Sant'Andrea, muro di cinta e pilastri abusivi, tre denunciati

I carabinieri di Sant'Apollinare hanno sequestrato una struttura in cemento armato dal valore di 50mila euro

Un muro di cinta abusivo con pilastri in cemento armato dove avevano inserito un cancello. A bloccare tre persone sono stati i carabinieri della stazione di Sant'Apollinare che hanno denunciato un 35enne, in qualità di committente dei lavori, un 52enne, direttore dei lavori, nonché un 60enne titolare dell’impresa esecutrice i lavori, tutti per i reati di “esecuzione di lavori edili in assenza del permesso di costruire” ed “esecuzione di lavori edili in assenza di autorizzazione sismica”.

L'opera illegale

I tre, infatti, stavano realizzando delle opere di sostegno di un terrapieno, costituite da due file di gabbie ripiene di pietre, posizionate lungo un perimetro di 35 metri. Nell'opera, posta sotto sequestro e dal valore di cinquantamila euro, era stato inserito anche un cancello di ingresso con relativi pilastri in cemento armato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassinate, muore a quarant'anni mentre guarda la tv

  • Due carabinieri investiti da una macchina che ha forzato il posto di blocco

  • Coronavirus a Colleferro, una giornata di allarmismi ingiustificati. Ecco cosa è successo

  • Coronavirus, dallo "Spallanzani'' azzerano per ora anche i presunti casi di Frosinone

  • Cassinate, nonna Teresa muore di crepacuore a distanza di poche ore dall'adorato nipote

  • Cassino, cade in un tombino lasciato aperto e si rompe la faccia

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento