Olevano Romano, Rocchi: "il problema della differenziata non si risolve con il codice a barre sui cestini"

RICEVIAMO E PUBBBLICHIAMO: "Nei giorni scorsi e' arrivata l'ennesima letterina del sindaco Mampieri, questa volta riguardante la nuova modalita' di gestione della raccolta differenziata, che diventa addirittura "tecnologica" attraverso...

RICEVIAMO E PUBBBLICHIAMO: "Nei giorni scorsi e' arrivata l'ennesima letterina del sindaco Mampieri, questa volta riguardante la nuova modalita' di gestione della raccolta differenziata, che diventa addirittura "tecnologica" attraverso l'introduzione di buste con codice a barre, per controllare se i cittadini fanno correttamente la raccolta differenziata.

Dichiara il consigliere di minoranza Rocchi :"La tracciabilita' dei rifiuti potrebbe essere un'ottima idea, se non fosse che l' amministrazione prima di puntare il dito sui cittadini "cattivi" dovrebbe fare ammenda sulle modalita' fin'ora adottate di gestione dell'intera materia dei rifiuti, argomento ancora una volta utilizzato con forza in queste ultime settimane con l'unico scopo di "farsi facile propaganda". Per fare un esempio concreto, come mi fa notare qualche cittadino in proposito dei codici a barre sulle buste, una volta esposto il raccoglitore fuori dalla propria abitazione chiunque passi potrebbe inserirvi qualsiasi oggetto "non riciclabile"!

Quale sara' il prossimo passo fornire i cittadini di cassaforte esterna con combinazione a protezione dei rifiuti? Se il sistema serve per tracciare il macro processo del ciclo dei rifiuti ci puo' stare, ma utilizzarlo per possibili fini sanzionatori verso i cittadini "indisciplinati" penso sia l'ennesimo proclama al limite, se non oltre le previsioni di legge.

Continua il consigliere Rocchi: "Il vero problema dei rifiuti sta a monte cioe' nella gestione contrattuale della raccolta differenziata con il gestore e soprattutto nell'applicazione e nei costi delle tariffe, temi che il Sindaco Mampieri e la sua amministrazione non hanno mai voluto affrontare seriamente in questi 2 anni di amministrazione! Fanno finta di condividere con i cittadini la problematica, e nello stesso tempo evitano il confronto con la minoranza non convocando la conferenza dei capogruppo per stabilire un corretto percorso consiliare.

Conclude il consigliere Rocchi: "L'hanno fatto con le bollette dell'acqua, lo stanno rifacendo con l'intera gestione dei rifiuti (vedi la Tares, la nuova tassa sui rifiuti), argomento del prossimo consiglio comunale convocato in maniera "carbonara" martedi 9 luglio con la complicita' del presidente del Consiglio Comunale Riccardi, che ancora una volta si dimostra inadatto a ricoprire un ruolo istituzionale di garanzia. Ormai il vaso e' colmo i prossimi giorni incontreremo pubblicamente i cittadini per denunciare lo stato di confusione in cui si trova il nostro comune in balia di un'armata Brancaleone.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Arce, 42enne trovato privo di vita in un'auto. Ecco chi è la vittima

  • Bomba d’acqua nel nord della Ciociaria e tra Colleferro e Valmontone (video)

  • Cassino, è Guido Luciano il giovane trovato morto in un appartamento di via Garigliano

  • Mercoledì i funerali del camionista Francesco Spaziani, morto mentre si trovava in Francia

  • Cassino, il video virale del rapper nigeriano che 'vola' mentre canta le bellezze della città

  • Mette due camionisti in cassa integrazione per assumerne altri in nero, imprenditore ciociaro sotto processo

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento