Sant’Andrea, si segue la pista passionale per la morte di Emanuele Bove. Sequestrata un’ascia

Il magistrato Chiara D’Orefice e gli investigatori agli ordini del comandante Gennaro Raucci stanno interrogando un uomo ed effettuando perquisizioni nella sua abitazione

Si segue la pista passionale dopo il ritrovamento del corpo di Emanuele Bove, il quarantenne di Sant’Andrea sul Garigliano probabilmente ucciso al culmine di un violento litigio la notte scorsa.

L'interrogatorio

I carabinieri della Compagnia di Cassino ed il magistrato Chiara D’Orefice hanno sequestrato un’ascia ed in questi momenti stanno interrogando un uomo. Sarebbe lo stesso che custodiva l’attrezzo utilizzato per tagliare la legna in casa. Ricordiamo che Emanuele Bove è stato ritrovato in Via Roma, riverso a terra a poche decine di metri dalla sua macchina danneggiata, probabilmente a colpi di ascia.

Aggiornamento

In Caserma a Cassino sono sotto interrogatorio tre persone. Una donna e due uomini. Vengono ascoltati in merito alla morte di Emanuele Bove. Sarebbero state le ultime persone a vederlo in vita. Proseguono le indagini da parte dei Carabinieri.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Auto di lusso importate dall'estero, truffati politici e calciatori di caratura nazionale. 9 arresti in Ciociaria

  • Tre quintali di carne, pesce e salumi sequestrati al mercato. Ambulanti ciociari si scagliano contro i vigili urbani

  • Fiuggi, botte alla mamma. Due sorelline la salvano con una videochiamata alla nonna

  • Omicidio Morganti, concessi i domiciliari a Paolo Palmisani. Tornerà a casa con il bracciale elettronico

  • Alatri, l'ultimo e straziante saluto a Marco Cialone

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento