Alatri, convalidato l'arresto di Francesco Scarsella

il 32enne accusato di 'omicidio stradale plurimo' una volta dimesso andrà in carcere

Francesco Scarsella

Convalida dell'arresto per Francesco Scarsella, il 32enne di Alatri accusato di aver provocato la morte di Giancarlo Marracino e Rosaria Orlando, due coniugi residenti nel cassinate di 38 e 43 anni. Il drammatico incidente è  avvenuto domenica scorsa al km 71 della Casilina, in territorio di Ferentino. Scarsella è accusato di duplice omicidio  stradale, un reato per  il quale sono previsti fino a  venti anni di carcere.

La difesa nomina un perito

Intanto ieri mattina la procura di Frosinone ha conferito l'incarico al perito Francesco Di Gennaro per ricostruire l'esatta dinamica del sinistro. Importante saranno anche i risultati dell'esame autoptico sulle salme che sono stati effettuati nella giornata di oggi. Le lesioni riportate dalle vittime potrebbero dare dettagliate spiegazioni circa il sinistro mortale.

Una dinamica raccapricciante

Da parte sua Francesco Scarsella continua a sostenere di non ricordare nulla di quanto avvenuto quel drammatico  giorno. Ma i rilievi effettuati dai carabinieri della stazione di  Ferentino, che per primi sono intervenuti sul posto, farebbero ipotizzare che la vettura proprio in piena curva si trovasse nella fase di sorpasso prendendo in così in pieno la moto che sopraggiungeva dal lato opposto. Scarsella, risultato positivo al test tossicologico, era anche sprovvisto di  patente. Revocata nel 2006 per i suoi trascorsi di droga erano undici anni che guidava senza averne l'autorizzazione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Roccasecca, la sua moto si scontra con un'auto e muore a ventotto anni

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 12 e domenica 13 ottobre

  • Giovane vola giù dal balcone in piena notte e muore sul colpo

  • Scappa di casa con la figlioletta. Torna, la lascia con il padre e se va dal suo nuovo amore conosciuto in rete

  • Incidente sul lavoro, falegname si amputa tre dita di una mano, è grave

  • Anagni, prima la pedina e poi la costringe a manovre pericolose con la sua auto. Arrestato stalker

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento