Roma, otto “manolesta” arrestati dai Carabinieri. Nella manifestazione odierna identificate 12 persone e sequestrato materiale atto ad offendere

Non conosce soste l’attività antiborseggio dei Carabinieri di Roma. Il bilancio di ieri è di 8 borseggiatori arrestati e uno denunciato a piede libero nei pressi di fermate metropolitane e a bordo di autobus di linea.

Non conosce soste l’attività antiborseggio dei Carabinieri di Roma. Il bilancio di ieri è di 8 borseggiatori arrestati e uno denunciato a piede libero nei pressi di fermate metropolitane e a bordo di autobus di linea. I primi a finire nella rete dei militari dell’Arma sono stati tre nomadi, due 49enni e un 20enne, arrestati dai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante, in via dello Scalo di San Lorenzo.

I tre, già conosciuti alle forze dell’ordine, sono stati sorpresi subito dopo aver rubato il portafogli ad una romana di 63 anni mentre era a bordo del tram “3”. I Carabinieri, di passaggio, hanno soccorso la donna che chiedeva aiuto e dopo aver avuto la descrizione dei ladri li hanno inseguiti ed arrestati. Alla fermata metropolitana di Piazza Vittorio, i Carabinieri della Stazione Roma Piazza Dante hanno fermato un algerino di 45 anni per aver rubato uno smartphone ad un turista Brasiliano. L’uomo è stato subito fermato dai militari in borghese ed accompagnato in caserma. A bordo del famigerato autobus “64”, a Corso Vittorio Emanuele, i Carabinieri della Stazione Roma San Pietro un macedone di 27 anni, appartenente al campo nomadi “Casilino 900”, per tentato borseggio. Una 18enne nomade, proveniente dal campo “La Barbuta”, è stata arrestata dai Carabinieri della Stazione Roma San Pietro.

La giovane è stata “pizzicata” a bordo di un vagone della metro linea “A”, all’altezza della fermata Termini, dopo aver alleggerito un turista danese del portafogli e della macchina fotografica. Altri due manolesta, un cittadino francese ed uno tunisino, sono stati arrestati al’interno dello scalo ferroviario Roma Termini, dai Carabinieri della Stazione Quirinale, che li hanno sorpresi dopo aver alleggerito del portafogli una 25enne italiana. Infine, la persona denunciata con l’accusa di tentato borseggio è una 30enne romena, incensurata, scoperta dai Carabinieri della Stazione Roma Madonna del Riposo alla fermata metropolitana “Flaminio”. Tutti saranno giudicati con il rito per direttissima.

CAPANNELLE – LADRI “COL POLLICE VERDE” ARRESTATI DAI CARABINIERI. SCOPERTI IN UN COMPRENSORIO MENTRE RUBAVANO ATTREZZI DA GIARDINAGGIO.

Due cittadini romeni di 19 e 25 anni sono stati arrestati la scorsa notte dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma con l’accusa di furto aggravato in concorso, violenza, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. I giovani sono stati sorpresi in un comprensorio di via Tropea, a Capannelle, dove si erano introdotti, scavalcando un muro di cinta, per rubare all’interno di alcune casette porta-attrezzi. I loro obiettivi erano, appunto, gli attrezzi da giardinaggio, rubati in gran quantità e stipati in un mezzo furgonato parcheggiato all’ingresso del comprensorio. La segnalazione fatta al “112” da un residente che ha visto i movimenti dei ladruncoli ha permesso ai Carabinieri di intervenire in tempo utile per bloccarli, nonostante la strenua resistenza opposta all’arresto. La refurtiva è stata interamente recuperata e restituita ai legittimi proprietari, mentre il mezzo in uso ai due romeni è stato sequestrato e affidato in custodia giudiziale. I giovani sono stati trattenuti in caserma in attesa di essere sottoposti al rito direttissimo.

ROMA – PROSEGUONO I CONTROLLI DEL TERRITORIO DEI CARABINIERI IN VISTA DELLA MANIFESTAZIONE DI OGGI. IDENTIFICATE 12 PERSONE CON PRECEDENTI IN MATERIA DI ORDINE PUBBLICO. 4 GIOVANI DENUNCIATI PER POSSESSO DI OGGETTI ATTI AD OFFENDERE, ALTRI 4 PROPOSTI PER IL FOGLIO DI VIA OBBLIGATORIO DA ROMA. SEQUESTRATI UN FURGONE BLINDATO, UNO STRISCIONE, FIONDE, UN COLTELLO E PASSAMONTAGNA.

I controlli del territorio preventivi dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma in vista della manifestazione di questo pomeriggio sono proseguiti per tutta la notte. Sono state pattugliate le strade interessate dal percorso del corteo e monitorati gruppi di giovani, in atteggiamento equivoco, ritenuti di appartenere a frange estremiste dei manifestanti. In totale sono state circa 300 le persone controllate di cui 12 risultate con precedenti in materia di ordine pubblico.

I Carabinieri dei Nuclei Operativi delle Compagnie Roma Piazza Dante e Roma Casilina, ieri sera, in Circonvallazione Casilina, hanno controllato cinque giovani, 4 provenienti dal Veneto e 1 dall’Alto Adige, di età compresa tra i 22 e i 26 anni. Tutti, tranne uno, hanno precedenti per reati connessi all’ordine pubblico e per questo i Carabinieri hanno proposto al Questore di Roma l’emissione della misura del foglio di via obbligatorio a loro carico.

Nell’ambito dei medesimi controlli, in via di Santa Croce in Gerusalemme, i Carabinieri del Nucleo Informativo di Roma con quelli del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante hanno fermato altri quattro ragazzi, tutti con precedenti per reati inerenti l’ordine pubblico. Si tratta di un 21 enne di Rieti, denunciato perché trovato in possesso di un coltello; un 25 enne, di origini tunisine, denunciato in quanto ricercato perché destinatario della misura della sorveglianza speciale con divieto di soggiorno nel comune di Roma; un 29 enne romano, denunciato perché trovato in possesso di una fionda, una bomboletta di vernice spray, un sasso, un passamontagna e un foulard idonei per il travisamento; una 23 enne di Ardea denunciata perché trovata in possesso di un elastico tipo fionda.

Altri quattro ragazzi, di Milano, tra i 20 e i 24 anni, anche loro tutti con precedenti per reati inerenti l’ordine pubblico, sono stati controllati tra via 24 Maggio e via Nazionale. I quattro si accompagnavano a una quinta persona, un 41 enne di Torino, trovato in possesso di 5 g di hashish. Per questo i Carabinieri lo hanno segnalato al Prefetto quale assuntore e sequestrato la sostanza stupefacente.

Controllando anche le vie di accesso ai luoghi della manifestazione, i Carabinieri della Stazione Roma Tomba di Nerone hanno rinvenuto un furgone del tipo blindato per trasporto valori, apparentemente abbandonato in strada. I militari lo hanno sequestrato e affidato ad un deposito giudiziario.

Uno striscione raffigurante un uomo che si travisa indossando una maschera, con chiari riferimenti alla manifestazione di oggi, apposto sul ponte pedonale di via Portuense, è stato individuato e rimosso dai Carabinieri della Stazione Roma Villa Bonelli.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel corso di un posto di controllo per il medesimo monitoraggio, i Carabinieri della Stazione Roma Torpignattara hanno arrestato un 46enne, cittadino del Kenia, con precedenti, per non essersi fermato all’alt in via Casilina. L’auto ha proseguito la marcia e ne è nato un inseguimento terminato in via dei Romanisti. L'arrestato, che è risultato in stato di evidente ubriachezza, ha riportato una lieve contusione alla testa ed è stato trasportato al Policlinico Casilino in codice verde e giudicato guaribile in 3 giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, la nuova mappa del contagio ridisegnata dalla Prefettura di Frosinone

  • Coronavirus, le mappe del contagio: positivi e deceduti dei Comuni in provincia di Frosinone

  • Sesso in strada durante la quarantena, ragazza ciociara beccata e denunciata

  • Coronavirus, test rapidi per tutti: la Regione Lazio invoca un'unica strategia nazionale

  • Coronavirus, muore dopo essere guarito dal Covid-19

  • Coronavirus, infermiera positiva 'evade' dalla quarantena e torna al lavoro in ospedale

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento