Roma, a San Lorenzo e Pigneto proseguono i controlli straordinari dei carabinieri, in manette altri due spacciatori

Prosegue senza sosta l’attività di controllo straordinario dei Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante nei quartieri San Lorenzo e Pigneto finalizzati al contrasto di eventuali fenomeni di illegalità con particolare attenzione al fenomeno...

Prosegue senza sosta l’attività di controllo straordinario dei Carabinieri della Compagnia Roma Piazza Dante nei quartieri San Lorenzo e Pigneto finalizzati al contrasto di eventuali fenomeni di illegalità con particolare attenzione al fenomeno dello spaccio di droga.

Nelle ultime ore altri due spacciatori sono stati arrestati dai militari dell’Arma. Sale cosi a 19 pusher arrestati, negli ultimi 13 giorni, il bilancio dei servizi preventivi, svolti da militari in abiti civili e in divisa. Nel corso delle attività numerose sono state le dosi di marijuana, cocaina ed eroina sequestrate. Significativa anche l’attività di controllo svolta nei locali che vendono bevande alcoliche per verificare il rispetto della normativa vigente. Sotto la lente dei militari, in particolare, la vendita di alcolici oltre la mezzanotte, in orario non consentito. È il fenomeno dei cosiddetti “bengalini”, largamente diffuso nel quartiere San Lorenzo, locali ufficialmente di generi alimentari che vendono alcolici a basso costo anche fuori degli orari previsti.

La Prefettura di Roma, sulla scorta delle proposte avanzate dai Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo che avevano riscontrato reiterate violazioni, ha già emesso, da Natale ad oggi, 4 decreti di chiusura, ognuno della durata di 15 giorni, nei confronti di alcuni locali di via dei Sabelli e via degli Ausoni. L’ultimo è stato notificato ieri in via degli Etruschi. La stessa attività prosegue anche al Pigneto, dove tre locali sono stati multati per lo stesso tipo di violazione. E’ stata già inoltrata agli organi competenti la proposta di chiusura nei loro confronti.

FLAMINIA, TRE CITTADINI ROMENI SORPRESI DAI CARABINIERI DOPO AVER RUBATO DUE TV E DUE PC DA UN UFFICIO.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale hanno arrestato tre cittadini romeni, rispettivamente di 23, 24 e 25 anni, tutti con precedenti, con l’accusa di tentato furto in abitazione in concorso. I tre ladri, in via Flaminia, in zona Trionfale, dopo aver forzato una finestra, si sono introdotti all’interno di un appartamento adibito ad ufficio, rubando due tv da 32 e 50 pollici e due personal computer.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sfortunatamente per loro, mentre stavano uscendo dallo stabile con la refurtiva sono stati notati da una pattuglia dei Carabinieri che li ha subito bloccati. I tre topi d’appartamento, dopo l’arresto, sono stati accompagnati in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. La refurtiva invece recuperata dai Carabinieri è stata riconsegnata al responsabile dell’ufficio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento