Roma, operazione legalità dei carabinieri nel quartiere di Tor Bella Monaca, 8 arresti e 15 denunce. Posti di blocco e perquisizioni alla ricerca di armi e droga

A partire dalla serata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito una straordinaria operazione di controllo del territorio nell’area sud-est della Capitale,

A partire dalla serata di ieri, i Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno eseguito una straordinaria operazione di controllo del territorio nell’area sud-est della Capitale, in particolare nel quartiere di Tor Bella Monaca, per aumentare l’azione di prevenzione e repressione dei reati, alla luce dei recenti fatti di cronaca avvenuti in zona.

Circa 150 Carabinieri, con numerose pattuglie, in borghese e in uniforme, con l’ausilio di un elicottero e unità cinofile specializzate per la ricerca di droga e armi, hanno setacciato il popoloso quartiere per contrastare ogni forma di illegalità, anche con l’attuazione di numerosi posti di blocco lungo le principali arterie.

Il bilancio parla di 8 arrestati di cui uno minorenne; 15 denunciati a piede libero per vari reati; 12 segnalati al Prefetto quali assuntori di sostanze stupefacenti; 380 persone e 120 mezzi controllati. Eseguiti 130 controlli alle persone che si trovano sottoposte agli arresti domiciliari o a misure di prevenzione.

Quaranta le perquisizioni eseguite alla ricerca di droga e armi, nel corso delle quali, in alcuni casi, è stato anche necessario l’abbattimento di barriere che alcuni pregiudicati spacciatori, avevano eretto per ostacolare i controlli dei Carabinieri. Controllato un intero blocco di edifici per verificare il rispetto degli adempimenti in caso di locazione a stranieri e della normativa sull’immigrazione. Sono stati eseguiti accurati controlli all’interno di 4 bar e 13 sale slot per verificarne il rispetto delle norme in materia amministrativa ed intercettare soggetti di interesse operativo.

Quattro arresti, tra cui uno a carico di un diciassettenne, sono stati eseguiti per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti con il sequestro di circa 300 dosi di cocaina, marjuana e hashish; 2 per furto e uno per inosservanza di provvedimenti dell’A.G.

I controlli dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma si ripeteranno, modulati sulla base dei riscontri emersi e delle criticità che saranno evidenziate nelle varie aree.

TERMINI – PESTANO 2 DONNE TENTANDO DI RAPINARLE. DUE UOMINI INSEGUITI E ARRESTATI DAI CARABINIERI. SEQUESTRATO UN TIRAPUGNI.

A Termini, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due cittadini romeni di 28 anni per aver aggredito violentemente due ragazze nigeriane di 25 anni. L’episodio è accaduto la scorsa notte mentre le due vittime erano in attesa dell’autobus che da piazza dei Cinquecento le portasse a casa, in via Casilina. All’improvviso si sono avvicinati i due romeni, uno dei due armato di un tirapugni, che si sono avventati con lo scopo di rapinare le borsette. L’aggressione è stata molto violenta perché una delle vittime è stata sbattuta con la testa contro un palo e l’altra malmenata con pugni all’addome fino a lasciarla sfinita a terra.

L’arrivo dei Carabinieri ha fatto desistere gli aggressori che, alla vista della pattuglia, si sono dati alla fuga, evitando così conseguenze peggiori per le vittime, ma sono stati comunque bloccati ed ammanettati dopo un inseguimento a piedi. Le vittime, trasportate in ospedale, sono state medicate e guariranno in sei giorni. In particolare ad una di loro sono state riscontrate ferite procurate con un “tirapugni di ferro” che, infatti, i Carabinieri hanno rinvenuto in possesso ad uno degli arrestati e sequestrato. I 28enni, già conosciuti alle forze dell’ordine, sono accusati di tentata rapina e lesioni personali e saranno processati con il rito direttissimo.

VEROLI, ( FR) ALLONTANATO CON FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO

Veroli, (FR) i carabinieri della locale Stazione, compagnia di Alatri, nel corso di un predisposto servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, intercettavano e controllavano un 51enne residente nella provincia di Napoli, già censito per reati specifici.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo stesso, bloccato mentre si aggirava con fare sospetto in prossimità di isolate abitazioni, veniva pertanto proposto per l’irrogazione del foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno in quel comune per anni tre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Alatri, tragedia a Tecchiena: scoppia bombola di gas e muore un anziano. Identificata la vittima

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento