Roma, alla Garbatella arrestato uno spacciatore di cocaina e hashish. Trovato in possesso di una pistola

I Carabinieri della Stazione Roma Garbatella, a seguito di una mirata attività antidroga, hanno arrestato un romano, di 34 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione...

I Carabinieri della Stazione Roma Garbatella, a seguito di una mirata attività antidroga, hanno arrestato un romano, di 34 anni, già noto alle forze dell’ordine, con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di arma comune da sparo e munizioni.

Nei giorni scorsi, monitorando la zona i militari hanno notato un particolare via vai di assuntori di droga ed hanno così deciso di effettuare degli appostamenti mirati ad individuare il punto dove si rifornivano. Ieri mattina, dopo l’ennesimo appostamento e dopo aver individuato l’immobile dove si rifornivano i vari giovani della zona, hanno fatto irruzione.

I militari hanno proceduto alla perquisizione dell’appartamento dell’uomo e successivamente anche di una cantina di pertinenza dove hanno rinvenuto e sequestrato 540 g di cocaina, 50 g di hashish, bilancini di precisione e tutto il materiale per il confezionamento della droga. Rinvenuta anche un Revolver a salve del tipo “Olimpic”, senza matricola, alcuni proiettili calibro 22, un centinaio di pallini per carabina ad aria compressa e due passamontagna.

L’uomo è stato portato in caserma e successivamente è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo.

STAZIONE TERMINI – CONTROLLI DEI CARABINIERI, 4 PERSONE ARRESTATE E 5 DENUNCIATE A PIEDE LIBERO.

I Carabinieri della Compagnia Roma Centro hanno portato a termine un servizio di controllo finalizzato alla prevenzione ed alla repressione dei reati in genere nell’area della Stazione Roma Termini e nelle zone limitrofe. Il bilancio dei controlli dei militari dell’Arma è di 4 persone arrestate ed altre 5 denunciate a piede libero. In particolare sono finiti in manette un 19enne cittadino del Gambia, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso all’interno dello scalo ferroviario mentre spacciava una dose di marijuana in cambio di 20 euro, ad un giovane acquirente che è stato poi segnalato; poco dopo, è stata la volta di un 22enne cittadino del Mali, fermato sempre all’interno dello scalo ferroviario, mentre vendeva una dose di marijuana in cambio di 10 euro ad uno studente che è stato segnalato. A seguito della perquisizione il giovane pusher è stato trovato in possesso di numerose dosi di marijuana ed eroina, tutte sequestrate. Un cittadino peruviano di 47 anni, incensurato, è stato bloccato dai Carabinieri, in piazza dei Cinquecento, subito dopo aver sfilato il cellulare dal marsupio di un 51enne romano. Infine è stata la volta di un 18enne cittadino tunisino, che in piazza dei Cinquecento è stato pizzicato mentre cedeva due grammi da marijuana in cambio di denaro ad un 47enne italiano che è stato segnalato. Le denunce invece sono scattate nei confronti quattro cittadine romene, rispettivamente di 18, 21 e 34 anni ed un 27enne italiano, tutti sorpresi nei pressi dello scalo ferroviario, in violazione del foglio di via obbligatorio dal comune di Roma da cui sono colpiti. I quattro arrestati dai Carabinieri sono stati poi accompagnati in caserma a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa del rito direttissimo. Dovranno rispondere a vario titolo di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti e furto con destrezza.

GIANICOLENSE, ROMANO ARMATO DI COLTELLO MINACCIA DI MORTE LA CONVIVENTE E LA PICCHIA VIOLENTEMENTE PROCURANDOLE TRAUMI SU TUTTO IL CORPO.

Un impiegato romano di 26 anni, già noto alle forze dell’ordine, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Roma Gianicolense con l’accusa di maltrattamenti in famiglia e lesioni personali aggravate.

L’uomo, ieri sera, all’interno del suo appartamento in via di Donna Olimpia, in zona Gianicolense, al culmine di un litigio scaturito per futili motivi, ha impugnato un grosso coltello da cucina ed ha minacciato di morte la convivente, una 41enne romana.

L’aggressore, non contento, è passato poi alle vie di fatto, colpendo ripetutamente la vittima con calci e pugni al volto, alla testa ed al corpo.

Le urla di aiuto della vittima, hanno richiamato l’attenzione dei vicini di casa che hanno così allertato il 112 dei Carabinieri.

I militari dell’Arma immediatamente intervenuti sul posto hanno bloccato ed ammanettato il 26enne. La donna invece soccorsa ed accompagnata presso l’ospedale “Fatebenefratelli”, a causa dei colpi subiti ha riportato la frattura delle ossa nasali e lesioni alle costole, ne avrà per almeno 20 giorni. L’uomo, arrestato dai Carabinieri, al termine della formalità di rito, è stato associato al carcere di Regina Coeli, a disposizione dell’Autorità giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

Potrebbe interessarti

  • Tecnici Acea tentano di entrare in una stradina privata, si mette di traverso con l’auto e li blocca

  • Cassino, 700 persone usano l’acqua pubblica ma non la pagano

  • Pronto soccorso dello Spaziani: "un vero e proprio inferno". Aumentano disagi e polemiche

  • Città in lutto per la morte dell'ex vice comandante dei vigili urbani Vincenzo Belfiore

I più letti della settimana

  • Precipita dal sesto piano dell'ospedale di Frosinone e muore

  • Muore dopo un volo di oltre 15 metri all'ospedale. Identificato l'uomo

  • Si ribaltano con l'auto mentre vanno al mare. Due ragazzi di Paliano in gravi condizioni

  • Bimbo di tre anni azzannato alla testa da un cane maremmano

  • Cassino-Pontercorvo, incidente in A1. Grosso tir va a sbattere sul guardrail e perde il carico (foto)

  • Ceprano, lei si rifiuta di avere rapporti sessuali e lui tenta di strangolarla

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento