Lavoro, Abbruzzese (pdl): a rischio cig per 30mila lavoratori nel lazio, subito tavolo tra regione e governo

"Da questo mese circa 25 - 30 mila cassaintegrati rischiano di rimanere senza reddito a causa dell'esaurimento delle risorse finanziari a disposizione di governo e Regione Lazio. Una situazione drammatica viste le percentuali di CIG del Lazio e...

"Da questo mese circa 25 - 30 mila cassaintegrati rischiano di rimanere senza reddito a causa dell'esaurimento delle risorse finanziari a disposizione di governo e Regione Lazio. Una situazione drammatica viste le percentuali di CIG del Lazio e della Provincia di Frosinone".Lo ha dichiarato Mario Abbruzzese, Vice presidente della Commissione Sviluppo Economico al Consiglio Regionale del Lazio a commento delle notizie relative alla possibile mancata erogazione degli ammortizzatori sociali per 30 mila lavoratori.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Nel primo trimestre 2013 la Cig totale nel Lazio raggiunge i 17 milioni di ore di cui 4,6 sono quelle relative alla Provincia di Frosinone. In un anno nel nostro territorio la CIG è aumentata del 33,4%. In un momento di crisi come quello che stiamo vivendo ci deve essere almeno la garanzia della cassa integrazione, purtroppo, le aziende chiudono e si è avviato un processo di desertificazione industriale mai visto prima d'ora. Sarà necessario, quindi, che la Regione Lazio attivi a breve un tavolo di concertazione con il governo per studiare soluzioni volte a tutelare gli ex lavoratori (si devono trovare per forza i fondi per la CIG) e nel contempo studiare soluzioni volte ad incentivare il lavoro, non possiamo pensare che la Cassa Integrazione possa essere la soluzione ai problemi economico-occupazionali del territorio. Stipulare protocolli d'intesa con il MISE, facilitare l'accesso al credito alle imprese, sgravi fiscali alle aziende che assumono giovani, semplificazione amministrativa, questi sono gli interventi urgenti da mettere in campo. Bisogna, altresì, sfruttare al meglio le poche risorse disponibili a cominciare dai fondi europei, soprattutto quelli che se non utilizzati nel 2013 possono andare persi (ci sono circa 500 milioni da poter investire) con relativi danni all'economia laziale". Ha concluso Abbruzzese

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Donna rom occupa appartamento di un anziano deceduto, i vicini si ribellano: scoppia la baraonda

  • Ceprano-Frosinone, maxi tamponamento tra due camion in A1. Diversi i feriti

  • Lotta alla prostituzione sullo stradone Asi. Multe a meretrici e “papponi”

  • Cade in una buca di scarico con la figlioletta di 18 mesi, la piccola trasferita a Roma

  • Cassinate, schianto lungo la Casilina, un'auto ribaltata e un furgone distrutto (foto)

  • Cade in dirupo sui monti di Terelle, corsa contro il tempo dei soccorritori

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento