Valmontone, lista ORA: “i liberatori della maggioranza sono sempre più spaccati e confusi”

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “E’ il primo consiglio comunale (escluso quello di insediamento), e quindi capiamo la giovane età e l’inesperienza, ma essere così in preda alla confusione e all’indecisione non è certamente un’ottima partenza.

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO: “E’ il primo consiglio comunale (escluso quello di insediamento), e quindi capiamo la giovane età e l’inesperienza, ma essere così in preda alla confusione e all’indecisione non è certamente un’ottima partenza.Molti dei punti trattati durante il consiglio, portati dalla maggioranza hanno anzitutto evidenziato lacune tecniche e politiche.

Partendo dal punto primo, sull’incompatibilità dove mancano pareri tecnici, unica indicazione tecnica è infatti l’idoneità apposta alla dichiarazione dalla segretaria comunale. L’opposizione non vuole certificare un atto “sulla fiducia” e esce dall’aula, rifiutando di esprimersi sulla base di un documento composto unicamente da autodichiarazioni (oste com’è il vino?).

Tra una bellissima foto su facebook postata dalla vicesindaco (durante quella che avrebbe dovuto essere una pausa per risolvere qualche scaramuccia tecnica sull’ottavo punto discusso, riguardante la monetizzazione delle aree destinate agli standard urbanistici), e il benvenuto a qualche consigliere arrivato con solo un’ora e trenta di ritardo, si procede lentamente nel mare dei BEN DICIASSETTE punti all’ordine del giorno.

Arriviamo così ad un altro punto che ci lascia alquanto dubbiosi: la proroga della TARES. Discutibile la tempistica dell’operazione ( un po’ come quella delle operazioni a Palazzo Doria Pamphilj ) , facile infatti posticipare il pagamento di una tassa dopo che tutti i cittadini hanno già provveduto al versamento (chi dorme non piglia pesci).

Tornando sull’ottavo punto discusso poi, un altro primato conquistato dall’amministrazione Liberatoria: l’assessore all’urbanistica Marco Gentili emenda la delibera presentata dai lui stesso!! ( chi fa da se fa per tre) .

Dopo tanto trastullamento e qualche intervento un po’ troppo lungo e infiocchettato, si arriva a discutere di temi scottanti: il debito fuori bilancio. Anche qui l’opposizione lamenta la carenza di documentazione amministrativa riguardo i 100.000 euro di debito frutto dei danni provocati dalla neve, e Matrigiani pensa bene di uscire dall’aula al momento del voto ( io so meticcio, de ste cose n’ me ‘mpiccio). Ma il meglio di loro lo danno durante la discussione dei punti portati dalla opposizione. Al primo punto infatti, riguardante una linea di indirizzo sulla questione dei rifiuti, la maggioranza si mostra ferma nelle proprie convinzioni… sì le convinzioni individuali!! Arriviamo così ad avere ben tre posizioni diverse a riguardo da parte dei Liberatori: qualcuno vota giustamente a favore insieme all’opposizione per estendere finalmente la racconta differenziata su tutto il territorio valmontonese, qualcun altro propone di rinviare il punto, altri infine votano contro.(Non c’è due senza tre!) Insomma sì, no, booh!! E tutto nel totale mutismo dell’assessore all’ambiente! Dulcis in fundo i Liberatori decidono finalmente di fare una scelta in nome del bene comune e viene così votato all’unanimità il punto sullo spostamento della biblioteca (portato in consiglio dall’opposizione sotto proposta dei GD)….Vicesindaco le bugie hanno le gambe corte. I nostri complimenti vanno invece alle tre consigliere di opposizione per le loro interrogazioni. Insomma, cari Liberatori, abbiamo già contattato Carmen Consoli per venirvi a fare una bella serenata sotto il comune e cantarvi “Confusi e felici”, nonostante noi, e gli altri Liberati non possiamo certo definirci felici di questo faticoso inizio. Ci scusiamo per i proverbi, ma abbiamo voluto usarli non per sottovalutare i punti, ma per rendere l’idea di che tipo di consigli comunali vengono fatti dai Liberatori. Movimento civico ORA Gruppo consigliare ORA

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I dettagli del tentato omicidio. Dopo la discussione, lo sparo alla testa mentre era in auto

  • Piedimonte, in carcere per anni da innocente ottiene il risarcimento dei danni

  • Cassino, gli arriva una cartella da oltre 1000 euro dopo una firma di un corriere

  • Pensava di essere povero, invece era titolare di ben nove ditte di trasporti, disabile raggirato

  • Morolo, scontro tra auto e bus, Ivan De Santis di 27 anni non ce l'ha fatta

  • Omicidio Mollicone, Lavorino alle Iene: "Serena uccisa dal brigadiere Santino Tuzi"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento