Lazio, produrre energia e rispettare l’ambiente due nuovi bandi della Regione: 75 mln di euro per PMI ed Enti Locali

È questo lo scopo dei due bandi, per un totale di 75 milioni di euro, presentati dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dall’assessore regionale alle Attività Produttive e Sviluppo Economico, Guido Fabiani, e dall’assessore...

È questo lo scopo dei due bandi, per un totale di 75 milioni di euro, presentati dal presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti, dall’assessore regionale alle Attività Produttive e Sviluppo Economico, Guido Fabiani, e dall’assessore all’Ambiente e Infrastrutture, Fabio Refrigeri.

Il primo bando di 50 milioni di euro, “Fondo di promozione dell’efficienza energetica e della produzione di energia rinnovabile”, è destinato alle Pmi del Lazio ed è uno dei Fondi di Ingegneria Finanziaria attivati nell’ambito degli interventi previsti dal Por-Fesr Lazio 2007-2013. Attraverso il bando, le Pmi otterranno un prestito con un tasso di interesse agevolato per il 75% della somma prestata (che può essere anche dello 0%) e un tasso d’interesse ordinario per il restante 25%.

Gli interventi che potranno essere finanziati grazie al bando avranno come obiettivo l’adeguamento di impianti e strutture in modo da favorire il risparmio energetico, la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili e la costruzione di impianti di cogenerazione ad alto rendimento. Potranno quindi essere finanziate varie tipologie di spesa.

I finanziamenti potranno coprire fino al 100% delle spese ammissibili e le domande dovranno riguardare una spesa non inferiore a 100mila e non superiore a 5 milioni di euro.

La partecipazione al bando potrà aver luogo dalle ore 9.00 del giorno successivo alla pubblicazione sul sito www.porfesr.lazio.it e fino al 30 giugno 2014 (o fino ad esaurimento delle risorse stanziate).

Altri 25 milioni di euro di risorse europee (fondi POR FESR 2007-13) saranno disponibili per gli enti pubblici del Lazio proprietari di immobili sul territorio regionale attraverso il secondo bando “Call for proposal”, un avviso pubblico per il finanziamento di progetti per il risparmio energetico e la realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica, con la finalità di implementare l’utilizzo di energie rinnovabili.

Al bando possono partecipare, fino al 30 settembre 2013, oltre al Comune di Roma (gli interventi relativi ai Municipi saranno presentati da Roma Capitale) e a tutti i Comuni e le Province del Lazio, anche i Consorzi di Bonifica, gli Enti gestori di Aree Naturali Protette Regionali, le IPAB e le ATER che siano proprietari dell'immobile o in possesso, al momento della presentazione della candidatura, di altro diritto reale di godimento di durata almeno ventennale.

I progetti finanziabili potranno riguardare la realizzazione di Impianti di produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili (solare fotovoltaico, solare termico e mini idroelettrico), interventi per il miglioramento dell’efficienza di impianti di condizionamento e/o di riscaldamento esistenti o per il miglioramento delle prestazioni energetiche (es.: isolamento termico delle pareti e/o della copertura, sostituzione infissi esterni).

Le risorse finanziarie saranno ripartite per tipologie di immobile:

Tipologia immobile

Ripartizione finanziaria

A STRUTTRE CONSORZI DI BONIFICA €.

5.000.000,00

BL STRUTTURE SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI – Comuni del Lazio €.

3.500.000,00

BR STRUTTURE SERVIZI SOCIO-EDUCATIVI – Roma Capitale €.

3.500.000,00

CL STRUTTURE SPORTIVE – Comuni del Lazio €.

1.500.000,00

CR STRUTTURE SPORTIVE– Roma Capitale €.

1.500.000,00

DL STRUTTURE SERVIZI SOCIALI – Comuni del Lazio €.

2.000.000,00

DR STRUTTURE SERVIZI SOCIALI– Roma Capitale €.

2.000.000,00

E STRUTTURE AREE NATURALI PROTETTE REGIONALI €.

3.000.000,00

F STRUTTURE ATER €.

3.000.000,00

Il costo stimato per ciascun intervento non dovrà essere inferiore 30mila euro e non superiore a 1 milione (solo per i Consorzi di Bonifica il limite superiore è elevato a 2 milioni). Gli interventi saranno realizzati con il contributo del POR FESR 2007-13 fino a completa copertura delle spese ammissibili. La Regione Lazio sarà la “Stazione Appaltante” (SA) di tutti gli interventi selezionati attraverso l’invito, ad eccezione di quelli proposti dagli ATER. I dossier di candidatura dovranno essere presentati esclusivamente per via telematica compilando l’apposito formulario on-line disponibile sul sito www.sviluppo.lazio.it in una sezione dedicata, dalle ore 9.00 del giorno successivo alla pubblicazione della Call for Proposal sul Bollettino Ufficiale della Regione e fino al 30 settembre 2013.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Cassino, è Antonio Pecchia il disabile trovato morto in casa (foto e video)

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento