Giustiziagiusta, Abbruzzese (pdl): “basta polemiche. ritroviamo unità partendo dai referendum”

"Credo sia giunto il momento di porre fine alle polemiche ed unire le forze per dare al territorio un partito trainante ed attento alle esigenze degli elettori.

"Credo sia giunto il momento di porre fine alle polemiche ed unire le forze per dare al territorio un partito trainante ed attento alle esigenze degli elettori.

Tutti sono liberi di esprimere la loro vicinanza e la loro approvazione alla nuova idea politica di Forza Italia, ma credo sia giusto, prima di partire ufficialmente, avere da parte dei vertici segnali e percorsi ben delineati. Nel frattempo diamo un primo segnale di unità lavorando tutti insieme alla raccolta firme per il referendum "giustiziagiusta"". Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese consigliere regionale del PdL nonchè Vice presidente della Commissione Sviluppo economico, Lavoro e Pmi a margine delle recenti polemiche sul ritorno al partito fondato da Silvio Berlusconi nel 1994.

"Le troppe polemiche, le divisioni in una o più fazioni hanno reso l'attività politica del Pdl meno vicina alle esigenze del territorio e di certo non possiamo permetterci di aprire il nuovo capitolo FI ripetendo gli stessi errori del passato. Quindi in attesa che si formalizzi l'iter che porterà al ritorno di Forza Italia, credo sia meglio dedicarsi alla riuscita di iniziative, come quella dei referendum proposti dai radiacali, che possano ridare slancio all'azione politica del nostro partito. Pertanto mi sento di invitare tutti i quadri dirigenti, gli amministratori ed i nostri simpatizzanti a sottoscrivere e far sottoscrivere entro la prima settimana di settembre i 6 quesiti principali del referendum "Giustiziagiusta" promosso dal Partito Radicale ed a cui il Popolo della Libertà ha aderito.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La Separazione della carriere dei magistrati, la responsabilità civile dei magistrati, il rientro da parte dei magistrati dislocati nella PA per smaltire debito giudiziario, la limitazione del carcere preventivo ai soli reati gravi, l'abolizione dell'ergastolo in modo che la pena detentiva abbia finalità di rieducare il condannato; questi sono i temi principali su cui tutti noi abbiamo il dovere di impegnarci, non solo perchè esortati anche dal presidente Berlusconi, ma soprattutto per dare un segnale di forza e unità a tutto il territorio". Ha concluso Abbruzzese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus, chiusa un’azienda che lavora il ferro a Morolo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento