Roma, truffa alla Totò con il falso onorevole scoperta dai carabinieri. Controlli movida 7 arresti

Si fingevano interessati all’acquisto di importanti immobili, ma al momento della conclusione della trattativa chiedevano all’ignaro venditore grosse somme di denaro che sostenevano di dovere elargire ad un finto onorevole per accelerare la...

Si fingevano interessati all’acquisto di importanti immobili, ma al momento della conclusione della trattativa chiedevano all’ignaro venditore grosse somme di denaro che sostenevano di dovere elargire ad un finto onorevole per accelerare la pratica per l’ottenimento di un finanziamento in banca.

Così due truffatori di 75 e 63 anni, romani, sono stati smascherati e denunciati al termine di un’indagine lampo dei Carabinieri della Stazione di Bettona e della Stazione Roma San Lorenzo in Lucina. Dopo un’iniziale approccio con un imprenditore di Bettona (PG), intenzionato a vendere un immobile, i due truffatori lo hanno invitato a Roma dove l’affare doveva concludersi, non prima però di consegnare una mazzetta di 100.000 euro ad un onorevole che si sarebbe impegnato a favorire il finanziamento che avrebbe consentito loro di acquistare l’immobile. Ovviamente i soldi doveva metterceli il venditore umbro che ha finto di credere agli impostori e si è immediatamente rivolto ai Carabinieri della Stazione di Bettona per segnalare la strana proposta di acquisto. I Carabinieri di Bettona hanno notiziato della vicenda i Carabinieri di Roma San Lorenzo in Lucina che si sono presentati all’appuntamento in largo Chigi e hanno interrotto la trattativa tra l’imprenditore, il finto acquirente e il finto onorevole. Sembrava di rivivere una delle scene dei film di Totò. I due impostori sono stati bloccati, identificati e denunciati a piede libero con l’accusa di tentata truffa in concorso.

MOVIDA – CONTROLLI DEI CARABINIERI NEL WEEK-END.7 PERSONE ARRESTATE, 3 DENUNCIATE A PIEDE LIBERO. TRA LORO DUE PUSHER CHE NASCONDEVANO LA DROGA NEL CONTATORE DELL’ENERGIA ELETTRICA.

Proseguono i servizi di controllo dei Carabinieri del Gruppo di Roma nelle strade della movida della Capitale. Anche in questo week-end i militari hanno presidiato le strade dei quartieri Pigneto, San Lorenzo e Monti per prevenire ed eventualmente arginare fenomeni di illegalità. Il bilancio è di 7 persone arrestate e di 3 denunciate a piede libero. In manette sono finiti 6 pusher sorpresi in azione: si tratta di 3 tunisini, 2 egiziani e un romano di età compresa tra i 17 e i 52 anni. In particolare, al 52enne, calabrese, i Carabinieri della Stazione Roma Casalbertone hanno sequestrato 200 g di cocaina che era in suo possesso al momento del controllo, contenuta in un involucro di plastica e pronta per essere smerciata. L’uomo è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Due tunisini, di cui uno 17enne, sono stati “pizzicati” dai militari dell’Arma in via degli Apuli con decine di dosi di marijuana che nascondevano in un contatore dell’energia elettrica. L’altro pusher tunisino è stato arrestato in via dei Sardi mentre i due egiziani sono stati arrestati in via San Giovanni in Laterano, nei pressi del Colosseo, mentre cedevano dosi di “erba” ad un cliente che è stato segnalato alla Prefettura in qualità di assuntore. Un cittadino egiziano di 49 anni è stato arrestato per aver rubato uno zaino contenente un cellulare e vestiti ad un senza fissa dimora che si trovava a Piazza Santa Maria Maggiore. I Carabinieri hanno restituito la refurtiva alla vittima. Tre sono state le persone denunciate a piede libero: un 30enne romano sorpreso a guidare senza patente, un altro coetaneo romano fermato dai Carabinieri mentre guidava in stato di ebbrezza ed un cittadino marocchino perché irregolare sul territorio italiano. Nel corso del servizio sono state controllate 96 persone, tra cui 23 con precedenti, e 42 veicoli. Gli arrestati, tranne il minorenne che è stato tradotto presso il centro di prima accoglienza a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, sono stati accompagnati in caserma in attesa di essere processati con il rito per direttissima. Tutta la droga è stata sequestrata.

SUPERMERCATO DELLA DROGA SCOPERTO DAI CARABINIERI A TOR BELLA MONACA.

I Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca hanno scoperto un vero e proprio market della droga in via Scozza gestito da un pusher romano di 23 anni che è stato arrestato. I suoi clienti potevano scegliere tra hashish e marijuana e lui correva a casa a prendere il quantitativo richiesto. E’ stato proprio presso la sua abitazione che i Carabinieri di Tor Bella Monaca hanno rinvenuto e sequestrato, in totale, 20 dosi tra erba e fumo, denaro contante provento dall’illecita attività e materiale utile al confezionamento delle dosi. Il giovane pusher, già arrestato altre volte dagli stessi Carabinieri, è stato trattenuto in caserma in attesa del rito direttissimo.

ENNESIMO STALKER ROMANO ARRESTATO DAI CARABINIERI PER VIOLENZA SESSUALE, RAPINA E ATTI PERSECUTORI. L’UOMO, DA OTTOBRE DEL 2012, NON SI RASSEGNAVA ALLA FINE DELLA RELAZIONE SENTIMENTALE CON LA EX COMPAGNA E LA PERSEGUITAVA.

Non si rassegnava alla fine della relazione sentimentale con la sua compagna, il 38enne romano, incensurato, arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma IV Miglio Appio con l’accusa di violenza sessuale, rapina e atti persecutori. Nel mese di Ottobre 2012 era finita la relazione sentimentale tra la coppia ma il 38enne, non rassegnatosi, ha iniziato a cercarla, perseguitarla rendendo la vita impossibile alla sua compagna, una 32enne anche lei romana. La donna, però, non ha mai avuto il coraggio di denunciare il suo persecutore, ma ieri sera c’è stata la svolta: la vittima si trovava in via Taurianova, nei pressi di via Appia Nuova, quando è stata raggiunta per l’ennesima volta dal suo aguzzino che dopo un diverbio l’ha aggredita in strada spintonandola e schiaffeggiandola. Lo stalker, inoltre, durante l’aggressione ha palpeggiato la donna e infine, in preda alla gelosia, sostenendo che lei avesse altri uomini, le ha strappato il cellulare.

La malcapitata, riuscita a sfuggire dalle grinfie del suo aggressore, ha incontrato la pattuglia dei Carabinieri della Stazione IV Miglio Appio, che ha immediatamente soccorso e tranquillizzato la donna. E’ scattata la caccia all’uomo e i militari dell’Arma lo hanno rintracciato poco dopo in via Galloro, a circa un chilometro di distanza dal luogo dell’aggressione e ammanettato. La donna, accompagnata in caserma, ha denunciato il suo aggressore sia per i fatti appena accaduti che per quelli avvenuti in passato. L’arrestato ora si trova ristretto presso il carcere di Regina Coeli a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. Il cellulare è stato recuperato e restituito alla donna.

PIAZZA VITTORIO – BORSEGGIANO UN 93ENNE IN UNA FARMACIA. 2 ALBANESI ARRESTATI DAI CARABINIERI.LA REFURTIVA E’ STATA RECUPERATA E RESTITUITA.

Ieri sera, i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno arrestato due cittadini albanesi per furto aggravato. L’episodio è accaduto in una farmacia di Piazza Vittorio dove i due ladri sono entrati e con disinvoltura hanno prima intascato alcuni prodotti esposti negli scaffali e poi si sono accodati alla cassa come se dovessero pagare. Durante l’attesa, li precedeva un 93enne che aspettava in piedi il suo turno. I due stranieri, di 33 e 42 anni, hanno circondato l’anziano riuscendo a sfilargli il portafogli e subito dopo sono fuggiti. Quando la vittima è arrivata in procinto di pagare, si è accorta che non aveva più il portafogli. A quel punto il personale della farmacia, insospettitosi dei due individui che erano usciti dal locale, ha chiamato i Carabinieri. I militari dell’Arma sono subito intervenuti ed hanno visionato i filmati del circuito di video sorveglianza. Sono scattate subito le ricerche in zona e poco dopo i Carabinieri del Nucleo Radiomobile di Roma hanno rintracciato ed arrestato i due ladri “pizzicandoli” in un bar nei pressi della farmacia. La refurtiva è stata rinvenuta e restituita all’anziana vittima. Gli arrestati, già conosciuti alle forze dell’ordine, saranno processati con il rito per direttissima.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Incidente sul lavoro, falegname si amputa tre dita di una mano, è grave

  • Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento