Roma, carabinieri bloccano scippatori scatenati nella notte. 4 colpi in due ore, poi la loro cattura mentre tentavano di confondersi tra un gruppo di turisti nei pressi del Colosseo

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due scippatori, entrambi di origini bosniache, di 21 e 23 anni che dalla mezzanotte e mezza fino a poco dopo le 2 di questa notte,

I Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due scippatori, entrambi di origini bosniache, di 21 e 23 anni che dalla mezzanotte e mezza fino a poco dopo le 2 di questa notte, spostandosi a bordo di uno scooter rubato, erano riusciti a mettere a segno 4 scippi: il primo in via dei Genovesi, all’uscita di un ristorante, ai danni di un 47enne romano che portava a tracolla la borsa di un’amica con la quale era andato a cena; poco dopo in via Zanardelli, nei pressi di piazza Navona, dove hanno portato via la borsa di una ragazza moldava di 28 anni; poi in via Volturno, zona stazione Termini, dove a farne le spese è stata una 40enne russa e, infine, in via Principe Amedeo, all’Esquilino, vittima una cittadina brasiliana di 34 anni.

La rapidità dei loro colpi e l’abilità con cui riuscivano a far perdere le loro tracce sono state efficacemente ostacolate dal coordinamento svolto dalla Centrale Operativa 112 con le pattuglie in strada che, di volta in volta, convergevano nei punti dove i ladri erano entrati in azione. Intorno alle 2,20, i rapinatori sono stati individuati dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile, che sono riusciti a bloccarli nei pressi del Colosseo, scovati tra la folla di turisti presenti sulla base delle descrizioni fornite dalle vittime. In tasca gli sono stati trovati gran parte degli oggetti contenuti nelle borse scippate, tra questi anche il prezioso telefono. Poco distante, in via Fagutale, i Carabinieri hanno, inoltre, ritrovato anche lo scooter rubato utilizzato per compiere i colpi. I due arrestati, uno domiciliato in via di Monte Testaccio, l’altro proveniente dall’insediamento di viale Guglielmo Marconi, sono stati arrestati con l’accusa di rapina e portati nel carcere di Regina Coeli dove rimarranno a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Tutta la refurtiva è stata restituita alle vittime.

TORVAIANICA – SI ALLACCIA ABUSIVAMENTE ALL’IMPIANTO ELETTRICO DEL CONDOMINIO. ARRESTATE DAI CARABINIERI 36ENNE STRANIERO.

I Carabinieri della Stazione di Torvaianica, ieri sera, nel corso di alcuni controlli hanno arrestato, all’interno della propria abitazione, un 36enne straniero, originario del Montenegro, ma da anni residente in Italia, con l’accusa di furto aggravato di energia elettrica. L’uomo, già conosciuto alle forze dell’ordine, da qualche tempo aveva avuto il distacco della fornitura di energia elettrica per morosità così, non sapendo come fare, ha pensato bene di allacciarsi abusivamente alla rete elettrica del condominio. Alcuni condomini accortisi dell’allaccio abusivo hanno immediatamente contattato i Carabinieri che sono intervenuti. Dopo l’arresto il 36enne è stato riaccompagnato presso il proprio domicilio in regime degli arresti domiciliari, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa di essere processato con il rito direttissimo.

ANCORA TURISTI VITTIME DEI BORSEGGIATORI NELLA CAPITALE. ALTRI 10 “MANOLESTA” ROMENI ARRESTATI DAI CARABINIERI.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I Carabinieri delle Compagnie di Roma San Pietro e Roma Centro impegnati nei quotidiani controlli antiborseggio svolti nelle zone turistiche, a bordo di mezzi pubblici e nei pressi delle relative fermate, hanno arrestato altri 10 borseggiatori, tutti romeni, intenti ad alleggerire ignari turisti. Stazione Termini, Cornelia, largo Argentina, questi i punti preferiti dai “manolesta”. Nei pressi della fermata metropolitana “Cornelia” i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro hanno arrestato un 24enne, subito dopo aver borseggiato una turista americana. A bordo del famigerato autobus “64”, i Carabinieri del Nucleo Operativo Roma San Pietro, in borghese, hanno scoperto altri due romeni che poco prima avevano borseggiato un turista lombardo. I due ladri, di 26 e 43 anni, sono stati ammanettati ed accompagnati in caserma. A bordo dell’autobus della linea 40, nei pressi di piazza dei Cinquecento, i Carabinieri della Stazione Roma Vittorio Veneto hanno arrestato un 27enne e un 29enne, mentre asportavano un paio di occhiali ad una turista straniera. I Carabinieri del Comando di Roma Piazza Venezia hanno arrestato due ventenni che, sempre con la stessa tecnica, avevano borseggiato una ragazza romana che si trovava a bordo dell’autobus 105, nei pressi di Piazza dei Cinquecento. Infine, i Carabinieri del Nucleo Operativo Roma San Pietro, a Piazza della Bocca della Verità, hanno arrestato altri romeni,tra ci una donna, che stavano tentando di borseggiare un turista californiano di 20 anni sotto gli occhi dei militari. I 10 arrestati, accusati di furto aggravato e tentato furto, sono stati trattenuti nelle camere di sicurezza in attesa di essere processati con il rito direttissimo. Tutta la refurtiva è stata recuperata dai Carabinieri che provvederanno a riconsegnarla alle vittime.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore fatale lungo la strada per Montecassino, muore Enio Spirito

  • Pontecorvo, muore giovane finanziere, comunità sotto choc

  • Ceccano, Marcello Pisa morto non lontano dal carrello in cui è stato trovato

  • Cassinate, terribile schianto nella notte: grave coppia di fidanzati

  • Cassino, coltello in pugno crea il panico all'ufficio postale (video)

  • Coronavirus, bollettino 27 maggio: risultato positivo un medico della provincia di Frosinone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento