Posti di blocco nelle periferie capitoline e sulle principali arterie dei castelli romani. 9 persone arrestate

  I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Frascati la scorsa notte hanno effettuato un controllo straordinario del territorio nel quartiere romano di Tor Bella Monaca

I Carabinieri della Compagnia Carabinieri di Frascati la scorsa notte hanno effettuato un controllo straordinario del territorio nel quartiere romano di Tor Bella Monaca e sulle principali arterie dei Castelli Romani. Circa 50 militari sono stati impegnati in posti di blocco e servizi di prevenzione e repressione di fenomeni di illegalità.

Diversi sono stati i posti di blocco istituiti per contrastare le violazioni delle norme contenute nel Codice della Strada, così come le perquisizioni personali e veicolari alla ricerca di sostanze stupefacenti e di armi.

Il costante impegno dei Carabinieri ha portato ad esprimere un’azione repressiva che ha permesso di controllare circa 100 autovetture e di identificare circa 200 persone.

Sono stati 9 gli arresti eseguiti in flagranza di reato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti e per furti vari.Numerose le contestazione al codice della strada e i controlli del tasso alcolemico dei guidatori.

PARIOLI – RAGGIRANO UN 70ENNE E SI FANNO CONSEGNARE UN PATRIMONIO. 2 ROMENI ARRESTATI PER CIRCONVENZIONE DI INCAPACE

I Carabinieri della Stazione Roma Piazza Bologna hanno arrestato due cittadini romeni, una 27enne e un 25enne, per truffa e circonvenzione di incapace ai danni di un 73enne residente al quartiere Parioli. Dal settembre 2007 ad oggi i due hanno convinto il pensionato a vendere un suo appartamento per 545mila euro riuscendo a farsi consegnare circa 300mila euro. L’episodio è iniziato sei anni fa quando tra il malcapitato e la donna è nata un’amicizia fino ad assumerla come badante. La situazione agiata del pensionato ha fatto gola alla 27enne che, con la complicità del suo compagno 25enne, si fingeva innamorata promettendo al 73enne di sposarlo ma con il solo fine di appropriarsi di tutti i suoi averi mediante bonifici che periodicamente si faceva versare. Durante il versamento di 35mila euro, ultima tranche dell’ingente somma, il direttore dell’istituto di credito, insospettitosi, ha chiesto l’intervento dei Carabinieri. I militari della Stazione Roma Piazza Bologna hanno immediatamente predisposto un servizio di osservazione riuscendo ad intercettare i due malviventi all’interno della banca proprio mentre costringevano il pensionato a scrivere l’ordine di bonifico. A quel punto, la coppia è stata arrestata ed accompagnata in carcere a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. I Carabinieri hanno individuato e sequestrato un conto corrente gestito dagli arrestati in attivo di 50mila euro.

PROSEGUONO I CONTROLLI ANTIDROGA DEI CARABINIERI. 23 ARRESTI. SEQUESTRATI 2 KG TRA HASHISH, MARIJUANA EROINA E COCAINA E 6000 EURO IN CONTANTI.

Non conosce soste l’attività di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti dei Carabinieri del Gruppo di Roma nei quartieri Eur, Centro, Trastevere, Pigneto e Termini. Dopo i 9 arresti dei giorni scorsi, altri 23 pusher, nelle ultime ore, sono finiti nella rete dei militari dell’Arma. In particolare: 6 cittadini romani e 17 stranieri (due cittadini del Mali, due del Gambia, uno del Ghana, quattro cittadini tunisini, due algerini, un marocchino, uno della Guinea, due del Senegal e due nigeriani), di età compresa tra i 18 ed i 38 anni e perlopiù già noti alle forze dell’ordine. I militari hanno passato al setaccio strade, locali, bar, discoteche e altri luoghi di aggregazione giovanile sequestrando complessivamente 2 kg di stupefacenti tra marijuana, hashish, eroina e cocaina. Durante le attività, inoltre, diverse persone sono state identificate mentre acquistavano droga dai loro spacciatori di fiducia e che, per questo motivo, saranno segnalate all’Ufficio Territoriale del Governo per i provvedimenti del caso. Quasi 6.000 euro in contanti sequestrati quale presunto provento dell’attività di spaccio. Tra i numerosi arresti, in particolare, ieri notte, in via del Pigneto, durante un normale controllo, i Carabinieri della Stazione Roma Tuscolana hanno fermato due cittadini del Gambia, entrambi di 28 anni, sorpresi con numerose dosi di marijuana ed eroina, che sono state sequestrate. Tutti gli arrestati saranno condotti presso le aule del Tribunale di piazzale Clodio per essere giudicati con il rito direttissimo e dovranno rispondere di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

TOR BELLA MONACA – I CARABINIERI ARRESTANO LA SUA FIDANZATA PER RAPINA E LUI LA RAGGIUNGE IN CASERMA CON UN’AUTO RUBATA. IN MANETTE ANCHE “ROMEO”.

L’ultimo capitolo di una “storia d’amore” tra due romani, lei 34enne, lui 42enne, entrambi già conosciuti alle forze dell’ordine, è stato scritto, più che dalla penna, dai verbali dei Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca.

La vicenda ha avuto inizio nella tarda serata di ieri, quando la ragazza è stata notata dagli addetti alla vigilanza interna del supermercato “Pewex” di via Quaglia mentre stava arraffando dagli scaffali della merce. La ladra, vistasi scoperta, si è scagliata contro i vigilantes prendendoli a calci e pugni. L’arrivo delle pattuglie della Stazione Carabinieri ha riportato la calma, ma per la 34enne è scattato, inevitabile, l’arresto per rapina impropria. Reato per lei non nuovo: la ragazza, infatti, era stata già arrestata il mese scorso, sempre in un supermercato “Pewex”, stavolta quello di via di Tor Bella Monaca, per aver rubato della merce e picchiato un addetto alla vigilanza dell’esercizio che l’aveva scoperta.

Intorno alle 23:00 di ieri, saputo dell’arresto della ragazza e della sua momentanea detenzione nelle camere di sicurezza della caserma dei Carabinieri di via Domenico Parasacchi, il fidanzato, romano di 42 anni anch’egli già conosciuto alle forze dell’ordine, ha pensato bene di andare negli uffici dei militari per chiedere informazioni sulla compagna, arrivando di gran carriera a bordo di un’auto che, poco dopo, è risultata essere stata denunciata rubata nel pomeriggio. Nascosti sotto il sedile dell’utilitaria, inoltre, Carabinieri hanno rinvenuto numerosi arnesi per lo scasso che sono stati sequestrati insieme al veicolo.

Risultato: il 42enne, sottoposto a fermo di indiziato di delitto per ricettazione e possesso di arnesi per lo scasso, è stato portato nel carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, lei è rimasta “ospite” della Caserma dei Carabinieri di Roma Tor Bella Monaca in attesa di essere sottoposta al rito direttissimo.

ANZIO – I CARABINIERI INTERVENGONO PER UNA LITE IN FAMIGLIA E ARRESTANO “COLTIVATORE DIRETTO” DI MARIJUANA.SEQUESTRATE 10 PIANTE E 60 GRAMMI DI “ERBA”

I Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anzio hanno arrestato, a Lavinio, un 40enne del luogo, già conosciuto alle forze dell’ordine, con l’accusa di coltivazione e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente. I militari, inizialmente, erano intervenuti nell’abitazione dell’uomo a seguito di una segnalazione giunta al “112” per una lite in famiglia. Giunti sul posto, i Carabinieri hanno da subito verificato il possesso di una modica quantità di marijuana da parte del 40enne. Nel corso della perquisizione scattata nell’abitazione, poi, i Carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato 10 piante di marijuana, per un peso complessivo del fogliame di circa 150 grammi, altri 60 grammi di “erba” già lavorata e pronta per lo spaccio, tutto il necessaire per la pesatura ed il confezionamento della droga e un coltello a serramanico, con lama di 16 cm, trovato in un marsupio che il 40enne portava con sé. In un controllo approfondito del seminterrato dell’abitazione, utilizzato esclusivamente dall’uomo, è stata rinvenuta una vera e propria serra artigianale dotata di lampade e ventilatori, dove altre piante erano già state posizionate per la fase di essicazione. Terminate le formalità di rito l’uomo è stato trattenuto in caserma in attesa di essere giudicato con rito direttissimo presso il tribunale di Velletri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento