Roma, smarrisce un hard disk pieno di materiale pedopornografico con 80mila file e foto

Romano incensurato  smarrisce un hard disk contenente materiale pedopornografico in un parco pubblico, viene trovato da un passante che lo consegna ai carabinieri. Proprietario rintracciato e arrestato. Nascondeva in casa altri supporti...

Har Disk da Il Mattino

Romano incensurato smarrisce un hard disk contenente materiale pedopornografico in un parco pubblico, viene trovato da un passante che lo consegna ai carabinieri. Proprietario rintracciato e arrestato. Nascondeva in casa altri supporti informatici con oltre 80mila tra foto e video con contenuti pedopornografici.

Così, a seguito di una lunga e laboriosa indagine, i Carabinieri della Stazione Roma Monteverde Nuovo, con la collaborazione dei militari del Nucleo Investigativo di via In Selci e del personale specializzato del R.I.S. di Roma, hanno arrestato un cittadino romano di 39 anni, incensurato, con le accuse di detenzione, distribuzione e/o divulgazione di materiale pedopornografico.

L’attività dei militari, coordinata dal Sostituto Procuratore della Repubblica di Roma, Dott. Eugenio Albamonte, è partita allorquando un cittadino, passeggiando nel parco pubblico di Villa Doria Pamphili, ha trovato a terra un hard disk portatile e lo ha consegnato nelle mani dei Carabinieri della Stazione di Roma Monteverde Nuovo.

Nel corso dei normali accertamenti finalizzati all’identificazione del proprietario, i militari hanno scoperto che, tra i varifiles archiviati al suo interno, comparivano anche delle cartelle nelle quali erano stati salvati foto e video con contenuti pedopornografici. Identificato il proprietario, i Carabinieri hanno fatto scattare, nella sua abitazione e in altre pertinenze a lui riconducibili, una serie di perquisizioni, durante le quali hanno sequestrato computer e altri numerosi supporti informatici su cui il 39enne, nel tempo, aveva minuziosamente catalogato oltre 80mila files, materiale di natura inequivocabilmente pedopornografica.

Non solo: il romano, nel suo computer, aveva installato un programma “Peer to peer”, ovvero un applicazione che gli consentiva di mettere a disposizione degli internauti collegati alla stessa piattaforma il suo materiale.

Il 39enne, su disposizione dell’Autorità Giudiziaria, è stato posto agli arresti domiciliari nella sua abitazione in attesa di processo e, contestualmente, è stata disposta la disattivazione di tutti gli apparati telefonici e di trasmissione dati a lui intestati o in suo uso

ANTIABUSIVISMO COMMERCIALE - CONTROLLI DEI CARABINIERI A TRASTEVERE E AL CENTRO STORICO, 12 VENDITORI AMBULANTI MULTATI. ELEVATE SANZIONI PER OLTRE 35 MILA EURO.

I Carabinieri della Compagnia Roma Trastevere e della Compagnia Roma Centro hanno portato a termine uno straordinario servizio finalizzato al contrasto del fenomeno dell’abusivismo commerciale e di ogni forma di degrado, nel quartiere Trastevere e nell’area del Centro Storico, zone particolarmente affollate dai giovani frequentatori della movida . Nel corso della mirata attività, volta a contrastare ogni forma di illegalità, i militari dell’Arma hanno sanzionato 12 persone. In particolare: sei cittadini del Bangladesh, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, sono stati fermati nel quartiere Trastevere mentre esercitavano abusivamente l’attività di venditori ambulante. Sequestrata anche la merce: 80 portachiavi, 15 accendini, 20 cappellini, 30 elicotterini giocattolo, 155 paia di occhiali e 50 sciarpe colorate, nei confronti dei venditori ambulanti abusivi, è scattata una multa di 5.164 euro, per complessivi 30.984 euro; un altro cittadino del Bangladesh di 29 anni, è stato sorpreso in piazza di Spagna a vendere lattine di birra ai turisti, anche per lui è scattata una sanzione di 5.164 euro oltre al sequestro di 16 lattine di birra in suo possesso; In piazza Santa Caterina, a seguito di un controllo di un bar, i Carabinieri hanno accertato che l’etilometro presente all’interno dell’attività era scaduto di validità, pertanto nei confronti del gestore è scattata una multa di 400 euro. Un’altra sanzione di 280 euro è scattata nei confronti di un 35enne cittadino dl Bangladesh, titolare di un camion bar in piazza Trinità dei Monti. Tre giovani italiani sono stati rispettivamente multati per 150 euro, sorpresi in piazza Campo dè Fiori sorpresi a consumare alcolici oltre l’orario consentito. Al termine del servizio i Carabinieri hanno elevato sanzioni amministrative per un importo complessivo di oltre 30 mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, 'piove' un chilo di droga dal controsoffitto del centro commerciale

  • Scopre il marito con l'amante e con l'auto sfonda parte di un'attività commerciale

  • Si innamora di una donna, lei lo incastra con delle foto intime e si fa dare quasi 20 mila euro

  • E' morto Tonino Cianfarani, l'assassino di Samanta Fava

  • Ceccano, proprietaria e dipendente di un noto centro medico ancora sotto il torchio dell’Arma

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 25 e domenica 26 gennaio

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento