Roma, al Casilino  8 arresti e 6 denunce per droga ed evasione

Proseguono i controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Casilina che hanno rinforzato i quotidiani servizi di controllo con uno specifico piano di intervento che sta interessando i quartieri del Quarticciolo, Alessandrino e Torpignattara. In...

Proseguono i controlli dei Carabinieri della Compagnia Roma Casilina che hanno rinforzato i quotidiani servizi di controllo con uno specifico piano di intervento che sta interessando i quartieri del Quarticciolo, Alessandrino e Torpignattara. In sole 24 ore, i militari hanno arrestato 8 persone e ne hanno denunciato a piede libero altre 6.

In particolare sono finiti in manette:

due cittadini romeni rispettivamente di 36 e 41 anni ed un cittadino marocchino di 39 anni in esecuzione di una ordinanza di custodia cautelare per furto, emessa dal Tribunale di Roma;

un 24enne romano invece è stato arrestato perché evaso dal regime degli arresti domiciliari a cui era ristretto;

un 23enne cittadino della Costa D’Avorio è stato sorpreso dai Carabinieri in possesso di 30 grammi di marijuana e 530 euro in denaro contante, probabile provento dello spaccio;

un 36enne romano è stato arrestato poiché trovato in possesso di sette carte di credito ed un assegno denunciati rubati;

due cittadini romani di 19 e 25 anni trovati in possesso di 25 grammi di cocaina.

Le sei denunce invece sono scattate nei confronti di un 20enne romano sorpreso alla guida di un grosso motociclo senza aver ma conseguito la relativa patente di guida; di un 38enne cittadino romeno in violazione dell’obbligo di dimora nel comune di Marino; due cittadini romani rispettivamente di 16 anni sorpresi a bordo di un ciclomotore denunciato rubato; un 38enne cittadino romano trovato in possesso di un coltello a serramanico ed infine un 34enne cittadino romano per tentata rapina ai danni di una 32enne cittadina moldava.

TERMINI, IMMOBILIZZANO UN 39ENNE ROMANO PER RAPINARGLI TELEFONO E DENARO. IN DUE ARRESTATI DAI CARABINIERI

Due delinquenti italiani, rispettivamente di 38 e 47 anni ed entrambi con precedenti, sono stati arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma San Pietro, con l’accusa di concorso in rapina impropria e resistenza a Pubblico Ufficiale. I due uomini, in via Giolitti, nei pressi dello scalo ferroviario Roma Termini, con una banale scusa hanno avvicinato un 39enne romano e dopo averlo immobilizzato lo hanno rapinato dello smartphone e di tutti i soldi che aveva in tasca. Una pattuglia dei Carabinieri in transito li ha notati ed è immediatamente intervenuta. I due rapinatori sono stati bloccati e ammanettati nonostante il tentativo di fuggire opponendo resistenza ai militari. Entrambi sono stati accompagnati in caserma, in attesa del rito direttissimo. La refurtiva recuperata dai Carabinieri è stata riconsegnata alla vittima

CECCHIGNOLA, AVEVANO ATTREZZATO UN’AREA VERDE PUBBLICA CON GIACIGLI DI FORTUNA, RIEMPENDOLA DI MATERIALE RECUPERATO DAI CASSONETTI.DENUNCIATI DAI CARABINIERI 10 CITTADINI BULGARI.

I Carabinieri della Stazione Roma Cecchignola hanno identificato e denunciato a piede libero per invasione di terreni ed edifici, nonché recupero, trasporto, smaltimento e dispersione di rifiuti speciali, 10 cittadini bulgari, di età compresa tra i 21 e i 66 anni, tra cui due donne, tutti disoccupati e in Italia senza fissa dimora, alcuni già con precedenti.

A seguito di alcune segnalazioni giunte da residenti della zona, i militari hanno effettuato il controllo identificando i 10 abusivi.

Gli stranieri avevano invaso l’area verde pubblica in via Ignazio Silone, all’angolo con via Salvatore Quasimodo, dove avevano allestito dei ripari di fortuna, baracche fatiscenti, costituite da tavoloni di legno, assi di ferro, cartoni e plexiglass, tutto materiale di risulta recuperato nel tempo tra i cassonetti della zona, in condizioni igieniche pessime, accumulando immondizia nell’area circostante.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Fiuggi, polemica social per la battuta infelice di Max Tortora ai “Soliti Ignoti”

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Inchiodato l'autore del pestaggio al Fornaci Village

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento