Roma, saccheggiava le tombe nei cimiteri, arrestato dai carabinieri.Recuperati ornamenti di pregio rubati nei cimiteri romani.

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante e della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato, per furto aggravato, un cittadino romano di 48 anni,

I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Piazza Dante e della Stazione Roma San Lorenzo hanno arrestato, per furto aggravato, un cittadino romano di 48 anni, già con precedenti, dando finalmente il volto all’autore di numerosi furti di ornamenti funerari avvenuti nei cimiteri della Capitale, anche mediante danneggiamenti delle lapidi. I Carabinieri lo hanno bloccato grazie anche ad alcune segnalazioni, avvenute nei giorni addietro, da parte della Sicurezza dell’Ama cimiteriale, in via Tiburtina, nei pressi della fermata metro Santa Maria del Soccorso, in possesso di circa 150 kg di oggetti in rame, bronzo ed ottone, costituenti addobbi funerari. Statue di Madonne, di Gesù, crocifissi, vasi, che l’arrestato stava tentando di vendere ad una donna di 54 anni, romana, titolare di un’attività di compravendita oro e di altri oggetti in metallo.

Nel corso di un’ispezione, eseguita dai Carabinieri, all’interno dei locali dell’attività della donna, sono stati rinvenuti ulteriori 50 kg di analogo materiale di dubbia provenienza, che tuttavia la stessa aveva acquistato nel tempo in buona fede.

Si tratta di ornamenti probabilmente asportati, viste le loro caratteristiche, all’interno del cimitero monumentale del Verano.

Gli oggetti recuperati dai Carabinieri saranno consegnati alla direzione dei servizi cimiteriali dell’Ama per la successiva ricollocazione sulle tombe saccheggiate.

SEI CITTADINI DEL BANGLADESH SANZIONATI, ELAVATE MULTE PER OLTRE 30 MILA EURO.

Nella giornata di ieri, i Carabinieri della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina e della Stazione Roma San Pietro, nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dell’abusivismo commerciale, svolto nell’area del Centro Storico e San Pietro, hanno elevato sanzione amministrative nei confronti di 6 cittadini del Bangladesh, tutti sorpresi nella vendita ambulante di prodotti non alimentari senza avere alcuna autorizzazione. I primi quattro sono stati sanzionati dai Carabinieri della Stazione di Roma San Lorenzo in Lucina per complessivi 20 mila euro, sequestrati anche ombrelli, collane, palline e mazzi di rose.

Gli altri due stranieri invece sono stati sorpresi in via di Porta Cavalleggeri dai Carabinieri della Stazione Roma San Pietro che li ha sanzionati per oltre 10 mila euro. Ingente la merce sequestrata ai commercianti abusivi tra foulard, souvenir di vario genere, collane, palline di gomma, ombrelli parasole e oggetti vari.

TRUFFA DELLO SPECCHIETTO CON ABORTO SMASCHERATA DAI CARABINIERI.

2 ARRESTI.ERANO RIUSCITI A FARSI CONSEGNARE 40 MILA EURO DA UN ANZIANO ROMANO.

I Carabinieri della Stazione Roma Monteverde Nuovo, unitamente ai Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trastevere hanno arrestato una coppia di romani, lui di 19 anni e lei 22enne, già noti alle forze dell’ordine, con l’accusa di tentata truffa, resistenza a Pubblico Ufficiale e omissione di soccorso. I due, alla guida della loro auto, nel mese di settembre scorso, in via Portuense, nel quartiere Monteverde, simularono un sinistro stradale, convincendo un anziano 76enne romano a pagare per il danno.

Successivamente, rimasti in contatto con la vittima, hanno finto che l’incidente aveva causato un fantomatico aborto alla donna e così, per l’anziano è iniziato un vero e proprio calvario con continue telefonate intimidatorie, con incessanti richieste di somme di denaro a titolo di risarcimento.

Denaro che il 76enne ha continuamente consegnato raggiungendo la cospicua somma di 40 mila euro. Fino ad alcuni giorni fa quando il figlio dell’anziano si è accorto dei continui prelievi fatti dal conto corrente ed ha chiesto spiegazioni al padre.

Il 76enne in lacrime ha raccontato tutta la vicenda e si è rivolto ai Carabinieri per denunciare tutto. Immediatamente sono scattate le indagini dei militari dell’Arma e non appena la coppia di truffatori è ritornata alla carica chiedendo nuovamente soldi al 76enne, i Carabinieri hanno organizzato la trappola.

Al momento della consegna però la coppia, vistasi scoperta ha tentato la fuga a bordo della loro auto, investendo anche un Carabiniere ed una passante.

Ne è nato un breve inseguimento, conclusosi poco dopo con la loro cattura. Una volta arrestati dai Carabinieri, i due sono ora a disposizione dell’Autorità Giudiziaria in attesa del rito direttissimo. Il Carabiniere e la donna investiti durante fuga, sono stati soccorsi e medicati presso l’ospedale “San Camillo” e a causa delle lesioni riportate, ne avranno rispettivamente per due e sette giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

  • Inchiodato l'autore del pestaggio al Fornaci Village

  • Sora, pacchi alimentari della Caritas ritrovati tra i rifiuti, uno schiaffo alla povertà

  • Pontecorvo, commozione e lacrime ai funerali di Luca Forte (foto e video)

  • Giallo al Fornaci Village, in prognosi riservata l'uomo trovato pestato ed esanime

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento