Lavoro, Abbruzzese (pdl): presentata mozione per provvedimenti a favore dell'area industriale sud provincia di Frosinone

"Urgono interventi importanti anche per l'area industriale della zona sud della Provincia di Frosinone. Infatti, non appena appreso i risvolti positivi relativi alla firma dell'accordo di programma inerente l'area di sistema lavoro Frosinone -...

"Urgono interventi importanti anche per l'area industriale della zona sud della Provincia di Frosinone. Infatti, non appena appreso i risvolti positivi relativi alla firma dell'accordo di programma inerente l'area di sistema lavoro Frosinone - Anagni ho presentato una mozione dove si impegna il Consiglio Regionale del Lazio ad assumere urgenti provvedimenti anche in favore dell’area industriale a sud della nostra provincia, finalizzati a individuare: i possibili percorsi e opportunità di riconversione produttiva; la progettazione esecutiva di investimenti mirati che permettano al tessuto industriale di mantenere la propria consistenza; un piano finanziario che permetta la sostenibilità dei nuovi investimenti". Lo ha dichiarato il Vice presidente della Commissione Sviluppo Economico, Lavoro e PMI del Consiglio Regionale del Lazio, Mario Abbruzzese."Entro il mese di luglio dell’anno corrente verrà sottoscritto, da parte degli Enti interessati, presso il Ministero per lo Sviluppo Economico, l’accordo di programma per il rilancio economico e occupazionale per il Sistema Locale del Lavoro di Frosinone-Anagni che vede coinvolti 31 comuni del Nord della provincia di Frosinone.

Per l’attuazione dell’accordo di programma la Regione Lazio si è già impegnata a investire fino a 51 milioni di euro, gran parte dei quali derivano dall’utilizzo di risorse europee che non erano state ancora impiegate, per avviare il processo di riorganizzazione e di riconversione economica e industriale di questo territorio. Analoga situazione di crisi industriale, si rileva nella zona Sud della Provincia di Frosinone, dove nonostante le rassicurazioni da parte dei vertici aziendali, lo stabilimento Fiat di Piedimonte San Germano continua costantemente a fare ricorso alla cassa integrazione, con contestuale perdita economica sulle buste paga dei circa 4000 lavoratori impiegati, senza considerare il significativo indotto. A ciò si aggiungono anche altri casi come quello della Cartiera Reno de Medici di Villa Santa Lucia o dell’Ideal Standard di Roccasecca, con susseguente concreto rischio di perdita di centinaia di posti di lavoro. Perciò sarà di vitale importanza trovare anche per questa area soluzioni in grado di dare risposte alle criticità economico-occupazionali che la stanno investendo". Ha concluso Mario Abbruzzese.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento