Paliano, l'innominato sindaco si candidata con Pompeo e con la Battisti se ne dicono di tutti i colori

Colpi di maglio internettiani tra Sara Battisti, presidente del PD Provinciale, e l’innominato sindaco di Paliano candidato alle provinciali con una lista con elementi del PD e del centro Destra.

Bandiere PD

Colpi di maglio internettiani tra Sara Battisti, presidente del PD Provinciale, e l’innominato sindaco di Paliano candidato alle provinciali con una lista con elementi del PD e del centro Destra.

I due una volta tanto amici (a livello politico ovviamente) su Facebook arrivano a dirsele di tutti i colori, con la politica fiuggina che accusa il primo cittadino palianese di candidarsi con lo stesso presidente che appoggia l'ex sindaco Sturvi e con l'innominato sindaco che replica che loro a fiuggi governano con il centro destra. Beh come avrete ben capito scaramuccie politiche indegne di un partito grande come il PD o meglio del primo partito italiano...chi sà cosa ne penserebbe Renzi del livello raggiunto in questa occasione dai due politici locali o meglio provinciali....

Nella diatriba politica interna con la presa di distanza dell’On. Francesco De Angelis, della Sen. Maria Spilabotte e dell’On. Mauro Buschini che hanno candidato alla presidenza della Provincia in un'unica lista Pittiglio, un giovane rampante sindaco della valle di Comino, c'è stata la risposta del Senatore Francesco Scalia (PD) che ha presentato tre liste che candidano il sindaco di Ferentino Pompeo.

In una di queste il capolista è l’innominato Sindaco di Paliano attaccato da tutte le parti perché ha assunto la decisione di candidarsi in maniera autonoma dal resto del PD palianese.

Egli stesso dice di essersi candidato a Sindaco con la lista del PD, ma per candidarsi alla Provincia con Pompeo ha parlato con gli altri esponenti del Partito a livello locale? Non sembrerebbe proprio e cosi anche a Paliano all’interno del PD si è andata a creare una spaccatura. Come ci sarebbe una spaccatura in SEL dove il vice Sindaco Valentina Adiutori e il Presidente del Consiglio Andrea Ficoroni dovrebbero ancora decidere se stare con Ventola oppure, come ha fatto l’On. Pilozzi, distaccarsi restando al momento autonomi.

Non dimentichiamo che Sara Battisti è colei che quando venne il Ministro Orlando a Paliano aveva candidato il Castellaccio a divenire il centro rifiuti della provincia (in rete c'è ancora il video dell'incontro in un noto ristorante palianese). In quella zona dovrebbe sorgere, lo dovrebbe fare l’Acea, un inceneritore di ultima generazione e il TMB che l’innominato sindaco di Paliano ha sempre osteggiato negli anni in cui stava in minoranza.

Oggi da innominato sindaco cosa farà? Si accontenterà della vantaggiosa offerta economica che gli farà Zingaretti e compagni per il ristoro ambientale? O girerà le spalle alla sua coerenza politica mandandola a farsi friggere per qualche centesimo in più?

Con la sua decisione di appoggiare gli amici di Scalia quanti voti raccoglierà l’innominato Sindaco anche a Paliano? ma soprattutto questa mossa quanto gli costerà in termini politici?

Di seguito i salaci commenti apparsi sul profilo FB dell'innominato sindaco di Paliano:

L'innominato Sindaco: Sara Battisti nel suo paese (Fiuggi) sostiene e governa insieme al centro destra. Di fatti il vice-sindaco è Alberto Festa, iscritto al PD e suo compagno di area. Mi chiedo se anche lei e Festa rappresentino un pericolo per il PD. Dopodiché ricordo alla Signora Battisti che 4 mesi fa il sottoscritto insieme al centrosinistra ha riconquistato L'Amministrazione Comunale di Paliano. E siamo l'unico paese sotto i 10mila abitanti ad esserci presentati con il simbolo del PD in provincia di Frosinone.

Consiglio alla Battisti di pensare alla propria autolegittimazione. A me, di sicuro, non serve la sua approvazione, con tutto il rispetto.

E ripensi a ciò che dichiarò qualche tempo fa a Ballarò. Alla faccia della coerenza.

Nonostante le differenti vedute ho rispetto per De Angelis e Buschini in quanto sono stati sempre lineari nelle loro posizioni. L’ incoerenza invece è una cosa che non condivido come i burocrati di partito. La replica della Battisti. Sara Battisti Caro Domenico, spiega ai tuoi elettori come mai voterai alle elezioni provinciali lo stesso candidato che sostiene Sturvi. Spiegalo loro. Per quel che mi riguarda credo che la coerenza si misuri in relazione con le battaglie che si fanno. Come criticai chi inciuciò con il centrodestra, oggi faccio lo stesso con chi ripropone uno schema che ho sempre osteggiato Poi andate a vedere cosa accade nel Web. Giancarlo Flavi P.S. Per chi non lo sapesse, io chiamo il sindaco innominato perché ci ha cancellato dalla sua e-mail list come giornalista denigrandoci e come lui ignora noi lo ripaghiamo con la stessa moneta. Lo abbiamo cancellato anche noi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento