Sant’Andrea, si segue la pista passionale per la morte di Emanuele Bove. Sequestrata un’ascia

Il magistrato Chiara D’Orefice e gli investigatori agli ordini del comandante Gennaro Raucci stanno interrogando un uomo ed effettuando perquisizioni nella sua abitazione

Si segue la pista passionale dopo il ritrovamento del corpo di Emanuele Bove, il quarantenne di Sant’Andrea sul Garigliano probabilmente ucciso al culmine di un violento litigio la notte scorsa.

L'interrogatorio

I carabinieri della Compagnia di Cassino ed il magistrato Chiara D’Orefice hanno sequestrato un’ascia ed in questi momenti stanno interrogando un uomo. Sarebbe lo stesso che custodiva l’attrezzo utilizzato per tagliare la legna in casa. Ricordiamo che Emanuele Bove è stato ritrovato in Via Roma, riverso a terra a poche decine di metri dalla sua macchina danneggiata, probabilmente a colpi di ascia.

Aggiornamento

In Caserma a Cassino sono sotto interrogatorio tre persone. Una donna e due uomini. Vengono ascoltati in merito alla morte di Emanuele Bove. Sarebbero state le ultime persone a vederlo in vita. Proseguono le indagini da parte dei Carabinieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, da Frosinone 700 mila mascherine riutilizzabili fino a 50 volte

  • Coronavirus, bollettino 25 marzo: morto, purtroppo, il 62enne frusinate Gaetano Corvo, docente in pensione

  • Coronavirus in Ciociaria: non uno ma due morti. In tutto 167 positivi, anche alla Città Bianca

  • Coronavirus, scoppia il caso Città Bianca: ben 16 positivi nella Casa di Cura di Veroli

  • Perde il controllo del grosso tir e si intraversa su via Palianese (foto e video)

  • Coronavirus, la voglia di asparagi e delle amanti non ferma i ciociari, altra raffica di denunce

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento