Regione Lazio: Fabiani, ‘grande successo del bando per le start-up’. Ok in commisione a legge contro la violenza sulle donne

Nuovo successo per il click day.  In poco meno di tre ore, le richieste delle imprese hanno esaurito i fondi messi a disposizione dalla Regione Lazio per il bando POR FESR dedicato al "Fondo per prestiti partecipativi alle startup".

Giunta Lazio, bilancio; Fondi Tpl a Comune definiti da risultato matematico. E' differenza fra introiti fiscali e disavanzo sanitario 2012

Nuovo successo per il click day. In poco meno di tre ore, le richieste delle imprese hanno esaurito i fondi messi a disposizione dalla Regione Lazio per il bando POR FESR dedicato al "Fondo per prestiti partecipativi alle startup".

Il bando è finalizzato a sostenere le imprese costituite da non più di 48 mesi, concedendo un finanziamento a tasso agevolato per i progetti imprenditoriali con caratteristiche innovative e dal forte potenziale di sviluppo. Sono ammesse le start-up costituite nella forma di società di capitali che abbiano deliberato un aumento del capitale sociale in modo che il patrimonio netto, risultante da tale ricapitalizzazione e dall’eventuale cessione di quote con possibile sovrapprezzo, sia almeno pari al prestito partecipativo richiesto.

Sul sito di Sviluppo Lazio, incaricata di gestire l’avviso pubblico per conto della Regione Lazio, le procedure telematiche per accedere al bando sono state attivate stamattina alle ore 9.00 e già alle 11:45 le richieste delle PMI hanno coperto i 10 milioni di euro disponibili. In totale si sono collegati al sistema 191 utenti: 115 sono le domande di finanziamento inviate elettronicamente attraverso la formula telematica del click-day, per una richiesta di risorse pari a 14.526.281 euro. Come da normativa, il Bando rimarrà ancora aperto fino al raggiungimento della soglia massima di prenotazioni utili per l’eventuale scorrimento delle graduatorie. Confermato – dopo il successo del click-day della settimana scorsa relativo al bando sul “Capitale circolante” – il fortissimo interesse degli imprenditori per le opportunità offerte dalla Regione attraverso i fondi europei.

“La formula del click day – ha commentato l’assessore allo sviluppo economico e attività produttive della Regione Lazio Guido Fabiani – si conferma strumento incisivo per velocizzare il rapporto delle imprese con il sistema dei finanziamenti europei. Anche questo bando, tecnicamente più complesso rispetto ai precedenti, ha visto una partecipazione straordinaria delle imprese. Un risultato importante, frutto della semplificazione delle procedure attuate dalla nuova amministrazione regionale e della volontà della Giunta Zingaretti di sostenere il tessuto imprenditoriale garantendo trasparenza e opportunità di accesso alle risorse europee”.

CONTRASTO A VIOLENZA SU DONNE: OK DA COMMISSIONE A PROPOSTA LEGGE IL TESTO PASSA ORA ALL’ESAME DELL’AULA.

Il presidente Patanè: “Testo costruito accogliendo richieste e suggerimenti delle associazioni ascoltate”. Potenziamento dei servizi di supporto alle vittime di violenza, una ‘Cabina di regia’, un Osservatorio regionale, un Piano triennale e una serie di progetti e campagne di sensibilizzazione. E’ quanto prevede la proposta di legge ‘Riordino delle disposizioni per contrastare la violenza contro le donne in quanto basata sul genere e per la promozione di una cultura del rispetto dei diritti umani fondamentali e delle differenze tra uomo e donna’ che ha ricevuto il parere favorevole a maggioranza della V commissione del Consiglio regionale del Lazio, presieduta da Eugenio Patanè (Pd). Astenuti i due consiglieri del M5S. Il testo definitivo è il frutto di una serie di emendamenti e subemendamenti, che hanno modificato e integrato la proposta di legge originaria, primo firmatario il consigliere Simone Lupi (Pd). Il testo passa ora all’esame dell’Aula.

La proposta di legge mira a potenziare il complesso dei servizi a sostegno delle donne vittime di violenza attraverso una presenza omogenea dei centri antiviolenza e delle case rifugio in tutto il territorio regionale e l’introduzione di nuove forme di sostegno, come case di semiautonomia e percorsi di reinserimento sociale e lavorativo. La funzione di coordinamento tra istituzioni, enti pubblici e privati e associazioni viene affidata - assieme alla promozione della “rete regionale antiviolenza” – a una Cabina di regia istituita presso la Presidenza della Regione, mentre il nuovo ‘Osservatorio sulle pari opportunità e la violenza di genere’ si occuperà di monitorare i dati, svolgere indagini ed elaborare progetti. Spetterà poi alla Giunta predisporre il Piano “attuativo degli interventi e delle misure contro la violenza sulle donne”, di durata triennale. Prevista, infine, l’attivazione di campagne di sensibilizzazione, progetti con le scuole e appositi programmi di recupero per gli uomini maltrattanti. Il tutto sarà sostenuto da uno stanziamento complessivo di un milione di euro.

“Abbiamo costruito questo testo avvalendoci delle competenze e dei saperi dell'associazionismo femminile e mutuandone le buone pratiche – ha sottolineato a margine della seduta il presidente Patané – l'obiettivo è quello di implementare e potenziare gli interventi regionali, sviluppare una politica regionale integrata e superare una concezione settoriale degli interventi per dare risposte concrete ed efficaci alle diverse dimensioni del problema”. Annunciando il voto di astensione la consigliera Gaia Pernarella (M5S) ha dichiarato: "Come gruppo abbiamo presentato diversi emendamenti e, facendo un bilancio, riteniamo che questa legge possa essere ancora migliorabile e ci riserviamo di farlo in Aula".

La proposta di legge originaria è stata modificata da una serie di emendamenti e subemendamenti a firma dei consiglieri Marta Bonafoni (Per il Lazio), Daniela Bianchi (Per il Lazio), Riccardo Agostini (Pd), Cristiana Avenali (Per il Lazio), Enrico Maria Forte (Pd), Piero Petrassi (Centro Democratico), Rosa Giancola (Per il Lazio), Cristian Carrara (Per il Lazio), Patanè e Lupi, Olimpia Tarzia (Lista Storace), Gaia Pernarella (Movimento 5 Stelle) Gianluca Perilli (Movimento 5 Stelle) e dell’assessore alle Pari opportunità Concettina Ciminiello.

Hanno partecipato alla seduta i consiglieri Petrassi, Bonafoni, Gian Paolo Manzella (Per il Lazio), Daniela Bianchi (Per il Lazio), Carrara (Per il Lazio), Pernarella (Per il Lazio) e Perilli (Per il Lazio).

REGIONE LAZIO: LUPI “FINALMENTE UNA LEGGE ORGANICA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE”

Roma 18/02/2014. All’indomani dell’approvazione in Commissione Cultura della P.l. 33 sulla violenza contro le donne, il consigliere regionale Simone Lupi, Vice Presidente della Commissione Bilancio, interviene sulla legge ormai prossima all’approvazione finale e di cui è il primo firmatario.

“La prossima settimana il Lazio avrà finalmente una legge regionale sul tema del contrasto alla violenza contro le donne ed è una grande soddisfazione mia e di tutto il Pd del Lazio, perché con questo testo diamo una risposta organica all’emergenza che riguarda ancora tantissime, troppe donne, in Italia e nella nostra regione.”

“Grazie alla proficua e intensa collaborazione con le associazioni e le istituzioni competenti sul tema delle pari opportunità e delle politiche di genere abbiamo fortemente migliorato il testo da me presentato ed ora abbiamo definito interventi e metodo per rispondere alle esigenze delle donne, delle istituzioni e delle associazioni che tutti i giorni si impegnano in questa battaglia: l’educazione, la cultura della parità di genere, la formazione agli operatori, la gestione ed il sostegno dei centri antiviolenza, l’accompagnamento al reinserimento sociale ed economico delle vittime, fino al recupero degli stessi uomini maltrattanti – sottolinea il consigliere democratico Lupi - Il tutto con un finanziamento per legge definito in un milione di euro, quattro volte quanto stanziato fino al 2013!”

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“E’ l’approccio globale e concreto al problema il grande merito di questa legge che, spero, la prossima settimana sarà definitivamente approvata e sarà riferimento e sostegno di comuni, volontari e cittadini. Il mio augurio è che possa essere approvata all’unanimità superando l’unica attuale astensione espressa dal gruppo dei cinque stelle nelle commissioni sia sul finanziamento da un milione di euro sia sul parere finale alla legge.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ceccano, arrestati ‘Sandokan’ e due familiari. Hanno aggredito Morello, troupe di ‘Striscia la notizia’ e Carabinieri

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 25 maggio: nessun contagio ma, dopo 8 giorni, un altro decesso

  • Coronavirus, anche a Valmontone i casi dei positivi raggiungono la doppia cifra

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento