

Stamattina si è tenuta la prima riunione e con soddisfazione – continua Papa – constatiamo i primi importanti risultati scaturiti da un lavoro sinergico già avviato da tempo e che oggi sembra raccogliere i primi frutti.

Su questo auspichiamo – ribadisce il Presidente di Unindustria Frosinone – un serrato monitoraggio delle varie fasi di avanzamento delle opere, che ci auguriamo possano essere svolte anche in anticipo. E’ infatti veramente importante essere in linea con l’impegno che la stessa FCA sta già mettendo in campo per la ripresa dell’attività nello stabilimento cassinate.

La notizia di oggi – conclude Papa – è frutto di un importante lavoro sinergico tra le parti, che sta ad indicare come quando si opera per raggiungere un unico obiettivo si possono ottenere importanti risultati”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento