Olevano Romano, approvato in consiglio il registro delle unioni civili, il regolamento delle aree verdi e dell’asilo nido

Con un importante consiglio l’’amministrazione comunale guidata dal sindaco Avv. Marco Mampieri ha approvato, giovedì, il registro delle unioni civili (in Italia al momento sono circa 140 quelli in cui è già presente), il regolamento delle aree...

Con un importante consiglio l’’amministrazione comunale guidata dal sindaco Avv. Marco Mampieri ha approvato, giovedì, il registro delle unioni civili (in Italia al momento sono circa 140 quelli in cui è già presente), il regolamento delle aree verdi comunali e quello dell’asilo nido comunale che sarà pronto per l’inizio del prossimo anno scolastico.“Da ieri siamo uno dei pochi comuni d’Italia – spiega il primo cittadino di Olevano – dov’è operativo il registro delle unioni civili. Come stabilisce l’articolo 2 della nostra costituzione ora tutti i conviventi in stabile relazione di fatto, sono titolari del diritto alla vita familiare ed hanno il diritto ad un trattamento omogeneo rispetto a quello assicurato dalla legge alla coppia coniugata nelle diverse aree quali la casa, la sanità ed i servizi sociali, la scuola e molti altri. Con l’approvazione di questo atto (a maggioranza più il voto di Guido Milana e con il solo voto contrario di Giulio Riccardi e con le astensioni di Giulio Riccardi di Ripensare Olevano e di Riccardo Rocchi) abbiamo dato segno di grande civiltà e di apertura verso la nuova società civile che è andata formandosi negli ultimi anni”.

Nel consiglio di ieri, inoltre, è stata approvata una mozione presentata dal presidente del consiglio Giulio Riccardi inerente il problema della bollettazione idrica e nello specifico quest’atto impegna l’amministrazione ad approfondire la conoscenza degli impianti idrici, fognari e di depurazione presenti sul territorio e ad agire con decisione sulla società Acque Potabili al fine di stabilire una tariffa per il servizio idrico equa e che tenga conto anche delle fasce più deboli. Il tutto dopo che un avviso dell’amministrazione aveva portato oltre 200 persone a rivolgersi presso gli uffici comunali ed alcuni ci hanno informato di avere ricevuto delle bollette spropositate. Inoltre, l’amministrazione ha confermato la volontà di affrontare queste problematiche nella competente commissione consiliare dei lavori pubblici.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bimba tolta alla madre, irruzione dei poliziotti nella casa famiglia

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Suora indagata, un'altra mamma racconta: "faceva dormire mia figlia nel letto intriso di urine"

  • La moglie muore in ospedale, il marito indagato per maltrattamenti e lesioni

  • Sanità, addio codice rosso nei Pronto Soccorso. Dal 2020 i numeri sostituiranno i colori

  • Alatri, Francesco Scarsella accusato di omicidio stradale sconterà la pena ai domiciliari

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento