Roma,   maestro di musica arrestato per abusi sessuali su minori

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno arrestato S.M., 37enne di origini abruzzesi, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su...

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Roma hanno arrestato S.M., 37enne di origini abruzzesi, in esecuzione di un’ordinanza di applicazione della misura cautelare degli arresti domiciliari emessa dal G.I.P. presso il Tribunale di Roma, su richiesta della locale Procura della Repubblica (PM dr. Pantaleo Polifemo), per il reato di violenza sessuale aggravata e continuata in danno di minori.

Le indagini dei militari di via in Selci sono state avviate a seguito della denuncia, presentata presso una Stazione Carabinieri, dalla madre di un ragazzo 13enne che frequentava con lui un corso di pianoforte. Secondo i racconti del minore, il maestro di musica lo aveva più volte obbligato a subire baci e palpeggiamenti durante le lezioni di piano, nel periodo settembre 2013 – agosto 2014.

Le successive indagini sviluppate dai militari di via in Selci hanno consentito di riscontrare quanto denunciato, facendo luce su ulteriori analoghi episodi in danno di un altro ragazzo sedicenne, risalenti al dicembre del 2013.

Nella misura cautelare si contesta all’indagato la violenza e minaccia, mediante abuso di autorità, nonché esercitando in modo prevaricatorio ed intimidatorio il ruolo di educatore, al fine di costringere i citati minori a subire atti sessuali.

L’uomo ristretto presso l’abitazione di residenza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria.

CARABINIERI ARRESTANO ALTRE 5 PERSONE PER BORSEGGIO.

Nelle ultime ore, i Carabinieri di Roma, nel corso dei servizi di controllo a bordo dei mezzi pubblici e nei luoghi maggiormente frequentati dai turisti, hanno arrestato 5 persone per borseggio.

In particolare sono finiti in manette: un cittadino del Bangladesh di 50 anni, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro, sorpreso all’interno della fermata metro “Cavour”, subito dopo aver sfilato lo smartphone ad una turista italiana; poco dopo è stata la volta di un cittadino tunisino di 25 anni, arrestato dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante. Il ladro in via Turati, ha sfilato lo smartphone ad un 24enne italiano. Infine due uomini ed una donna, tutti cittadini romeni, sono stati arrestati dai Carabinieri della Stazione Roma Trastevere. I tre, all’interno della stazione ferroviaria di Trastevere sono stati sorpresi dopo aver asportato il portafogli con 200 euro ad una turista tedesco.

In tutti i casi la refurtiva è stata interamente recuperata e riconsegnata ai legittimi proprietari. Gli arrestati sono stati trattenuti in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

TERMINI – CARABINIERI DENUNCIANO 2 DONNE CHE BLOCCANO UNA SCALA MOBILE E SPINGONO A TERRA UNA GUARDIA GIURATA.

Una cittadina dell’Ecuador di 48 anni e una cittadina peruviana di 40 anni, entrambe residenti a Roma, sono state denunciate a piede libero dai Carabinieri della Stazione Roma Quirinale per violenza e resistenza a un incaricato di pubblico servizio e per interruzione di pubblico servizio.

Le donne, mente si trovavano su una delle scale mobili presenti all’interno della fermata della metropolitana “Termini”, hanno improvvisamente azionato il pulsante di arresto di emergenza per poterle percorrere in senso inverso.

Tale comportamento, che ha creato un notevole scompiglio tra i numerosi passeggeri che si trovavano in quel momento sulla scala mobile, è stata notata da uno dei vigilantes in servizio nella fermata del metrò che ha deciso di intervenire.

Le donne, per tutta risposta, hanno iniziato ad inveire nei confronti della guardia giurata finché non lo hanno spintonato facendolo rovinare a terra.

Nel frattempo sono intervenuti anche i Carabinieri che, vista la scena, le hanno bloccate, portate in caserma e denunciate.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Forte scossa di terremoto. Dopo la paura ecco le ordinanze di chiusura delle scuole

  • Operazione “Gli Intoccabili”, arrestate altre cinque persone

  • Colleferro, operaio morto nella discarica: indagato l'autista del compattatore

  • Colleferro, operaio muore all'interno della discarica di Colle Fagiolara

  • Omicidio Mollicone, la famiglia Mottola rompe il silenzio: "Innocenti, possiamo dimostrarlo"

  • Cassino, 'movida' da panico tra grida, pugni e colpi di pistola in aria

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento