Roma, Federlazio Cgil, Cisl, Uil costituiscono opras .Presidente Silvio Rossignoli

Federlazio e le Organizzazioni territoriali di Cgil, Cisl e Uil hanno costituito in forma giuridica l’OPRAS (Organismo Paritetico Regionale Ambiente e Sicurezza). Presidente è stato nominato Silvio Rossignoli.

Silvio Rossignoli

Federlazio e le Organizzazioni territoriali di Cgil, Cisl e Uil hanno costituito in forma giuridica l’OPRAS (Organismo Paritetico Regionale Ambiente e Sicurezza). Presidente è stato nominato Silvio Rossignoli.

L’OPRAS nasce dalla comune volontà di creare lo strumento più idoneo per sostenere e migliorare le politiche di prevenzione e di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori. OPRAS vuole porsi, quindi, su questi temi come indispensabile punto di riferimento per le aziende regionali alle prese con le sfide poste dall’attuale difficile congiuntura. In tal senso, la salvaguardia delle risorse umane presenti nelle imprese, il loro benessere e la tutela della loro dignità, rappresentano gli elementi di una rinnovata qualità del lavoro e il presupposto del necessario cambiamento per tornare a crescere.

“Grazie ad Opras, imprese e lavoratori hanno oggi uno strumento in più che consentirà loro di avere supporto nel campo della prevenzione e nel costante sforzo di miglioramento degli ambienti, delle condizioni di lavoro, delle relazioni interne” ha dichiarato il Presidente di Opras e della Federlazio, Silvio Rossignoli. Inoltre – aggiunge il presidente di Federlazio Frosinone Alessandro Casinelli -, Opras permetterà alle aziende di ottenere più facilmente il certificato di ‘Asseverazione’, una attestazione ancora poco conosciuta dalle imprese ma molto importante perché consente loro di certificare che sia stato adottato ed efficacemente attuato un sistema di gestione sulla sicurezza sul lavoro, così come previsto dalla norma”.

“Siamo soddisfatti dell’esito di questo lavoro congiunto portato avanti ancora una volta sullo stesso tavolo con i sindacati – ha detto Alessandro Casinelli, presidente di Federlazio Frosinone -. Le imprese da oggi hanno un’arma in più per combattere la crisi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Opras rappresenta la concretizzazione di una lotta che i sindacati portano avanti da tempo, a favore della prevenzione e della sicurezza dei lavoratori delle PMI a Roma, Frosinone e nelle altre province laziali”. Così i segretari generali di Cgil di Roma e Lazio, Claudio Di Berardino, della Cisl del Lazio, Andrea Cuccello, e della Uil di Roma e del Lazio, Pierpaolo Bombardieri. “La conferma - proseguono - che alla fine i risultati arrivano quando ci si impegna. E' lo stesso impegno che vorremmo vedere nei nostri rappresentanti istituzionali a favore del mondo del lavoro e della sicurezza, troppo spesso ricordati solo in occasione delle vicende di cronaca. Opras permetterà di collaborare nell'ambito della formazione e sosterrà le imprese nel miglioramento delle politiche di prevenzione e potrà quindi porsi come anello di congiunzione con Organi pubblici, come la Regione Lazio o i Servizi di Prevenzione delle Asl, la Direzione Regionale del Lavoro o la Direzione regionale dell’Inail. Solo attraverso un sistema di rete e sinergia a difesa comune del lavoro si potrà uscire dalla crisi economico-sociale che il nostro Paese sta attraversando".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da Frosinone 700 mila mascherine riutilizzabili fino a 50 volte

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus in Ciociaria: non uno ma due morti. In tutto 167 positivi, anche alla Città Bianca

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, boom di decessi in provincia di Frosinone tra gli ormai 315 casi positivi

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento