Sora, poliziotti presi a pugni e feriti durante un posto di blocco

E' accaduto nella tarda serata di ieri in una zona periferica della città volsca. I due agenti in servizio presso il Commissariato, come confermato dalla Questura, sarebbe stati insultati e malmenati da due rom. Uno è stato arrestato

Insultati e picchiati durante un posto di blocco per aver chiesto di mostrare loro la polizza assicurativa. E' quanto accaduto nella tarda serata di ieri a Sora dove si è verificato il gravissimo episodio. Due agenti in servizio presso il commissariato di Sora sono stati malmenati mentre controllavano i documenti di due soggetti, residenti in città.

L'aggressione in una zona periferica della città

E' successo in una zona periferica della cittadina volsca dove l'equipaggio stava effettuando un posto di blocco. I dettagli dell'aggressione non sono stati resi noti ma i due poliziotti sono stati trasportati presso l'ospedale 'Santissima Trinità' dove sono stati medicati. Hanno avuto una prognosi di dieci giorni. I due aggressori, un quarantenne e un 17enne sono stati fermati e condotti in commissariato. Qualche anno fa, sempre a Sora, e sempre durante un posto di blocco, due agenti vennero aggrediti dai componenti di una famiglia rom residente in città. 

Aggiornamento delle 9.05

Un pregiudicato di etnia rom E.D.S è stato arrestato su disposizione del magistrato della Procura di Cassino, Chiara D'Orefice, per l'aggressione ai due poliziotti del commissariato di Sora. Il minore che era in sua compagnia è stato invece denunciato alla Procura competente per oltraggio e lesioni a pubblico ufficiale. 

La nota del Segretario Generale della Uil Polizia, Norberto Scala

“Ieri pomeriggio siamo stati informati dell’ennesimo episodio che ha suscitato clamore in tutta l’opinione pubblica, legato ai fatti avvenuti in Sora che ha visto coinvolti alcuni appartenenti alla Polizia di Stato. Parliamo di una grave ed incomprensibile aggressione nei confronti di due nostri colleghi che operano negli uffici del Commissariato Polstato di Sora, da parte di persone noti agli uffici di Polizia. Prima di entrare nei particolari dell’accaduto, vorrei esprimere per nome e per conto di tutta l’organizzazione sindacale che rappresento, la nostra solidarietà e vicinanza nei confronti di tutto il personale del Commissariato Polstato di Sora e in modo particolare ai colleghi, rimasti coinvolti nell’accaduto.

Solo grazie al miracoloso intervento da parte degli stessi che si è riusciti ad evitare il peggio, anche se entrambi sono stati medicati presso il pronto soccorso dell’ospedale di Sora. Purtroppo, non è la prima volta che tali episodi si verificano sempre nei confronti dei colleghi della Polizia di Stato, sempre ad opera di persone appartenenti alla comunità Rom. Per questo, chiediamo ai vertici dell’amministrazione la possibilità di convocare il comitato provinciale per l’ordine della sicurezza pubblica al fine di coinvolgere tutte le componenti (Polizia di Stato, Guardia di Finanza, CC, Polizia locale e Corpo forestale dello Stato) e gli amministratori, al fine di dare un segnale forte di presenza dello stato sul territorio.

I fatti accaduti evidenziano come, determinati gruppi di soggetti che operano quotidianamente nella illegalità, si sentono impuniti anche grazie ai recenti interventi legislativi che non consentono ai magistrati di applicare la custodia in carcere. Ed ha anche un sapore di beffa il fatto che, nonostante siano stati arrestati per i fatti gravissimi commessi, dopo appena qualche ora si siano ritrovati nelle loro confortevoli abitazioni di edilizia pubblica residenziale, seppure agli arresti domiciliari. E arrivato il momento di dire basta".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Cassino, bus tampona compattatore dei rifiuti, grave l'autista (foto)

  • Weekend in Ciociaria, cosa fare sabato 16 e domenica 17 novembre

  • Colleferro, commozione e lacrime al funerale di Giuseppe Sinibaldi (foto)

  • San Vittore, terribile schianto in A1: giovane autista perde una gamba

  • Cassino, autista ferito e trasferito dopo ore: esposto dei familiari contro il pronto soccorso

  • Fuori in permesso, non fa ritorno al carcere di Frosinone. Ricercato un pericoloso detenuto

Torna su
FrosinoneToday è in caricamento