Valmontone - San Cesareo, vive dal nuovo compagno e denuncia il marito disoccupato perché non gli avrebbe mai pagato l’assegno di mantenimento

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALL'AECI ROMA SUD: Si è rivolto alla nostra associazione un cittadino del territorio a Sud di Roma che si era separato dalla moglie alcuni anni fa.

truffa-soldi

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO DALL'AECI ROMA SUD: Si è rivolto alla nostra associazione un cittadino del territorio a Sud di Roma che si era separato dalla moglie alcuni anni fa.

La separazione consensuale era stata omologata dal Tribunale di Velletri e prevedeva che il nostro associato versasse 600,00 euro al mese alla moglie, che all’epoca non lavorava.

L’associato ha corrisposto l’intero importo prescritto a titolo di mantenimento in contanti, per molti anni, ma nel 2014 ha perso il lavoro, e non ha più potuto versare la somma alla ex coniuge, che era stata informata delle gravissime difficoltà finanziarie. Ebbene, ciò nonostante, a distanza di 5 anni dalla separazione, la donna che nel frattempo si era trasferita a casa del nuovo compagno, ha querelato l’ex marito per averle fatto mancare i mezzi di sussistenza (i 600 euro)… sin dal giorno della separazione!

La tematica è particolare da diversi punti di vista, innanzitutto perché il nostro associato, come moltissimi altri soggetti separati, a seguito di una denuncia-querela priva di fondamento si trova oggi ingiustamente sottoposto a procedimento penale per un reato punibile con una pena che può arrivare fino ad un anno di reclusione, e si sta difendendo in tal sede, dimostrando di aver onorato l’accordo di separazione finchè ha potuto.

Sotto altro profilo, sul piano civilistico, per evitare situazioni come quella sopra descritta, -se risultano mutate le situazioni personali e patrimoniali degli ex coniugi- è sempre opportuno rivolgersi ad un legale affinchè, in mancanza di accordo tra le parti, venga richiesta al Giudice la modifica delle condizioni di separazione o divorzio, mediante la revisione o la revoca dell’assegno di mantenimento… perché fintanto che non verrà avanzata tale richiesta, l’importo di 600,00 Euro sarà dovuto.

E’ opportuno ricordare, dunque, la basilare regola di lasciare traccia dei versamenti effettuati, o mediante bonifico o emettendo assegno di pagamento o, comunque, facendosi rilasciare una ricevuta dal coniuge avente diritto al mantenimento.

Il nostro associato sta oggi risolvendo la problematica, sia in ambito civile che penale, con gli esperti della nostra associazione, sempre attenti a tutelare i cittadini con approccio multidisciplinare.

Per informazioni ed assistenza di seguito i nostri recapiti:

A.E.C.I. ROMA SUD

VIA CASILINA 185 – VALMONTONE (RM)

VIA CAIROLI 26 – FRASCATI (RM)

Tel 3481788786 -3249959867- fax 0699367488

romasud@euroconsumatori.eu

AECI ROMA SUD non riceve alcun finanziamento da partiti e/o sindacati e si autofinanzia tramite le vostre tessere e contributi.

Potrebbe interessarti

  • Una cerimonia a Cortina per ricordare Fabrizio Spaziani, il medico ciociaro precipitato con l'elicottero (foto e video)

  • Ferentino, gioca un euro al "Million Day" e si porta a casa un milione

  • Cassino, ecco le zone dove lunedì 19 e martedì 20 mancherà l'acqua

  • Spazio, c'è la firma della brillante astronoma frusinate Sara Turriziani sul telescopio Mini-EUSO

I più letti della settimana

  • Atina, fa un incidente con l'auto delle Poste e si scopre che a bordo c'è anche la madre, denunciata

  • Cassino, rapina a mano armata in pieno centro

  • Incidente con il trattore, muore Angelo Patrizi. Oggi i funerali

  • Paliano, morte di Mario Martini, automobilista serronese indagato per omicidio stradale

  • San Cesareo, presunto caso di malasanità dietro la morte dell'ex sindaco Panzironi. Disposti i funerali

  • Sora, don Piacentini accolto davanti alla chiesa con lo striscione "Siamo tutti sulla stessa barca"

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento