MOSTRA “ LA CONSERVA DELLA NEVE” PARCO DEI DAINI VILLA BORGHESE ROMA XI EDIZIONE 13 -14 -15 SETTEMBRE 2013

Quest’anno, sempre all’insegna della biodiversità vegetale, La Conserva della neve festeggerà il suo undicesimo anno di esistenza presentando al pubblico una serie di avvenimenti nuovi e coinvolgenti. Infatti, nella splendida cornice del Parco dei...

Quest’anno, sempre all’insegna della biodiversità vegetale, La Conserva della neve festeggerà il suo undicesimo anno di esistenza presentando al pubblico una serie di avvenimenti nuovi e coinvolgenti. Infatti, nella splendida cornice del Parco dei Daini di Villa Borghese in Roma,dal 13 al 15 settembre, la manifestazione introdurrà quest’anno una serie di tematiche innovative sia nel campo ludico che in quello strettamente paesaggistico. Il noto paesaggista Maurizio Usai,specializzato nella creazione di giardini mediterranei,realizzerà, all’interno del grande rettangolo in terra battuta, un esempio di “Giardino secco” ,cioè composto da quelle piante che sopportano la scarsità d’acqua e le elevate temperature, tipiche del nostro clima . Il progetto comprenderà una striscia, divisa in due parti asimmetriche da un "boschetto primigenio". Da un lato verrà rappresentato un giardino totalmente dozzinale, con tutti gli errori e le pecche possibili, tutte le immagini stereotipate del giardino "mediterraneo"; dall'altro invece un allestimento che mostri soluzioni, piante e composizioni appropriate. Il boschetto funge da elemento cerniera che simboleggia l'origine cui idealmente ritornare per una nuova evoluzione portando il tema della luce/ombra che è fondamentale per i giardini mediterranei : i giardini secchi ombrosi non sono meno interessanti e ricchi di spunti di quelli soleggiati. Per la gioia di molti possessori di giardini ,grandi e piccoli,che devono affrontare un clima come il nostro spesso lungamente caldo e siccitoso,Maurizio Usai terrà una conferenza affiancato dal “vivaista viaggiatore” francese Gérard Weiner,noto per la notevole collezione di piante adatte ai terreni asciutti che ricerca in tutto il mondo. Entrambi spiegheranno al pubblico il proprio approccio alla realizzazione di un giardino mediterraneo . L’ intervento di Maurizio Usai dal titolo "Mediterraneo - paesaggio, giardino, stile", verterà sugli aspetti più propriamente estetici e compositivi legati al giardino mediterraneo. Gérard Weiner si occuperà degli aspetti climatici, degli adattamenti vegetali, delle tecniche più appropriate per la messa a dimora delle piante e la manutenzione del giardino.Le specie vegetali che comporranno il Giardino “secco” proverranno dai vivaisti specializzati presenti alla mostra tra cui Pepinière botanique de Vaugines di Gèrard Weiner e Vivai Torsanlorenzo che parteciperà come espositore con una collezione di Aloe e Agave presentata dai ragazzi del progetto Verde Speranza da un’iniziativa dell’Associazione Il tetto Casal fattoria Onlus in collaborazione con Vivai Torsanlorenzo. Il progetto è nato per favorire l’inserimento sociale di figure deboli come minori che escono dalle varie case famiglia o minori stranieri non accompagnati, con l’obiettivo di rendere i giovani indipendenti professionalmente e economicamente attraverso l’attività lavorativa. Infatti l’esperienza formativa svolta dai ragazzi presso i Vivai Torsanlorenzo, ha aumentato le loro competenze professionali lasciando loro una formazione generale da poter utilizzare nel settore della manutenzione del verde. Per la gioia dei bambini e dei loro genitori,quest’anno La Conserva della neve ospiterà molti amici a quattro(ed anche due, sei,otto) zampe che non dovrebbero mai mancare in giardino: dagli insetti utili,ai coniglietti,cavie,cani per finire con i ponies Falabella;sicuramente verrà notata la presenza di Maya una maialina dei Nebrodi docile e comunicativa come un cagnolino che,tenuta al guinzaglio,girerà per la mostra facendosi coccolare ed accarezzare. Infatti,durante i tre giorni della mostra, un’area del grande rettangolo centrale sarà dedicata all'incontro con gli animali:l'ASD sociale Il giardino di Filippo introdurrà bambini ed adulti all'affascinante mondo dei piccoli animali da compagnia e offrirà laboratori didattici tenuti da ragazzi disabili appartenenti all’Associazione ed all’unità Asl Disabile Adulto di Viterbo. Con il supporto degli educatori, i ragazzi introdurranno i visitatori,sia adulti che bambini, al mondo agricolo realizzando piccoli orti didattici e giardini in miniatura per farfalle da portare a casa offrendo angoli meditativi realizzati con oggetti e mobili del laboratorio di restauro. I visitatori potranno anche assistere al lavoro ed alla relazione con il ponie ed il cane ;infatti i cani ed i ponies coinvolti sono preparati per interventi assistiti dagli animali ed operano in ambito ospedaliero ed abilitativo. I laboratori, gratuiti, avverranno sia nella mattinata che nel pomeriggio e gli incontri saranno tenuti da personale specializzato nell'educazione e terapia assistita dagli animali. Quest’anno,la mostra darà una particolare rilevanza al binomio biodiversità-paesaggio proponendo una conferenza dal titolo “Biodiversità e Paesaggio: la “pratica” della Tutela” per scoprire e capire come la tutela della biodiversità e del paesaggio siano una pratica che tutti possono svolgere nel quotidiano. Parteciperanno a questa conferenza numerosi esponenti di rilievo in questo campo: Orietta Rossini Archeologa e Coordinatrice del Museo dell’Ara Pacis di Roma interverrà sulla lettura dei girali floreali dell’Ara Pacis quale esempio di antica biodiversità della nostra città; Rita Paris Direttore Archeologo della Soprintendenza Speciale Beni Archeologici di Roma interverrà sulla tutela quotidiana dello Stato del Parco Archeologico dell’Appia Antica; Riccardo Santolini Presidente Società Italiana Ecologia e Paesaggio tratterà della Pianificazione del Verde Pubblico e la sua biodiversità;inoltre Lucio Lorenzo Pettine Architetto del Paesaggio presenterà un breve excursus sulla perdita di paesaggi e biodiversità; Cristiana Mancinelli Scotti e Massimo Livadiotti della Associazione Respiro Verde Legalberi esporranno le loro esperienze di attivisti nella tutela del paesaggio e della biodiversità. Anche le tematiche dei libri che verranno presentati si collegano in un certo modo all’attenzione ed alla passione per il nostro bel paesaggio italiano sottolineandone in certi casi l’avvenuto degrado ma anche la commovente bellezza e raccontando come alcuni personaggi abbiano corrisposto una “filìa” per le piante tale da conformarne la propria vita e il lavoro. Lucilla Zanazzi presenterà il libro di Giuseppe Barbera “Conca d’Oro” Edizioni Sellerio ,un viaggio colto e appassionato tra i profumi e la ricchezza paesaggistica di uno dei più bei siti della Sicilia e del Mediterraneo;viaggio che culminerà purtroppo nello scempio urbanistico avvenuto negli anni ’70 che cementificherà la quasi totalità di questo paradiso per noi oramai perduto. Andrea Di Salvo presenterà il libro di Lucilla Zanazzi “Uomini e piante” Edizioni Derive e Approdi ; una raccolta di interviste fatte durante un decennio, durante il quale l’autrice sceglie personaggi differenti ma legati da uno stesso “fil rouge” : l’attrazione per così dire reciproca e “fatale” tra ciascuno di loro e le piante;ne deriva una lettura che incuriosisce, avvince e a volte commuove. Molti di questi personaggi saranno presenti alla mostra : sono quei vivaisti eccellenti ed eccentrici,ospiti oramai consolidati de La Conserva della neve. Nina Prentice,moglie dell’Ambasciatore Britannico in Italia ed esperta giardiniera, presenterà in anteprima il libro della scrittrice scozzese Jenny Condie “The Gardens of Venice and the Veneto” Edizioni Frances Lincoln. Il libro esamina in dettaglio alcuni dei più importanti giardini veneti dalle Prealpi fino alla Pianura Padana e le rive dell’Adriatico,soffermandosi sul gioiello più prezioso di questa corona: Venezia. Esso spiega la tipologia dei giardini,la loro trasformazione nel tempo da semplici poderi che garantivano verdura fresca per i gruppi di pescatori delle paludi salmastre,a grandi ed elaborati parchi delle ville dei ricchi mercanti veneziani del XVI° secolo. L’autrice inoltre, dedica parte del libro ai giardini veneti influenzati da paesaggisti inglesi come Sir Edward Blomfield a cui si ispira il giardino della Vescovana oppure l’Eden Garden alla Giudecca creato dalla sorella ed il cognato di Gertude Jekyll. Le bellissime foto sono di Alexander Ramsay. Tutti i libri presentati sono in vendita negli stand delle librerie che partecipano alla mostra. La serie di conferenze e presentazioni di libri avverranno nel bellissimo padiglione marocchinodelle conferenze « Makhzen » messo a disposizione dall’organizzazione della mostra e situato nel grande rettangolo di terra battuta al centro dell'area espositiva ,circondato dalle installazioni paesaggistiche. Come nelle passate edizioni, il pubblico potrà effettuare visite guidate ai Giardini Segreti previa prenotazione alle biglietterie. Tali visite guidate sono a cura di Zetema.Di seguito gli orari :gruppi di 25 persone: venerdì pomeriggio : ore 15 ed ore 17, sabato e domenica mattina: ore 10 ed ore 12, sabato e domenica pomeriggio : ore 15 ed ore 17. (fonte ufficio stampa La Conserva della Neve).

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento