Regione, maltempo: Zingaretti firma richiesta stato emergenza. L’assessore Refrigeri a Riano

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato oggi la “richiesta di stato di emergenza ex legge 225/1992 art. 5 e s.m.i. per le province di Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo a seguito degli eventi atmosferici avversi del 31...

Il presidente della Regione Lazio, Nicola Zingaretti ha firmato oggi la “richiesta di stato di emergenza ex legge 225/1992 art. 5 e s.m.i. per le province di Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo a seguito degli eventi atmosferici avversi del 31 gennaio 2014 e giorni seguenti”.

Nella richiesta di stato di emergenza inviata al Prefetto Franco Gabrielli, capo dipartimento della Protezione civile, si specifica come “a decorrere dal 31 gennaio 2014 i territori delle province di Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo sono stati interessati da eventi meteo-idrogeologici di straordinaria intensità che hanno provocato ingenti danni a strutture ed infrastrutture pubbliche e private con accadimenti di grave criticità determinanti situazioni di pericolo per la pubblica e privata incolumità. Pertanto – continua la richiesta di stato di emergenza inviata dal presidente Zingaretti – con riferimento all’estensione ed intensità dell’evento anche in relazione dell’elevato impatto dello stesso sulla sicurezza dei cittadini, del territorio e dell’ambiente che rendono impossibile il superamento dell’emergenza mediante poteri ordinari, si chiede di dichiarare “lo stato di emergenza per i territori delle province di Roma, Frosinone, Rieti e Viterbo ai sensi e agli effetti dell’art. 5 della legge 24 febbraio 1992 e s.m.i con l’adozione dei necessari provvedimenti straordinari”. Lo comunica in una nota la Regione Lazio.

REFRIGERI, "A RIANO PER PORTARE VICINANZA A CITTA'"

"Ho voluto portare alla cittá di Riano e al suo sindaco la solidarietá e dimostrare tutta la vicinanza dell'Amministrazione regionale in questa emergenza dovuta agli allagamenti e soprattutto agli eventi franosi causati dalle pioggie di questi giorni. E' straordinario il lavoro che fin dai primi momenti stanno portando avanti Amministrazione comunale, Forze dell'Ordine, Vigili del Fuoco, volontari della Protezione civile comunale e regionale per mettere in sicurezza strade e abitazioni. La Giunta Zingaretti si impegna a sostenere gli interventi di primo soccorso e somma urgenza nell'immediatezza della criticità".

Lo ha detto l'assessore regionale alle Infrastutture, Ambiente e Politiche della Casa, Fabio Refrigeri dopo il sopralluogo compiuto a Riano, durante il quale ha incontrato la prima cittadina del Comune di Riano, Marinella Ricceri.

MALTEMPO, RETE DEI CITTADINI/E: “ROMA PAGA 10 ANNI DI ABBANDONO”

“Roma in questi giorni sta pagando 10 anni di incuria, abusivismo e totale assenza di prevenzione dei rischi idrogeologici. A farne le spese maggiori sono come sempre i cittadini, soprattutto quelli delle zone colpite ciclicamente come l’entroterra di Ostia, Labaro-Prima Porta e Fiumicino. In tutto questo sfacelo è apprezzabile l’impegno messo in campo dal Sindaco Marino per rispondere all'emergenza e reperire i fondi da destinare alle zone più danneggiate”. Lo dichiara in una nota Giuseppe Celli, coordinatore della Rete Civica dei Cittadini/e.

“Fenomeni meteorologici violenti come quelli degli ultimi giorni – si legge - in futuro saranno sempre più frequenti. E’ urgentissimo un Piano decennale su scala regionale per la programmazione di interventi straordinari mirati alla messa in sicurezza dei territori: raccolta delle acque; manutenzione di argini e canali; pulizia dei fossi; lotta all'edificazione selvaggia; pulizia continua di caditoie e collettori; contrasto ai fenomeni di erosione”.

“Da anni – conclude – denunciamo l’assenza di interventi di contrasto al dissesto idrogeologico, a partire dagli investimenti insufficienti o inesistenti. Gli interventi di prevenzione e recupero devono essere istituzionalizzati, inserendo fondi sufficienti nei bilanci annuali degli enti locali. La nostra regione deve uscire una volta per tutte dalla logica dell’emergenza continua, molto più onerosa in termini di costi materiali ma soprattutto sociali”, ha concluso.

CELLI (CIVICA): “10 MILIONI PRIMA RISPOSTA MA SERVE PIANO PREVENZIONE”

“Lo stanziamento da parte del sindaco Marino di 10 Milioni di euro per i danni dell’alluvione è un’azione importante che consentirà di realizzare gli interventi più urgenti. Ma per tornare alla normalità occorre mettere in campo un impegno maggiore”, lo ha dichiarato in una nota Svetlana Celli, presidente della Commissione Personale, Statuto e Sport di Roma Capitale.

“E’ fondamentale lavorare da subito ad un piano di manutenzione – ordinaria e straordinaria - che consenta di superare la logica dell’emergenza perenne nella quale la nostra città è sprofondata. Investire in prevenzione alla lunga garantisce maggiore sicurezza e costi inferiori a quelli dovuti agli interventi emergenziali. Occorre poi lavorare, insieme agli altri attori istituzionali a partire dalla Prefettura, per garantire una maggiore coordinazione dei soccorsi, in modo da portare aiuto immediato ai cittadini più colpiti”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Ecco il primo Burger King a Frosinone, apertura entro fine novembre

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

  • Dopo 36 anni, niente rinnovo del passaporto per una multa da 50 mila lire

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento