Sant'Elia, acqua rossa nei campi di via Spineto: forse rifiuti interrati (foto e video)

Nella zona di confine con Cassino si ripresenta il timore di cromo smaltito illecitamente anni fa. Sul posto oltre che i carabinieri forestali e l'Arpa anche il sindaco Roberto Angelosanto e gli ambientalisti

Acqua rossa, inodore che sgorga dalla terra e che ha 'macchiato' i canaletti di scolo di alcuni terreni di via Spineto, una zona agricola situata nel comune di Sant'Elia ma che confina con Cassino, a due passi dal campo sportivo della frazione di Caira. A fare la scoperta sono stati alcuni cittadini che stavano passeggiando in zona e che hanno allertato l'ambientalista Edoardo Grossi ed i carabinieri.

L'indagine

In pochi minuti sul posto è arrivata la pattuglia della stazione di Sant'Elia coordinata dal comandante, il maresciallo capo Claudio Camasso e una pattuglia dei carabinieri forestali della stazione di Vallerotonda oltre che al sindaco di Sant'Elia, l'avvocato Roberto Angelosanto ed alla Polizia Locale. Presente anche l'imprenditore Niki Dragonetti, tra i primi a dare l'allarme. Da un primo, sommario, sopralluogo fatto dagli ispettori dell'Arpa che hanno prelevato campioni di acqua e di terra in diversi punti della zona, potrebbe trattarsi di percolato o di residuati di cromo. Ma per avere la certezza bisognerà attendere i risultati delle analisi.

Il precedente

A poche decine di metri di distanza dal terreno 'attenzionato' sorgono i capannoni di un'azienda da anni sotto sequestro, dopo un'indagine della Guardia di Finanza del Gruppo di Cassino. I militari delle Fiamme Gialle nell'aprile del 2015 scoprirono che all'interno della vasta area situata in una proprietà privata ed all'interno degli annessi capannoni, erano stati smaltiti quintali di rifiuti compreso anche l'amianto e toner, le cui polveri sono altamente nocive. L'intero plesso da ben quattro anni è sotto sequestro ma, nonostante l'ordinanza di divieto di pascolo emessa dal sindaco di Sant'Elia, all'interno della struttura pascolano tranquillamente mucche provenienti da un allevamento vicino. Un fatto gravissimo che desta preoccupazione tra i residenti che ora chiedono risposte. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Allegati

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Gratta un biglietto 'miliardario' e vince 500 mila euro

  • Le tolgono i figli, va in Comune e tenta di strangolare l'assistente sociale

  • Colpaccio della Polizia, imprenditore arrestato con un chilo di cocaina e una pistola

  • Tragico incidente nella notte, muore un 37 enne di Colleferro

  • Dipendente comunale per dieci anni usufruisce della Legge 104 riservata agli invalidi ma era tutto falso

  • Coronavirus in Ciociaria, bollettino 29 giugno: altro caso positivo da accesso al pronto soccorso

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento