Da Bellegra dure critiche ai primi cento giorni del Presidente Zingaretti da Francesco Lollobrigida

L’ex assessore ai Trasporti della Regione Lazio Francesco Lollobrigida, esponente di spicco del partito Fratellli d'Italia, spara a zero contro i primi 100 giorni di amministrazione Zingaretti.

L’ex assessore ai Trasporti della Regione Lazio Francesco Lollobrigida, esponente di spicco del partito Fratellli d'Italia, spara a zero contro i primi 100 giorni di amministrazione Zingaretti.Sono stati tagliati servizi importanti e sono aumentate le consulenze che addirittura sono triplicate: ad oggi non è stata presentata una legge in Consiglio Regionale. La prima è quella che abbiamo lasciato noi che deve andare per forza in Consiglio regionale. Gli assessori sono tutti esterni e non si capisce con quale criterio siano stati scelti. Poi basta vedere lo sfascio delle scuole e delle strade provinciali per capire come amministra Zingaretto, che ha sfruttato il nome del "fratello" più popolare in TV”. Questo lo sferzante attacco a Zingaretti, da Francesco Lollobrigida ex assessore ai trasporti e attuale responsabile nazionale del tesseramento delle primarie di Fratelli D’Italia, intervenuto insieme a Marco Marsilio (Portavoce costituente Regionale) per il dibattito “ Il nuovo centro Destra” moderato dal Collega Giancarlo Flavi durante la festa tricolore lo scorso fine settimana a Bellegra.

Nella ricostruzione politica del momento attuale si è partiti dall’On. Gianfranco Fini che ebbe la sua prima contestazione dopo il famoso “Che fai mi cacci?” proprio qui Bellegra, quando venne in forma ufficiale da presidente della Camera ad inaugurare la nuova caserma dei carabinieri Marsilio: “Fini ha completato questa deriva e adesso fa il pensionato di lusso. E’ stato lui che ha voluto lo scioglimento di A.N. e con il PDL non è riuscito a costruire un progetto politico perché non c’era la base ed ha fatto mancare la capacità decisionale della base - così Marsilio - che continuato dicendo che sia necessario ricostruire l’intero Centro destra. Noi intanto abbiamo visto crescere i nostri consensi due volte tanto da aumentare a più 6% e i risultati in generale a cominciare da Roma sono stati triplicati. C’è da tener presente che circa sei milioni di persone del centro destra non sono andate a votare. Da noi c’è gente che fa politica con tanta passione".

"Come ripartire. Noi non siamo chiusi apriamo le braccia a tutti non ci sono piramidi di sorta e si deve costruire per intero il Centro Destra - afferma Francesco Lollobrigida - Noi non guardiamo indietro, come si sta tentando di fare, noi guardiamo avanti e non vogliamo l’imperatore e la politica deve tornare ad essere un fatto positivo. E’ anche importante tornare alla preferenza in modo che si possa conoscere il proprio parlamentare e non come ha fatto 5 stelle che ha candidato gente dal WEB che non si sa che cosa vuole e non conosce i meccanismi amministrativi e politici che generano l’Italia.

Poi Francesco Lollobrigida ha invitato i partecipanti al nutrito dibatti il 27 prossimo al Tivoli Terme per la conferenza programmatica di Fratelli D’Italuia perché si deve trovare il modo di rilanciare la nostra economia e quindi dare più vigore al partito.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

  • Finti posti di lavoro per truffare lo Stato, nuovamente arrestati Marco e Marcello Perfili

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento