Montecassino, 70esimo anniversario della battaglia. De Angelis: "ricordare per valorizare l’eredita’ storica"

"Ricordare la Battaglia di Montecassino vuol dire valorizzare l’eredità storica, sociale e spirituale di questo nostro territorio". Così l'eurodeputato Francesco De Angelis commentando l'apertura delle celebrazioni per il settantesimo anno della...

"Ricordare la Battaglia di Montecassino vuol dire valorizzare l’eredità storica, sociale e spirituale di questo nostro territorio". Così l'eurodeputato Francesco De Angelis commentando l'apertura delle celebrazioni per il settantesimo anno della distruzione di Cassino e Montecassino, svoltesi Sabato 15 Febbraio negli spazi antistanti l'Abbazia, a cui il deputato europeo ha partecipato insieme al Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti. Prosegue De Angelis: "Una iniziativa doverosa, per tramandare ai posteri un importante passaggio storico non solo della nostra terra: ricordare il barbaro attacco dei tedeschi, che vollero colpire uno dei più importanti monumenti cristiani, simbolo spirituale della nostra terra. L’Abbazia è parte integrante della nostra storia, così come ha anche un legame indissolubile con tanta parte della nuova Europa che viene dall’est, basti pensare ai giovanissimi soldati polacchi caduti sul campo di guerra di Montecassino. Per questo è doveroso ricordare, per rendere omaggio ai caduti, per non dimenticare la nostra storia ma anche per dare forza al progetto di un’Europa libera e in pace, che poi è la ragione stessa del disegno europeo. Ricordare la Battaglia di Montecassino vuol dire innanzitutto lanciare un messaggio di speranza e di fiducia nel valore della vita, perché senza pace non c’è futuro. E' per tutti questi motivi che ho promosso a Bruxelles la mostra tenuta il 24 Settembre scorso dal maestro Alessandro Nardone dal titolo “Il Calvario di Cassino 1944: ricordare la guerra, costruire la pace”, che ha ricevuto l’autorevole sostegno del Presidente del Parlamento europeo Martin Schulz. Una esposizione sulle cupe giornate del 1944, quando le popolazioni civili rimasero schiacciate nella morsa della ferocia nazista da una parte, e dei bombardamenti delle forze alleate dall’altra, attraverso sedici tele che hanno illustrato i drammatici eventi che hanno caratterizzato il territorio di Cassino durante quel periodo".

SCALIA: “RIAFFERMARE IL VALORE DELLA PACE”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Continuare nel percorso della memoria per riaffermare il valore della pace, condannare la guerra e ogni forma di violenza". A dichiararlo il Senatore Francesco Scalia nel giorno del 70° anniversario della distruzione dell’abbazia di Montecassino. "Dopo il bombardamento di settant’anni fa e la distruzione dell’Abbazia – continua Scalia - la città di Cassino riuscì a dimostrare a tutto il mondo la sua forza e determinazione, ricostruendo il luogo simbolo e centro della cultura e della civiltà, non solo della vita religiosa, per l’intera Europa". "Il ricordo di quell’avvenimento – conclude Scalia – è l’occasione per riaffermare i valori irrinunciabili della pace, della dignità umana e dell’uguaglianza, fondanti dell'Europa".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • E' morto Guglielmo Mollicone, il padre che non ha smesso mai di lottare per la verità

  • Scontro frontale tra due auto lungo la Cassino-Formia: muore l'89enne Silvana Pellecchia

  • Maxi blitz, ecco chi sono gli arrestati a capo della banda di spacciatori (foto)

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Coronavirus, test sierologici. Ecco i 15 comuni della provincia di Frosinone scelti per l'indagine

  • Cassino, si barrica in un bar e ferisce al volto un carabiniere

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento