Roma, NCC sotto la lente di ingrandimento di carabinieri e polizia provinciale

I Carabinieri della Stazione Roma Celio e gli agenti della Polizia Provinciale di Roma, hanno effettuato, nell’area archeologica del Colosseo e della Basilica di Santa Maria Maggiore,

I Carabinieri della Stazione Roma Celio e gli agenti della Polizia Provinciale di Roma, hanno effettuato, nell’area archeologica del Colosseo e della Basilica di Santa Maria Maggiore, particolarmente frequentata dai turisti, un servizio straordinario finalizzato al contrasto delle irregolarità nel settore dell’autonoleggio. Il bilancio complessivo dell’attività svolta dai militari dell’Arma e dagli agenti della polizia Provinciale è di 12 N.C.C. controllati, 3 veicoli sottoposti a fermo amministrativo, tre carte di circolazione ritirate e varie sanzioni amministrative elevate per un totale di 3500 euro con la relativa segnalazione all’autorità amministrativa competente. Nel corso del servizio è stato sorpreso e sanzionato anche un noleggiatore abusivo che era privo di licenza.

TIBURTINA – ARMATO DI UN PAIO DI FORBICI RAPINA UNA DONNA SUL BUS E FERISCE L’AUTISTA INTERVENUTO. 18ENNE ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Un 18enne, cittadino della Costa D’Avorio, è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Tiburtino III con l’accusa di rapina aggravata, lesioni personali, e detenzione oggetti atti ad offendere.

Il giovane, incensurato, ieri pomeriggio, a bordo del bus n. 443, in via Tiburtina, all’altezza della fermata S. Maria del Soccorso, armato di un paio di forbici, ha minacciato una 38enne romana, facendosi consegnare la borsa. Le urla della donna hanno però richiamato l’attenzione dell’autista che dopo aver fermato il mezzo è immediatamente intervenuto in soccorso della vittima. A questo punto il 18enne, nel tentativo di fuggire ha colpito il guidatore con un fendente alla mano sinistra. I Carabinieri, allertati da un passante che aveva notato la scena, giunti sul posto hanno immediatamente bloccato ed arrestato il 18enne. L’autista è stato soccorso ed accompagnato presso l’ospedale “Sandro Pertini”, a causa della ferita alla mano ne avrà per almeno dieci giorni. Rinvenute e sequestrate dai Carabinieri anche le forbici utilizzate dal rapinatore, mentre la borsa è stata riconsegnata alla donna. Il 18enne dopo l’arresto è stato accompagnato in caserma ed è a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo.

CENTRO – QUATTRO MANOLESTA ARRESTATI DAI CARABINIERI IN POCHE ORE ORE.DENUNCIATE ANCHE 4 NOMADI MINORENNI.

Proseguono senza sosta i servizi antiborseggio dei Carabinieri del Gruppo di Roma a tutela dei turisti e dei cittadini della Capitale. Nelle ultime ore altri quattro borseggiatori sono stati arrestati e quattro sono state denunciate dai Carabinieri della Compagnia Roma Centro che, anche in abiti civili, sorvegliano i principali luoghi turistici. I primi due ladri, entrambi cittadini romeni, rispettivamente di 37 e i 45 anni, sono stati “pizzicati” all’interno di un vagone della Metropolitana linea “A”, all’altezza della fermata “Repubblica”, dai Carabinieri della Stazione Roma Vitorio Veneto, subito dopo aver sfilato il portafogli ad un turista svizzero. L’altro episodio invece è accaduto in via Enrico De Nicola, in zona Termini, dove due stranieri, un cittadino romeno ed uno palestinese, rispettivamente di 29 e 37 anni, hanno borseggiato un turista, ma sono stati arrestati da quattro Carabinieri liberi dal servizio e in abiti civili, effettivi in servizio presso il Nucleo Scalo Termini che li hanno notati all’opera e immediatamente bloccati. Protagoniste dell’ultimo episodio sono state quatto giovani nomadi, rispettivamente di 14, 17 e 19, provenienti dall’insediamento di Castel Romano, denunciate a piede libero dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Centro che le hanno sorprese dopo aver sfilato il portafogli ad un turista americano, a bordo di un vagone della metropolitana Linea “A”, all’altezza della fermata”Termini”. La refurtiva è stata recuperata e restituita ai denuncianti mentre tutti i borseggiatori dovranno rispondere di furto aggravato.

EVADE DAI DOMICILIARI E INCENDIA L’AUTO DELLA EX COMPAGNA.

43ENNE ROMANO RINTRACCIATO E ARRESTATO DAI CARABINIERI.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Evade dagli arresti domiciliari per incendiare l’auto della ex compagna. E’ per questo motivo che i Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno arrestato un 43enne romano, già conosciuto alle forze dell’ordine. La scorsa notte, l’uomo ha lasciato la sua abitazione di Largo Pio Fedi, sulla Portuense, dove era ristretto agli arresti domiciliari ed ha raggiunto l’abitazione della ex compagna, ad Ostia. Il 43enne, a causa dell’interruzione, mai accettata, della relazione sentimentale avuta con una 41enne, ha svuotato una tanica di benzina sull’auto della donna, l’ha incendiata ed è subito fuggito. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri della Stazione Roma Ponte Galeria che dopo aver visionato le registrazioni di alcune telecamere, hanno riconosciuto il malvivente che da una verifica immediata è risultato essere ristretto agli arresti domiciliari. Immediatamente, tramite la Centrale Operativa dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma, i Carabinieri della pattuglia mobile di zona del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Eur hanno raggiunto l’abitazione dell’uomo e lo hanno fermato proprio mentre stava rincasando, nonostante il tentativo di opporre resistenza. Arrestato con le accuse di evasione e resistenza a Pubblico Ufficiale e denunciato per incendio doloso, è stato accompagnato in caserma in attesa del processo per direttissima.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Cassinate, esplode una bomba da guerra in un campo dove bruciavano sterpaglie

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

  • Coronavirus, trend dei contagi stabile in Ciociaria. Una 15enne trasferita da Frosinone al Bambino Gesù

  • Coronavirus, contagi raddoppiati in poche ore a Valmontone

  • Coronavirus, la storia di Pina, Vigile del Fuoco discontinuo che sta combattendo per la vita

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento